Maurizio Lastrico diverte su Prime Video con Il metodo StanisLatrico: non solo terzine dantesche

Il momento migliore è il duetto musicale con l’attrice Maria Chiara Giannetta, proposto a Sanremo 2022.

In molti conoscono Maurizio Lastrico come il declamatore di terzine dantesche di Zelig, mentre in tantissimi lo hanno visto sul palco del Festival di Sanremo 2022 al fianco dell’attrice Maria Chiara Giannetta in quel riuscitissimo siparietto di battute a colpi di titoli di canzoni famose.

Ma il comico genovese è molto di più ed è riuscito a dimostrarlo con il suo special su Prime Video Il metodo StanisLastrico, un titolo che è una crasi tra il metodo Stanislavskij, usato dagli attori per immedesimarsi nei personaggi che interpretano, e il suo cognome.

Girato al Teatro Sociale di Camogli con la regia di Roberto Cenci, Il metodo StanisLastrico è una sorta de “il meglio di” dell’attore ormai da anni in pianta stabile nella fiction di Rai 1 (Tutto può succedere, Don Matteo), con uno show che è difficile da far rientrare nell’ambito del cabaret o della stand up comedy, finendo per abbracciarli entrambi.

Nonostante siano passati anni dal debutto nello show di Canale 5 personaggio-poeta, le terzine dantesche rimangono irresistibili sia per alcuni versi davvero riusciti (“O dama che del fallo fai a meno“) che per alcuni neologismi pregni di cultura pop (“Giorgiomastrottata“, con riferimento al re delle televendite Giorgio Mastrota).

Non male l’interazione con il pubblico, che ha anche la possibilità a fine spettacolo di chiedere dei bis o dei pezzi inediti in modalità “on demand come Amazon Prime”.

Ma il momento più divertente è senza ombra di dubbio la riproposizione del duetto con Maria Chiara Giannetta, diventata nella scorsa stagione televisiva una protagonista della fiction targata Rai 1 per la partecipazione in Blanca nei panni di una detective non vedente (la serie è presente sia su Raiplay che su Netflix, seppure con una differente scansione delle puntate sulla piattaforma di Reed Hastings).

Lo show non avrebbe sfigurato nella rassegna Italia Uno On Stage, ma la durata dello spettacolo (circa un’ora, come quasi tutti gli special comici) mal si sarebbe sposata con l’esigenza della rete cadetta Mediaset di riempire tre ore di palinsesto in prime time. Peccato.

Foto: account Instagram Maurizio Lastrico