Physical 2 su Apple Tv+: l’aerobica, gli anni ’80 e una magnifica Rose Byrne

La seconda stagione è composta da 10 episodi rilasciati settimanalmente su Apple Tv+ dal 3 giugno

Saltando tra le varie piattaforme di streaming, in questa prima settimana di giugno si avrà la sensazione di esser tornati negli anni ’80. Infatti se il 2 giugno Sky e NOW hanno rilasciato tutta la prima stagione di Winning Time: l’ascesa della dinastia dei Lakers, da oggi venerdì 3 giugno debutta la seconda stagione di Physical su Apple Tv+. In entrambi i casi lo sport, il basket e l’aerobica, sono usati come punto di partenza per raccontare le vite di diversi personaggi, affrontare temi centrali in quel periodo ma che hanno ancora riflessi oggi.

Durante alcuni incontri che abbiamo avuto con il cast nei giorni scorsi, Rory Scovell, che nella serie interpreta Danny, ha proprio sottolineato come è stupefacente vedere come il tema ambientale, su cui si batte il suo personaggio nella serie, sia ancora al centro del dibattito a 40 anni di distanza. Murray Bartlett, invece, ha evidenziato come oggi molti hanno una “personalità di Instagram e una reale”, un po’ come la voce interiore della protagonista Sheila (Rose Byrne). Ci sono temi senza tempo che possono essere affrontati in modi diversi ma che avranno sempre un riflesso sul presente.

Physical 2, la trama

Nella seconda stagione di Physical la vita di Sheila sta cambiando, sta per realizzare il suo sogno di essere una star del mondo del fitness. Ma si renderà presto conto che le difficoltà sono sempre dietro l’angolo e che per brillare bisogna sempre sacrificare qualcosa. In casa il marito Danny, dopo aver perso la propria campagna elettorale, deve capire come essere un buon padre e un buon marito. Sul lavoro Sheila potrà sempre contare su Greta (Diedre Friel) la sua migliore amica “almeno per Greta, per Sheila non sono convinta sia davvero così, anche se in questa seconda stagione sono molto più partner” ha spiegato Friel.

L’incontro con Vincent “Vinnie” Green (Bartlett) nuovo guru del fitness e dell’estetica, sarà per Sheila una nuova fonte d’ispirazione per studiare nuove tecniche imprenditoriali con un unico obiettivo: tenere a freno la sua voce interiore e cercare di essere una vincente nella vita. Le fughe in motel per strafogarsi di cibo, sono state sostituite da incontri proibiti con l’imprenditore mormone rivale politico del marito. Un modo diverso per sfogare il disturbo psicologico che la condiziona. Ma solo quando si tocca il fondo si può iniziare a risalire.

Physical 2, il cast

La seconda stagione della serie creata da Annie Weisman, è stata diretta per 8 episodi da Stephanie Laing mentre Ban Lzarovits si è occupato del terzo e quarto episodio. La protagonista è Rose Byrne, accanto a lei Rory Scovel è Danny, Diedre Friel è Greta, Murray Bartlett è Vincent, Paul Sparks è John Breem, Della Saba è Bunny, Lou Taylor Pucci è Tyler.

Physical 2, il commento

L’umorismo apre sempre molte porte è una via per affrontare anche argomenti complessi”. Queste parole di Annie Weisman, creatrice e showrunner della serie, racchiudono bene tutto il senso della serie. E attraverso l’umorismo si può anche mettere in scena quei disturbi alimentari, psicologici che ti affliggono da anni, come ha confessato candidamente Weisman durante l’incontro che abbiamo avuto nei giorni scorsi. Una chiave di lettura ironica nella vita è fondamentale anche nei momenti più difficili.

La comicità, anche nella seconda stagione, è presente anche nei momenti più bui che Sheila si trova ad affrontare, spesso veicolata dalla perfida voce interiore che fa da contraltare spietato della sua vita. I personaggi che circondano la vita di Sheila vivono alla sua ombra dal marito Danny che sogna una gloria che non avrà mai, all’amica Greta che ne invidia la vita non sapendo cosa si nasconda dietro la sua facciata sorridente.

Sheila è una donna degli anni ’80, in un periodo in cui se una donna faceva carriera era oggetto di film (non che oggi la situazione sia poi così migliorata). Un periodo in cui l’ossessione per la bellezza esteriore era decisamente più importante di quella interiore e in cui non c’erano filtri per migliorare la propria immagine. L’immagine di bellezza veicolata dai media era simbolo di successo, di una personalità vincente. E inseguendo questo mito Sheila finisce sottomessa ai voleri di una voce interiore che la tormenta.

In questi nuovi episodi tutti i personaggi si evolvono (o almeno ci provano), come è giusto che sia in una seconda stagione. Ma il centro della scena è sempre occupato da Rose Byrne, anima, corpo e spirito della serie. Murray Bartlett è una preziosa aggiunta con un personaggio difficile da inquadrare, da categorizzare e che rappresenta per Sheila un nemico e un alleato. In questa stagione ci sarà anche un importante episodio in cui capiremo qualcosa di più del passato di Sheila, della sua famiglia e dell’origine della sua ossessione.

Physical 2, la programmazione

Apple Tv+ anche per la seconda stagione di Physical prosegue con l’appuntamento settimanale degli episodi. Dopo il primo episodio del 3 giugno la serie proseguirà ogni venerdì praticamente per tutta l’estate per 10 settimane visto che è composta da 10 episodi da circa 30 minuti.

Physical 3 si fa?

Non c’è ancora l’ufficialità ma Annie Weisman ha confermato che stanno già lavorando alle sceneggiature dei nuovi episodi e soprattutto la storia di Sheila non si conclude alla fine della seconda stagione. Anzi c’è ancora molto da raccontare.