Generazione 56K, la serie tv di Netflix con The Jackal: la conferenza stampa

La comedy vede protagonisti due giovani che, dopo essersi persi di vista, si ritrovano in una strana situazione

I The Jackal, dopo anni di video diventati virali sul web ed incursioni televisive, debuttano nelle serie tv. Generazione 56K è infatti la prima serie tv a cui il gruppo fondato a Napoli nel 2005 partecipa. Prodotta da Cattleya (parte di Itv Studios), gli otto episodi della serie, diretta da Francesco Ebbasta e da Alessio Maria Federici faranno il loro debutto su Netflix giovedì 1° luglio 2021.

Oggi, invece, ci sarà la presentazione alla stampa: presente il cast della serie (in primis i due protagonisti, Angelo Spagnoletti (Daniel) e Cristina Cappelli (Matilda), ma anche Gianluca Fru (Luca) e Fabio Balsamo (Sandro), oltre agli altri attori. Presenti anche i due registi, gli autori della serie (lo stesso Ebbasta, ma anche Costanza Durante, Laura Grimaldi e Davide Orsini) ed i produttori.

Stando alla sinossi fornita da Netflix, “al centro della storia Daniel e Matilda che si conoscono da giovanissimi e s’innamorano da adulti e che, insieme agli amici di sempre, Luca e Sandro, sono il simbolo di una generazione, quella del modem 56K appunto, travolta dall’arrivo di internet alle soglie dell’adolescenza. Daniel e Matilda vivono una relazione che rivoluzionerà il loro mondo e li costringerà a fare i conti con il passato e quella parte più pura e vera di se stessi che, in modi opposti, hanno dimenticato. Tutti gli episodi della serie intrecciano costantemente due linee temporali, due punti di vista, due fasi della stessa storia d’amore e di amicizia che parte nel 1998 e continua fino ai giorni nostri”.