La trilogia di Fumettibrutti diventa una serie tv

Josephine Yole Signorelli, autrice delle graphic novel, sarà consulente della serie, scritta da Luca Giordano e Laura Luchetti, quest’ultima anche regista

E’ stata una trilogia che, dal 2018 al 2020, ha conquistato pubblico e critica, diventando un cult delle graphic novel italiane. Ora, la storia raccontata su carta di Fumettibrutti (nome d’arte di Josephine Yole Signorelli) diventa una serie tv.

L’idea nasce dall’incontro tra Feltrinelli Originals, la label di sviluppo di serie TV di Effe TV, media content company del Gruppo Feltrinelli, diretta da Riccardo Chiattelli, e Bim Produzione (Gruppo Wild Bunch Ag) guidata da Riccardo Russo. A loro il compito di portare sul piccolo schermo (dove, ancora, non si sa) quella che viene definita “un’educazione sentimentale ‘punk’ tutta italiana”, in dieci episodi da trenta minuti ciascuno.

Fondamentale sarà la collaborazione la stessa autrice, che lavorerà al progetto come consulente; la sceneggiatura, invece, sarà a cura di Luca Giordano e di Laura Luchetti, quest’ultima anche alla regia dopo il successo ottenuto con Nudes su RaiPlay. Se ne parlerà anche al FeST, il Festival delle Serie Tv, a Milano, sabato 25 settembre, alle 18:00, con un panel a cui prenderanno parte Fumettbrutti, Luchetti, Chiattelli e Russo.

La trilogia di Fumettibrutti è composta da “Romanzo Esplicito” (Premio Micheluzzi come migliore opera prima), “P-La mia adolescenza trans” (Premio Gran Guinigi di Lucca come migliore esordiente) ed “Anestesia”, editi da Feltrinelli Comics.

La serie tv, ambientata nella prima decade degli anni Duemila tra Catania e Bologna, racconterà la vita e la transizione di una giovane donna transgender (la stessa autrice) mantenendo la stessa voce senza filtri, a tratti spiazzante ma sempre autentica. Il racconto sarà incentrato “sulla generazione della libertà e dell’auto-determinazione. Dove conta solo chi senti e decidi di essere, non in quale corpo o genere nasci”.

Per Feltrinelli Originals questo è uno dei vari progetti a cui sta lavorando: sempre con Bim Produzione sta lavorando ad un’altra idea, ancora top secret ma in sviluppo e pre-produzione per uno streamer, mentre con Indiana Production la serie tv tratta dai gialli al femminile di Rosa Teruzzi “I delitti del casello” (Sonzogno di Marsilio Editore); e con Eie Film la docu-serie “Riviera Confidential”: una storia vera, tra fenomeno musicale mondiale e criminalità organizzata, ambientata in Riviera Adriatica nelle estati assolate degli anni ’80.