Francesco Cicchella, il suo one man show Cic to Cic è una perla nascosta su Prime Video ma sembra uno show da Rai 1 dei tempi d’oro

Il comico sorprende con uno show parecchio divertente ma poco pubblicizzato dalla piattaforma.

Su Prime Video è disponibile da novembre come una perla nascosta, ma Cic to Cic, il one man show di Francesco Cicchella, è davvero sorprendente: da tempo non si vedeva in televisione – usiamo il termine in senso largo anche se non ci troviamo sulla lineare – un varietà a questi livelli.

Comico di Made in Sud, Honolulu, Only Fun – Comico Show e vincitore nel 2015 di un’edizione di Tale e Quale Show, sulla piattaforma streaming l’artista classe ’89 propone una girandola di imitazioni che vanno da Tiziano Ferro a Ultimo, passando per Achille Lauro e Michael Bublé: a differenza delle partecipazioni ai comedy show nei quali è ospite, qui non si ha l’impressione di sfogliare un album, ma di assistere a un racconto ben orchestrato e quasi sempre esilarante.

Come ogni one man show che si rispetti, il protagonista non è solo: ad affiancarlo ci sono Angelo Pintus e Anna Tatangelo. Il primo interviene in apertura e in altri momenti ed è un grande amico del comedian napoletano, tanto da averlo voluto come ospite anche nel suo ultimo special intitolato La Befana vien di Pintus (andate a vedere il suo irresistibile Al Bano che canta come apertura della sigla di Lady Oscar “Grande festa a Cellino San Marco“); la seconda duetta con il campano in Essere un uomo, parodia del brano portato al Festival di Sanremo 2006 Essere una donna, che portava peraltro la firma del grande paroliere Mogol.

Senza voler esagerare, questo Cic to Cic poco pubblicizzato da Prime Video ricorda i varietà di Rai 1 dei tempi d’oro di Fiorello e Panariello, con gag, imitazioni e ospiti (in quei casi anche internazionali). Cicchella è davvero un talento: canta molto bene, sa duettare, nelle imitazioni è portentoso. Potrebbe fare il definitivo salto di qualità con un team di autori che gli scriva anche dei monologhi tra un personaggio e l’altro. Certo, ci vorrà anche un dirigente che butti un occhio al suo show, un’ora e venti minuti in velocità e spensieratezza.

Foto: account Instagram Francesco Cicchella