Paolo Conte – Via con me, su Rai 3 il viaggio nell’immaginario culturale e musicale degli ultimi 50 anni firmato Verdelli

Paolo Conte – Via con me arriva in tv: su Rai 3 il docufilm di Verdelli sull’arte e la vita del cantautore che ha segnato una svolta nella musica europea.

La musica può essere raccontata in tanti modi: quello scelto da Giorgio Verdelli incrocia vita e arte dei suoi protagonisti e lo si ritrova anche in Paolo Conte – Via con me, il film evento presentato a Venezia 77 che ora arriva in televisione con la prima tv in programma giovedì 17 febbraio in prima serata su Rai 3. Prodotto da Sudovest Produzioni, Indigo Film in collaborazione con Rai Cinema, il docufilm si presenta come un viaggio alla scoperta della storia, musicale e umana, di uno dei grandi protagonisti della musica italiana e internazionale degli ultimi 50 anni.

Un viaggio fatto di acrobazie linguistiche, di eleganza compositiva, di schemi ribaltati, di curiosità e di azzardo, di esigenze creative portate avanti sempre con la classe dell’understatement e la grandezza dei professionisti. Ad accompagnare il pubblico in questo percorso c’è la voce narrante di Luca Zingaretti, che raccoglie i fili che si muovono tra la composizione delle canzoni, i concerti, le testimonianze degli amici, ma anche le parole stesse del cantautore astigiano.

È proprio l’intervista, lunga e intima, di Verdelli a Paolo Conte a fare da spina dorsale al racconto: le chiavi sono quelle dell’ironia e della creazione, della mescolanza tra noto e inedito, che sono la cifra stessa di Conte, ma anche quella di Verdelli, che il grande pubblico ha conosciuto anche grazie ad altri appassionati e appassionanti docufilm, come Pino Daniele – Il tempo resterà (2017), Ezio Bosso – Le cose che restano (2021) e gli speciali Mia Martini – Fammi sentire bella (2020) e La tempesta perfetta su Vasco Rossi (2020).

Tra le testimonianze che si intrecciano alle parole di Conte e alle immagini, spesso esclusive, dei concerti tenuti alle Terme di Caracalla, al San Carlo di Napoli e all’Olympia di Parigi ci sono quelle di Roberto Benigni, Vinicio Capossela, Caterina Caselli, Francesco De Gregori, Stefano Bollani, Giorgio Conte, Pupi Avati, Luisa Ranieri, Renzo Arbore, Paolo Jannacci, Vincenzo Mollica, Isabella Rossellini, Guido Harari, Cristiano Godano, Giovanni Veronesi, Lorenzo Jovanotti, Jane Birkin, Patrice Leconte, Peppe Servillo. E già solo il parterre di ospiti aiuta a capire quanto l’impronta di Paolo Conte abbia caratterizzato il milieu culturale e l’immaginario collettivo italiano ed europeo della seconda metà del Novecento e dei primi Duemila.

Lo vediamo giovedì 17 febbraio 2022 su Rai 3 in prima serata.