Mondiali 1982, tutti gli speciali per i 40 anni della vittoria dell’Italia di Bearzot

A 40 anni dalla vittoria dell’Italia ai Mondiali 1982, tanti gli omaggi a quella Nazionale: doc, film e speciali per un luglio amarcord.

11 luglio 1982: Nando Martellini pronuncia quel triplice “Campioni del Mondo!” al termine della finale dei Mondiali di calcio in Spagna e consegna l’Italia di Bearzot all’immaginario collettivo. Una Nazionale iconica, molto più di quella guidata da Marcello Lippi alla vittoria dei Mondiali 2006 in Germania, nonostante la testata di Zidane a Materazzi in finale e la vittoria ai calci di rigore. La vittoria dell’Italia ai Mondiali 1982 resta un caposaldo nella storia recente del Paese: l’arrivo da outsider, gli scandali del calcio scommesse, la galoppata inesorabile verso la finale, la vittoria contro il Brasile, l’urlo di Tardelli sono istantanee rimaste nella mente di un Paese che non aveva altra possibilità che fermarsi davanti alla tv (e tanti furono i televisori a colori comprati quell’estate per l’occasione) e tifare come un sol uomo.

Quarant’anni dopo, la televisione – insieme al cinema – non lesina omaggi a quella Nazionale, a quei ‘calciatori’ che fecero l’impresa, vista come il primo atto di un cambio di rotta nel paese dopo gli Anni di Piombo, le stragi di inizio decennio, il terremoto in Irpinia, l’attentato al Papa, la tragedia di Vermicino. Quel 1982 fu uno spartiacque che passò anche attraverso il rito collettivo dei Mondiali: e quella vittoria è stata tramandata con un che di epico che porta oggi sul piccolo schermo diversi documentari dedicati a quella squadra e a quell’Italia. Già annunciati, ad esempio, due docufilm, destinati prima all’uscita in sala e poi alla visione tv. Facciamo il punto sull’offerta per i 40 anni della vittoria dell’Italia ai Mondiali 1982, pronti ad aggiornare con tutti gli speciali a ridosso del quarantennale.

Blob Mundial: la televisione non fu più la stessa

Tra gli speciali che fioccano per questo quarantennale spunta un Blob da collezione formato da Alberto Piccinini e Daniel Franchina in onda sabato 9 luglio alle 20.30 come sempre su Rai 3, Una mezz’ora densa per ripercorrere quei 25 giorni di gare dal punto di vista del racconto televisivo: dalla telecronaca del match col Camerun che il programma definisce “ai limiti del razzismo” alla copertura praticamente no-stop che bucò anche lo sciopero dei giornalisti Rai e sostanzialmente divenne l’unico racconto in diretta in tv nei giorni del caso Calvi, della guerra in Libano e nelle Falkland, del processo alle Br. Un evento che segna, per Blob, l’inizio dei nostri anni ’80, “l’ultima vacanza prima del mondo nuovo che si affacciava sul telecomando, a colori”. Un altro mondo, insomma.

1982 – Andata e ritorno su Sky TG24

Sempre sabato 9 luglio, ma alle 21, va in onda l’omaggio di Sky TG24 ai Mondiali vinti dall’Italia con 1982 – Andata e ritorno, uno speciale realizzato a bordo dell’aereo presidenziale che riportò gli Azzurri di Bearzot e la Coppa del Mondo. Per il viaggio da vincitori, infatti, l’allora Presidente Sandro Pertini, presente alla finale di Madrid, volle che la squadra e il team tornassero in patria col suo stesso volo: ne nacque un momento di storia italiana – politica e di costume – rimasta nella memoria collettiva. 40 anni dopo si ritrovano su quell’aereo i protagonisti di quell’impresa e anche esperti chiamati a ricostruire il periodo storico, politico ed economico di quell’inizio anni ’80 per arrivare ai giorni nostri. Il direttore di Sky TG24 Giuseppe De Bellis incontra, dunque, Beppe Bergomi, campione del mondo nell’82, l’economista Carlo Cottarelli e lo scrittore Giacomo Papi  a bordo del Dc9 dell’Aeronautica Militare, ora conservato nel Parco e Museo del volo di Volandia. Lo speciale, curato dal giornalista di Sky TG24 Fabio Vitale, inclide filmati e documenti d’epoca, aneddoti dei protagonisti, contributi e testimonianze inedite.

Lo speciale andrà in onda in contemporanea anche su Sky Documentaries in streaming su Now. Inoltre, lunedì 11 luglio il canale 202 di Sky diventerà Sky Sport Calcio – ITALIA MUNDIAL 1982-2022 con una programmazione interamente dedicata alla alla vittoria del Mondiale di Spagna ’82.  Il dettaglio della programmazione di Sky Sport Calcio nel post dedicato.

Il viaggio degli eroi, su Rai 1 l’11 luglio

A 40 anni esatti dalla finale dei Mondiali 1982 Italia e Germania Ovest (3 – 1), giocata allo stadio Santiago Bernabeu di Madrid, Rai 1 trasmette in prima serata, e in prima visione, Il viaggio degli eroi, diretto da Manlio Castagna, prodotto da prodotto da One More Pictures con Rai Cinema e Rai Com e già distribuito da Altre Storie in oltre 100 sale come evento speciale dal 20 al 22 giugno. Dopo il passaggio cinematografico, dunque, il docufilm viene proposto al pubblico di Rai 1 lunedì 11 luglio alle 21.25.

Il viaggio degli eroi” richiama fin nel titolo la forza narrativa di quella impresa – ‘Il viaggio dell’eroe’ di Christopher Vogler è la ‘bibbia’ della sceneggiatura – e la sua dimensione epica: è il racconto di quella impensabile vittoria, costruito in 11 tappe – tante quanti i giocatori che scesero in campo – intervallate dalle animazioni di 11 tra i più grandi illustratori italiani coordinati da Roberto Recchioni e tenute insieme dalla voce narrante di Marco Giallini. A raccontare quel viaggio molti dei suoi protagonisti: Giancarlo Antognoni, Beppe Bergomi (entrato nella Nazionale appena 18enne), Bruno Conti, il ‘bell’Antonio’ Cabrini, Claudio Gentile e l’allora capitano, Dino Zoff. Intervistati anche Roberto Mancini e Gianluca Vialli, che hanno sì condotto alla vittoria la Nazionale agli Europei 2020 (giocati nel 2021), ma che hanno poi vissuto la delusione della mancata qualificazione ai Mondiali 2022 in Qatar. Ma questa è un’altra storia che forse un giorno sarà raccontata.

“Italia vs Brasile 3-2 – La partita” su Sky Documentaries

Italia Brasile 1982

Non è solo la partita che ha dato la definitiva svolta al Mondiale 1982: quella che va in onda su Sky Documentaries è una docuserie in tre parti in onda domenica 3 luglio dalle 21.15 (disponibili anche on demand e in streaming su NOW dalla mattina). Italia vs Brasile 3-2 – La partita, infatti, è il racconto di quel match disputato il 5 luglio 1982 che si dipana lungo due linee narrative: la prima ripercorre gli attimi fondamentali del match, la seconda si muove sui retroscena, le storie e gli aneddoti che ruotano intorno alla partita con materiali inediti, interviste e reenactment. Alla miniserie – di Giovanni Filippetto, scritta con Luigi Cruciani, Piero Trellini e tratta da La partita. Il romanzo di Italia – Brasile di Piero Trellini, diretta da Jacopo Rondinelli è prodotta da Eliseo Multimedia di Luca Barbareschi – hanno partecipato, tra gli altri, Dino Zoff, Claudio Gentile, Giuseppe Bergomi, Bruno Conti, Toninho Cerezo, Serginho Chulapa, Éder Aleixo de Assis, Abraham Klein, Amit Klein,Giuseppe Calzuola, Michele Plastino, Gabriele Brustenghi, Mario Sconcerti e Darwin Pastorin.

 

Italia – Brasile, l’omaggio su Rai News e RaiPlay

Anche la Rai celebra il match della svolta di quei Mondiali in Spagna nel 1985 e dedica a Italia – Brasile “El Partido”, uno speciale di Rai News in onda il 5 luglio alle 18.30, quindi a 40 anni esatti da quella partita. Uno speciale ‘vero’, nel senso che va in onda in diretta dallo stadio Olimpico di Roma per un’ora di ricordi, testimonianze, omaggi e omaggi con la conduzione di Luigi Monfredi e Paolo Maggioni.
Tra gli ospiti attesi sul prato dell’Olimpico e in collegamento Vito Cozzoli, Presidente e Ad di Sport e Salute, Italo Cucci, all’epoca Direttore del Guerin Sportivo, Federica Cappelletti, vedova di Paolo Rossi, e i calciatori in campo 40 anni fa, come Claudio Gentile, Fulvio Collovati, Alessandro Altobelli, Giovanni Galli, Franco Selvaggi, Antonio Cabrini, Bruno Conti, Franco Causio e Giancarlo Antognoni. Ospite speciale l’arbitro di quella partita, Abraham Klein, che fischierà anche il termine della diretta.

In queste ore, inoltre, si moltiplicano gli omaggi a Italia – Brasile 1982: La7 sta riproponendo quel quarto di finale a ogni occasione utile – l’ultima nel pomeriggio di domenica 3 luglio, dopo il docufilm del Mondiale, G’Olè – mentre su RaiPlay è disponibile (ancora per qualche giorno) un documentario su quella partita, trasmesso un po’ di ‘nascosto’ da Rai 2 sempre domenica 3 luglio al termine dell’edizione del Tg Sport delle 18.15: chi avesse voglia di recuperarlo può trovarlo sul portale della Rai.

Italia 1982 – Una storia azzurra, il mondiale (prima) al cinema con Stand by Me

Mondiali 1982 Italia

Torniamo ai docufilm, tra cinema e tv: va in sala nei giorni del quarantennale – dall’11 al 13 luglio – Italia 1982 – Una storia azzurra, una produzione Stand By Me e Vision Distribution, in collaborazione con Sky diretta da Coralla Ciccolini e la partecipazione, anche qui, degli eroi che fecero l’impresa, da Tardelli a Conti, passando per Gentile, Collovati, Zoff, Antognoni, Dossena, Bergomi, Franco Selvaggi e Cinzia Bearzot, figlia dell’indimenticato Enzo. Presentato in anteprima al Taormina Film Festival, Italia 1982 – Una storia azzurra segue il filo di un racconto che unisce il contesto sociale, politico ed economico dell’Italia all’inizio degli anni ’80 e le vicende altrettanto complesse di una Nazionale in partenza per la Spagna tra polemiche e scandali, con la stampa assetata di retroscena e i tifosi disamorati. Come i precedenti, il doc si muove tra interviste ai protagonisti e immagini d’epoca inedite grazie a vecchi u-matic ritrovati in archivi locali, fotografie rarissime e mai viste prima di Giuseppe Mantovani, che immortalò la squadra in ritiro prima dei Mondiali a La Puerta Del Sol di Alassio. Dall’archivio La Presse arrivano poi le foto ritrovate tra i rullini di Cesare Galimberti, tra cui si nascondevano molti scatti di Daniele Massaro, autorizzato da Bearzot a scattare foto degli Azzurri a bordo campo. Per i match, invece, si è scelto di recuperare dagli archivi della FIFA i ‘rushes’, ovvero le immagini più sporche con punti di vista inediti delle azioni della Nazionale.

Un taglio, dunque, che cerca l’inedito nella sua dimensione più testimoniale, quella audiovisiva, a 40 anni di distanza: là dove la tv restituì la leggenda, il docufilm recupera le origini. In attesa della messa in onda tv.

 

La pugna e la Pipa, il Mondiale 1982 a teatro con Zelig

Non è tv, ma qualche legame col piccolo schermo c’è: parliamo, infatti, di uno spettacolo teatrale in scena domenica 3 luglio alle 21.15 allo Zelig di Milano dal titolo “Mundial 82 – La pugna e la pipa”, di Pilloni e Santonastaso che si sono ispirati al libro di Vittorio Sermonti “Dov’è la vittoria”. Scritto attenendosi fedelmente ai testi di allora, recitato come una partita di calcio veloce lo spettacolo ha come protagonisti la squadra, mister Bearzot e anche il Presidente Pertini, che quella vittoria la visse al Bernabeu di Madrid e sul volto di ritorno a Roma. Lo spettacolo è dedicato alla memoria di Paolo Rossi, omaggiato con un racconto tributo scritto da Gianpiero Perone dal titolo Pablito e al termine dello spettacolo salirà sul palco per una chiacchierata con gli attori un ospite d’eccezione, Antonio Cabrini.