Elezioni Politiche 2022, si vota il 25 settembre: la stagione tv inizia (prima) con la campagna elettorale

Le Politiche anticipate al 25 settembre potrebbero portare qualcuno a tornare prima dalle ferie, soprattutto a La7: già fissata la #MaratonaMentana.

È ufficiale: le Elezioni Politiche anticipate si terranno domenica 25 settembre 2022. Questa la data decisa dal Consiglio dei Ministri ormai dimissionario e in carica solo per il disbrigo degli affari correnti. Con lo scioglimento delle Camere da parte del Presidente della Repubblica, comunicate ufficialmente dallo stesso Mattarella con una breve comunicazione alla stampa nel tardo pomeriggio di oggi, si è avviata la procedura per le Elezioni Anticipate, che si svolgeranno circa sei mesi prima il ‘naturale’ termine della Legislatura, prevista per la primavera 2023. Una legislatura nata a fatica, trasformatasi in corso d’opera a forza di crisi e di rotture che non hanno avuto requie neanche nei momenti più duri della Pandemia. E nel meglio di una crisi internazionale energetica, politica, economica, climatica senza precedenti, il Parlamento italiano ha deciso di sfiduciare il Premier Mario Draghi a capo di quello che doveva essere un governo emanazione di un patto parlamentare di unità nazionale. Il patto è naufragato.

Ciò detto, con lo scioglimento delle Camere il 21 luglio 2022, si ha una finestra di 10 giorni, tra i 60 e i 70 giorni dalla misura presa dal Capo dello Stato, per convocare gli italiani alle urne. Si voterà solo domenica 25 settembre 2022 dalle 7 alle 23, con il beneplacito anche della comunità ebraica che in quel giorno festeggia il proprio Capodanno, ma solo a partire dal tramonto, il che permette agli osservanti di esercitare il proprio diritto al voto. In più il 25 settembre è in pausa anche il Campionato di Calcio di Serie A per un impegno della Nazionale. E per chiudere il cerchio, il 24 settembre scadono quei 4 anni, 6 mesi e 1 giorno di legislatura che garantiscono la maturazione della pensione parlamentare per quanti al momento sono negli scranni di Camera e Senato (molti dei quali non solo non saranno rieletti, ma neanche ricandidati).

Con le Elezioni Anticipate sul finire di settembre, la tv ha tutto il tempo di seguire da vicino la campagna elettorale anche se ci sono manovre in corso per anticipare alcuni programmu e tornare dalle ferie. La maggior parte dei programmi di approfondimento Rai nel daytime inizia il 12 settembre, con #Cartabianca però al via già il 6 settembre e Marco Damilano il 5 settembre, ma che potrebbe iniziare una settimana prima.

Qualche vacanza interrotta è più probabile su La7, che aveva annunciato DiMartedì dal 13 settembre, Propaganda Live dal 16, Otto e mezzo dal 18 e Non è l’Arena dal 19, quindi a una sola settimana di distanza dal voto. Sicuramente un’estate di lavoro, l’ennesima, per Diego Bianchi e la sua squadra, alle prese col racconto di una campagna elettorale in parte decisamente balneare.

Chi ha già dato il suo appuntamento ai telespettatori è il direttore del TgLa7 Enrico Mentana che ha già annunciato una #MaratonaMentana notturna per seguire lo spoglio dei voti e l’andamento dei risultati: con un solo giorno di seggi aperti e la chiusura delle urne alle 23 inevitabilmente Mentana inizierò la sua diretta intorno alle 22.30 di domenica 25 settembre e poi dritti fino ai risultati. Se saranno decisivi o se inizierà un balletto di alleanze di Governo lo scopriremo tra due mesi.

 

Prime variazioni nei palinsesti Rai

C’è già la notizia del ritorno immediato di Lucia Annunziata che da palinsesto doveva tornare con Mezz’ora in più solo il 18 settembre, ma che ha deciso di anticipare la ripresa addirittura a domenica 24 luglio, quando riconquistarà la sua collocazione delle 14.30 su Rai 3. Cambia anche Agorà Estate, che continuerà la sua stagione su Rai 3 andando in onda fino al Tg3 delle 12 e non più fino alle 10, mentre FiloRosso continuerà nel prime time del martedì di Rai 2 per tutta la stagione.