• Tv

L’Isola dei Famosi 2022, Nicolas Vaporidis chiama Vladimir Luxuria al maschile. Lei si arrabbia

L’opinionista del reality: “Intanto dì ‘cara Vladimir’, così tanto per cominciare e non caro Vladi. Se parliamo di rispetto, Nicolas”.

Nonostante non abbia mai partecipato a un reality show, Nicolas Vaporidis ha già le stimmate del concorrente-tipo: ha litigato con molti dei suoi compagni all’Isola dei Famosi (Floriana Secondi, Jeremias Rodriguez, Carmen Di Pietro, Clemente Russo e la moglie di quest’ultimo, Laura Maddaloni). Ieri sera invece durante la diretta si è reso protagonista di un brutto episodio ai danni di Vladimir Luxuria.

L’opinionista ha accusato l’attore di Notte prima degli esami di essere una sorta di stratega. Un’accusa che esiste almeno dal 2000, quando in Italia è andato in onda il primo Grande Fratello. Il diretto interessato tuttavia non l’ha presa bene, apostrofando l’ex onorevole di Rifondazione Comunista al maschile:

Bravo sì continua, bravo vai, bravo. Ascolta, caro Vladimir, abbi rispetto delle mie opinioni. Capisco che questo è il tuo ruolo, ma non mi mettere in questi battibecchi perché non ne ho voglia. Io non sono né regista e nemmeno stratega. Questa è la mia visione caro Vladimir.[…] Io non faccio strategie e lui mi dice che sono un regista”.

La reazione di Vladimir Luxuria a quel punto non si è fatta attendere:

“Intanto dì ‘cara Vladimir’, così tanto per cominciare e non ‘caro Vladi’. Se parliamo di rispetto, Nicolas. Ok? E con questo ho chiuso”.

Vaporidis tuttavia non ha neanche pensato di scusarsi:

Cara Vladi, vai cara Vladi prenditi questo applauso. Tu invece devi portare rispetto a me! Devi portare rispetto alle opinioni degli altri ricordatelo. L’opinione si rispetta. Io non contesto la tua opinione. Tu mi hai dato del regista, questo fai tu cara Vladi. Io posso non condividere quello che dici ma ti rispetto sempre”.

Premesso che ci si rivolge sempre alle persone nel genere in cui si riconoscono, quello di ieri all’Isola dei Famosi è stato uno spettacolo abbastanza insulso, peraltro avvenuto nella Giornata internazionale della visibilità transgender. Un episodio di segno opposto rispetto a quanto avvenuto per fortuna a Chi l’ha visto? e Che succ3de?.