Hammamet, salta la messa in onda su Rai 3. Bobo Craxi contro Di Mare: “Censura”

Hammamet salta all’ultimo istante. Sarebbe dovuto andare in onda su Rai 3, ma è stato rimpiazzato da Arrivano i prof. Bobo Craxi infuriato

Hammamet sì, anzi no. E’ mistero sulla mancata programmazione del film di Gianni Amelio che racconta gli ultimi sei mesi di vita di Bettino Craxi. La pellicola sarebbe dovuta andare in onda venerdì sera su Rai 3, ma all’ultimo secondo – e senza preavviso – gli spettatori si sono trovati sullo schermo Lino Guanciale e  Claudio Bisio, protagonisti di Arrivano i prof.

Un cambio di rotta che ha colto tutti di sorpresa, compreso Bobo Craxi, che in mattinata aveva ricordato l’appuntamento sui social: “Il servizio pubblico questa sera proietta il romanzo di Gianni Amelio. L’esilio non fu per noi né una passeggiata, né un pranzo di gala. Dopo trent’anni le cose appaiono un po’ più chiare”.

Un altro umore rispetto a quello mostrato qualche ora dopo, una volta scoperta la modifica al palinsesto: “Rai 3 aveva annunciato la proiezione di Hammamet. Hanno rinunciato alla proiezione, paura persino di uno sceneggiato”. Toni che sono cresciuti strada facendo, con l’ex Sottosegretario agli Affari Esteri che ha chiamato in causa direttamente Franco Di Mare: “Il direttore di Rai 3, grillino, pensa di essere il direttore dell’Eiar”. Ed ancora: “Di Mare, lei sa che la censura è una prassi da regime sovietico o franchista?”.

Proteste accolte da numerosi utenti che, al contempo, hanno cercato di individuare le ragioni della cancellazione del film. Qualcuno ha chiamato in causa le imminenti elezioni amministrative del 3 e 4 ottobre, ma risulterebbe alquanto strana una decisione in tal senso. La data del voto, infatti, è stata ufficializzata mesi fa, con Rai 3 che era perfettamente al corrente della concomitanza.

Uscito in sala nel gennaio 2020, poco prima che i cinema chiudessero a causa dell’esplosione dell’emergenza covid, Hammamet divenne un caso cinematografico grazie soprattutto all’impressionante interpretazione di Pierfrancesco Favino, reso identico allo storico leader socialista anche grazie ad un trucco prodigioso.

La comunicazione di Rai 3

Sulla vicenda, che potrebbe finire addirittura in Commissione di Vigilanza, è intervenuta la stessa Rai 3 con una nota diffusa nella giornata di sabato: “A proposito della messa in onda del film Hammamet, originariamente prevista venerdì scorso, Rai3 informa che nell’ambito di una normale attività di modulazione del palinsesto l’opera di Gianni Amelio verrà trasmessa il 26 novembre”.

Ultime notizie su Rai

Tutta la RAI su TvBlog.

Tutto su Rai →