Marco Maisano: “Non faccio domande per stare simpatico. Un personaggio che vorrei intervistare? Berlusconi”

Da stasera, su Tv8, in seconda serata, avrà inizio la seconda edizione di Permesso Maisano: le dichiarazioni di Marco Maisano a TvBlog.

A partire da stasera, 9 novembre 2021, avrà inizio la seconda edizione di Permesso Maisano, il programma di interviste di Marco Maisano, in onda su Tv8 in seconda serata, dopo la puntata di Game of Talents.

Anche in questa seconda edizione dello spin-off di Piacere Maisano, Marco Maisano racconterà lati inediti, divertenti e anche imbarazzanti di 6 personaggi che verranno intervistati nell’intimità delle loro case.

I 6 personaggi che Maisano intervisterà in quest’edizione saranno Sandra Milo, Nunzia De Girolamo, Alessandro Cecchi Paone, il rapper Clementino, Giampiero Mughini ed Elisabetta Canalis, volto di Tv8 con il programma Vite da Copertina.

In ogni puntata, Maisano, per rompere il ghiaccio, porterà un dono al padrone di casa, poi rovisterà in ogni angolo della casa alla ricerca dei suoi segreti più nascosti e, successivamente, darà il via all’intervista, durante la quale non mancheranno giochi, test e filmati che ripercorreranno i momenti più importanti della sua carriera.

La novità di quest’edizione sarà la Domanda Stronza, una domanda irriverente e cattiva, che mai nessuno, in passato, ha osato fare ai personaggi di quest’edizione, contenuta in una busta sigillata. Se il vip intervistato accetterà di aprire la busta, sarà costretto a rispondere.

Noi di TvBlog abbiamo intervistato Marco Maisano a poche ore dalla messa in onda della prima puntata di questa seconda edizione (si comincerà con Sandra Milo).

Marco Maisano: le dichiarazioni

Cosa dobbiamo aspettarci dalle 6 nuove interviste di questa nuova edizione?

Cose incredibili! 6 nuovi personaggi, con sei storie interessanti… A parte gli scherzi, saranno 6 puntate veramente molto belle, devo essere sincero, con 6 personaggi molto diversi tra loro, con storie interessanti e domande cazzute, domande belle ardite…

In base a quali requisiti, scegli i protagonisti da intervistare?

In base a ciò che hanno da dire, se hanno qualcosa da dire meritano di stare un’ora in tv e andranno un’ora in tv… Questa cosa non succede sempre, non tutti i famosi, poi, reggono un’ora a parlare di sé, per quanto questa sia l’epoca in cui tutti pensano di aver qualcosa da dire di sé… Non è così, quindi non sempre succede, ma sono tutti personaggi che hanno storie da raccontare, su questo non c’è dubbio.

C’è un personaggio che stai rincorrendo, che vorresti intervistare, ma che ancora non ti ha detto sì?

Vabbè tantissimi! Ormai è andata, non si può più fare, ma Berlusconi, sono anni che provo a rincorrerlo, per un’intervista un pochino più profonda. Già con Piacere Maisano, c’eravamo quasi, poi alla fine… Ci doveva aprire la porta di casa… Di casa, insomma, aprire la porta di Arcore! Chissà quante entrate avrà! Ma niente, ormai è andata, non si può più fare…

Ci sono stati tanti programmi di interviste one-to-one negli ultimi anni. Permesso Maisano, in cosa si differenzia?

Ci sono stati, ci sono ancora, ci sono da quarant’anni e sono sempre lì. Qui, non prepariamo niente, nel senso che ci prepariamo noi ma l’ospite non sa assolutamente cosa gli verrà chiesto, non facciamo domande per rimanere simpatici all’ospite ma per scoprire cose che non si sanno dell’ospite. L’atteggiamento è completamente diverso, oltre al fatto che entriamo direttamente in casa.

In questa nuova edizione, ci sarà la Domanda Stronza. C’è stata una reazione da parte di uno degli intervistati che ti ha spiazzato e che non avevi previsto?

Devo dire di no perché tutti quanti hanno detto “Troppo stronza”, “Sei un po’ stronzo”… La Milo mi ha detto che non era per niente stronza, la domanda, perché lei è una coraggiosa vera! Poi, alla sua età, il coraggio si trova. Però lei è proprio coraggiosa, lo è stata nella vita, quindi si è dimostrata coraggiosa anche questa volta, ha risposto alla domanda stronza e ha risposto bene secondo me, ha dato una risposta interessante.

Ci saranno nuove edizioni di Piacere Maisano?

No, penso proprio di no, è un programma, per così dire, “giovane”, nel senso che è un programma che viveva di un momento mio preciso personale in cui volevo fare quella cosa lì. Quella cosa lì non c’è più quindi no, non si rivedrà Piacere Maisano.

Ci fai un bilancio della tua esperienza a Tv8?

È un’esperienza che considero molto positiva, è il posto in cui voglio essere, è il posto che ho scelto fin da subito e spero la cosa sia reciproca ecco, non si sa mai!