Pippo Baudo: forse la tv di oggi non meritava più Raffaella

La scomparsa di Raffaella Carrà, il ricordo e le prime parole di Pippo Baudo, con il rimpianto di non aver potuto fare un programma insieme

di Hit

Raffa se n’è andata. L’ultimo raggio di sole se n’è andato e il mantello buio della notte ha spento le ultime luci di una televisione che piange come piangiamo tutti noi che l’abbiamo tanto amata. Difficile dire altro se non che è impossibile non aver amato Raffaella Carrà per chi ha amato, diciamo ama la televisione. Abbiamo voluto sentire la televisione, abbiamo voluto sentire Pippo Baudo per chiedergli un ricordo, qualche parola sulla grande showgirl padrona di casa di tanti indimenticabili momenti che resteranno per sempre nel nostro cuore e nella nostra mente.

Una giornata di dolore per noi televisivi quella di oggi

Di grande dolore, vero dolore. E’ scomparsa una grande artista, veramente.

Cos’era Raffa per la televisione ?

Era tutto. Riempiva lo schermo, aveva una simpatia prorompente. Aveva delle gambe che non erano le gambe delle Bluebell, perfette ed affusolate, ma erano gambe italiane. Una donna piena di grinta come ce ne sono poche nel mondo dello spettacolo. Nel suo modo di fare, nelle sue espressioni, in tutto quello che faceva c’era una grande forza di volontà di arrivare, di piacere e di divertire il pubblico.

Che ricordo hai la prima volta che l’hai conosciuta ?

L’ho conosciuta la prima volta all’inizio della sua carriera, quando abitava in via della Balduina a Roma, ricordo che in quel periodo tentava di affermarsi. Poi ci fu l’incontro che è stato importantissimo per la sua vita di artista e di donna con Gianni Boncompagni. Insieme spiccarono il volo facendo cose molto belle.

Mi dai un aggettivo per definire la Raffaella ?

Eccitante.

Hai detto all’ADN Kronos che il tuo più grande rimpianto è quello di non aver mai potuto fare un programma con lei. Gliel’hai mai chiesto a bruciapelo ?

No non ne abbiamo mai parlato perchè sapevo che lei aveva una grande amicizia con Corrado e mi avrebbe detto di no, però mi sarebbe piaciuto davvero tanto.

Qual è stato il punto più alto della carriera televisiva di Raffaella secondo Pippo Baudo ?

Milleluci. Lo spettacolo che fece con Mina per la regia di Antonello Falqui. Uno show inarrivabile in cui lei e Mina furono semplicemente perfette.

Poi Raffaella negli ultimi anni non ha potuto più fare i grandi show di prima serata a cui ci aveva abituati, l’ultimo suo impegno è stato su Rai3 con  “A raccontare comincia tu”

Era certamente un programma gradevole questo ultimo di interviste che ha fatto sulla terza rete, ma sicuramente  era altra cosa rispetto alle sue potenzialità di artista a cui ci aveva abituati.

Forse la tv di oggi non meritava più una come Raffaella

L’hai detto.

 

Ultime notizie su Raffaella Carrà

Tutto su Raffaella Carrà →