La Vita in diretta sera e lo step successivo di Alberto Matano su Rai1

I dati molto positivi per l’edizione 2020-2021 della Vita in diretta sembrano il viatico per uno spin off nella seconda serata di Rai1

di Hit

C’è un punto fermo, fra gli altri, in questo autunno televisivo che rende molto dolce il bilancio di questo primo scorcio di stagione tv nel palinsesto del day time della prima rete del servizio pubblico radiotelevisivo. Parliamo del pomeriggio, da sempre terreno ostico per Rai1, vista la concorrenza spietata di Canale 5 che negli ultimi anni ha fatto man bassa in questa fascia oraria. Dopo un difficile inizio in termini di ascolti per Oggi è un altro giorno (come è normale per qualsiasi programma nuovo, ora in i dati sono in costante crescita) ed il consolidamento del Paradiso delle signore, le buone notizie arrivano anche dalle parti di uno dei titoli più storici del pomeriggio Rai, ovvero La vita in diretta. Dopo i fasti del periodo di Michele Cucuzza e l’ottimo consolidamento arrivato con la conduzione di Lamberto Sposini a cui si è affiancata poi Mara Venier, per lo storico programma partito nella Rai2 di Carlo Freccero c’erano state alcune stagioni meno brillanti, fra alti e bassi, proprio per la concorrenza spietata di Canale 5. Quest’anno è arrivato il momento del riscatto ed è arrivato grazie ad una attenta rimodulazione del format partita da una idea base, semplice e chiara, la conduzione singola. In questo la scelta di affidare il programma ad Alberto Matano è stata la carta vincente.

Il giornalista, già conduttore del Tg1 delle ore 20, ha ormai acquisito una padronanza tale in temi ed argomenti giusti per la Vita in diretta ed il suo pubblico,  da esserne ormai diventato l’ideale anfitrione. Il programma ne ha beneficiato in termini di ascolto,  che oltre ad essere superiori di oltre un punto di share rispetto all’edizione precedente, è diventato ormai stabilmente leader di fascia, superando quotidianamente la concorrenza, sia interna che esterna. Alberto Matano, anche grazie all’esperienza su Rai3 nella seconda serata del sabato con Photoshow e nella prima di Sono innocente, è diventato il tramite perfetto fra la notizia ed il pubblico, con una dose di empatia che si accentua sempre di più nel tempo.

A questo proposito, anche in considerazione del fatto che nei prossimi mesi sarà molto probabile che il palcoscenico della politica diventi sempre più incandescente, è auspicabile uno spin off della Vita in diretta nella seconda serata (del lunedì?) di Rai1 in cui Matano racconti al pubblico più pop della televisione italiana, quello appunto del primo canale Rai, il mondo della politica, in un clima anche più leggero rispetto a quello che si respira nei talk show omologhi e che lo renda più digeribile al pubblico della televisione generalista. Uno spin off che però non si fermi agli argomenti politici, ma che faccia nascere in qualche modo una specie di crossover fra ciò che è la politica e ciò che è la vita di tutti i giorni, in un percorso narrativo originale, che renda unico questo programma, magari mixando la cifra di Photoshow con quella di Vita in diretta.

Insomma una specie di Vita in diretta sera, quando le luci del giorno si spengono e il buio della notte rende i ragionamenti e le situazioni più adatte ad un racconto direi quasi intimo e più slow dei temi sopra menzionati. Tutto ciò sarebbe auspicabile per i mesi del 2021 che stanno per arrivare e che speriamo ci possano dare notizie più incoraggianti, dopo il disastroso 2020 che ci apprestiamo a salutare.

Ultime notizie su La vita in diretta

La vita in diretta è il rotocalco che presidia il daytime pomeridiano di RaiUno dal 2000, ma l'esperimento era iniziato su RaiDue nel 1994 con La cronaca in diretta di Alessandro Cecchi Paone, diventato nel 1995 L'Italia in diretta con Alda D'Eusanio.

Tutto su La vita in diretta →