Gli ansiosi su Netflix un inaspettato crime dramedy svedese tutto da scoprire

Miniserie in 6 episodi da circa 30 minuti per la produzione svedese.

Debutta oggi 29 dicembre su Netflix in streaming Gli Ansiosi una piccola miniserie svedese composta da 6 episodi da 30 minuti circa ambientata in un piccolo centro in cui non succede mai nulla e la vita scorre tranquilla, almeno finchè un rapinatore prende in ostaggio un gruppo di persone durante una vista di una casa in vendita. Nessuno si farà male, tutti ne usciranno vivi e senza conseguenze ma grazie alla tenacia di un giovane poliziotto scopriranno molte più cose di loro stessi.

Gli ansiosi è tratta dal romanzo di Fredrik Backman del 2019 ed è diretta da Felix Herngren, pur non rientrando tra i capolavori della serialità, è una piccola grande serie capace di scaldare il cuore e di far sorridere in questa fine 2021 in cui tutti abbiamo bisogno di riflettere sul nostro presente, iniziando, magari, a guardare con meno diffidenza l’altro.

Gli ansiosi la trama

La serie si apre con un ragazzino in bicicletta che cerca di fermare un uomo pronto a suicidarsi saltando da un ponte. Pur non riuscendo a fargli cambiare idea, l’uomo dà al ragazzo una busta da consegnare alla banca. Dopo questa premessa che acquisirà un senso nel corso della serie tv, incontriamo Jack e Jim due poliziotti, che sono anche padre e figlio, alle prese con la vita in un piccolo centro. Mentre Jack è dalla parrucchiera scopre che il padre ha dato dei soldi alla sorella per tornare in città per l’ultimo dell’anno così esce dal negozio e discute col padre davanti a una banca. Quello che non sanno è che dentro è in corso una rapina.

Quando il rapinatore fugge, i due iniziano a inseguirlo. Il ladro, che non ha però ottenuto nulla in banca, si rifugia in un appartamento in vendita dove si trovano 8 persone. Finiranno per essere ostaggio del rapinatore ma quando tutto è finito nell’appartamento non c’è più traccia del ladro. Mentre l’anziano Jim vorrebbe solo dimenticare la vicenda, Jim inizia a incaponirsi sul caso. Ma cercando la verità sul rapinatore, scoprirà la realtà della vita di diverse persone, che si sono incontrate per caso scoprendo qualcosa in più di loro stessi.

Gli ansiosi la recensione

Cosa è successo in quella casa? Che fine ha fatto il rapinatore? sono queste le domande che assillano Jim il poliziotto di Gli Ansisosi e che per 6 puntate desteranno la curiosità dello spettatore. Lontana dal circuito dei grandi titoli della piattaforma, Gli Ansiosi è una di quelle serie tv che si iniziano quasi per caso e che poi si finisce per consigliare alle cene con gli amici sicuri che nessuno l’abbia ancora vista.

Una veloce serie tv svedese che dura poco più di un mega-blockbuster ricco di effetti speciali ma che ne è l’esatto opposto. Gli ansiosi è una serie intima e da coccolare per questa sua capacità di suonare con leggera ironia le corde del thriller. Probabilmente in questo periodo nel mondo i crossover tra i generi vanno particolarmente di moda e in particolare le diverse sfumature del giallo e della commedia. Gli ansiosi arriva in scia di Only murders in the Building o del prossimo Incastrati di Ficarra e Picone, ma che trova una sua strada personale. Nel corso delle puntate, seguendo le indagini di Jack, scopriremo le vite dei vari personaggi e soprattutto quello che è successo nell’appartamento durante il sequestro.

Gli ansiosi è un inno ad affrontare la vita senza porsi dei limiti e soprattutto senza avere la paura di agire, come hanno i vari personaggi che si ritrovano per caso ostaggio di un rapinatore. Ciascuno di loro è alle prese con una diversa ansia e l’impatto traumatico della rapina li aiuterà a trovare il modo per cambiare la propria vita. E chissà che non succeda lo stesso anche agli spettatori.

Gli Ansiosi il cast e i personaggi

La serie tv Gli ansiosi su Netflix dal 29 dicembre in streaming, è una miniserie costruita sui suoi personaggi a partire dai poliziotti padre e figlio Jim (Dan Ekborg) e Jack (Alfred Svensson), affiatati in casa e sul lavoro ma con alcune divergenze sull’approccio da tenere nella vita e nelle indagini. Se il maturo Jim è più permissivo e accondiscendente, il giovane Jack è ligio alle regole e testardo, anche nei confronti della sorella.

Tra i “rapiti” c’è la coppia matura formata da Marika Lagercrantz e Leif Andrèe che fanno affari denigrando case e acquistandole al prezzo più basso di quello richiesto. Nella casa per ragioni diverse troviamo un’impiegata di banca (Anna Granath), un artista vestito da coniglio sadico per gettare in cattiva luce la casa e i suoi proprietari (Per Anderson) e poi una donna incinta (Carla Sehn) e la fidanzata che ha paura dei legami (Petrina Solange), una donna anziana (Lottie Ejebrant) e l’agente immobiliare (Sofia Ledarp). Ciascuno di loro darà una versione di quanto accaduto in quell’appartamento alimentando i dubbi e i sospetti di Jack.

Gli ansiosi avrà una seconda stagione?

Gli ansiosi è presentata da Netflix come una miniserie. In effetti le storie dei vari personaggi si concludono nell’arco dei sei episodi rilasciati il 29 dicembre. Nel caso in cui la piattaforma di streaming dovesse decidere di andare avanti potrebbe creare un caso diverso da far seguire ai due poliziotti protagonisti cambiando tutti gli altri personaggi. In parallelo sembra un prodotto adatto per esser rifatto in altre lingue in altri paesi.