La Squadra, la fiction poliziesca di Raitre finalmente su RaiPlay

Il Commissariato Sant’Andrea torna a rivivere grazie alla piattaforma streaming: le otto stagioni saranno via via disponibili

Nell’enorme archivio di RaiPlay manca una serie che per anni è andata in onda su Raitre e che ha rappresentato per sette anni un pilastro della sua programmazione. E che, nonostante questo, ad oggi non è disponibile sulla piattaforma. Da domani, venerdì 8 luglio 2022, non sarà più così: La Squadra sarà finalmente disponibile in streaming. Per ora, potremo rivedere solo la prima stagione (ventisei episodi), ma le altre stagioni saranno prossimamente messe a disposizione.

Il debutto su RaiPlay della serie co-prodotta da Grundy Italia (poi Fremantle) e Rai Fiction avviene grazie a Rai Teche, in un’ottica di ampliamento dell’offerta streaming anche a quei contenuti meno recenti, rimasti però nel ricordo di numerosi telespettatori. E La Squadra è sicuramente uno di quei casi.

Era il marzo 2000 (sei mesi prima che su Canale 5 partisse la fiction che si può considerare la sua diretta concorrente, ovvero Distretto di Polizia) quando il pubblico della terza rete Rai fece la conoscenza del Commissariato Sant’Andrea e degli uomini e donne che vi lavoravano. Su tutti, il protagonista, l’ispettore superiore Pietro Guerra (Massimo Bonetti), rimasto saldamente alla guida della serie per tutte ed otto le stagioni prodotte, per un totale di 221 episodi.

La Squadra è sì un poliziesco che racconta, puntata dopo puntata, la lotta alla criminalità del Commissariato, ma sono forti le intromissioni che la sceneggiatura effettua nella vita privata dei protagonisti, tant’è che spesso e volentieri la loro vita fuori dall’ambiente di lavoro diventa essa stessa oggetto di indagini, ricerche e colpi di scena.

In otto stagioni de La Squadra c’è infatti di tutto: dal crime puro alla linea sentimentale, fino alle tematiche più familiari e sociali. L’obiettivo, fin dalla prima stagione, era chiaro: raccontare il lavoro delle Forze dell’Ordine senza dimenticarsi che sotto le divise ci sono uomini e donne con ciascuno i propri problemi ed i propri dubbi, portando in scena l’imperfezione anche laddove, invece, si richiede la massima precisione.

La formula ha funzionato, tant’è che sia La Squadra che la sopra citata Distretto di Polizia sono state tra le serie più longeve degli Anni Duemila. Mentre la fiction di Canale 5 è andata in onda fino al 2012, La Squadra si è fermata al 2007, con un finale che ha segnato la chiusura del Commissariato dopo l’omicidio di Guerra, per fare posto ad un ufficio amministrativo. Ma l’anno seguente debuttò lo spin-off La Nuova Squadra, non una continuazione, ma a tutti gli effetti una serie derivata.

Dell’originale rimasero solo tre attori, Tony Sperandeo (Sciacca), Federico Tocci (Battiston) e Gennaro Silvestro (Silla; l’attore tra l’altro è tornato sul set di un poliziesco corale con I Bastardi di Pizzofalcone, anch’esso ambientato a Napoli), mentre tutto il resto cambiò, compresa l’ambientazione, spostata dal quartiere Piscinola allo Spaccanapoli. Il cast de La Nuova Squadra vede, tra l’altro, due giovani attori provenienti dal Grande Fratello: Pietro Taricone (era Vito Sorrentino) e Flavio Montrucchio (Matteo Costa).

Al loro fianco, numerosi altri nomi noti al pubblico, come Rolando Ravelli, Marco Giallini, Ambra Angiolini, Irene Ferri e Gabriele Mainetti, che ha poi intrapreso la carriera di regista (suoi sono “Lo chiamavano Jeeg Robot” e “Freaks Out”). Ma questa è un’altra storia, e chissà che prima o poi RaiPlay non ce la mostri.