• Tv

Che fine ha fatto Trash Italiano?

Trash italiano, account social e sito disattivati per via di una causa legale di Mediaset? Ecco cosa è successo

Che fine ha fatto Trash Italiano? È la domanda che circola sui social (e non solo) da qualche giorno. Da quando, cioè, sono spariti i popolarissimi profili social e il sito che facevano riferimento all’account che ha inventato il ‘No, Maria, io esco‘ e che con gli anni ha accresciuto, meme dopo meme, il suo peso anche all’interno delle dinamiche televisive sono spariti. Una mossa di marketing? Un tentativo di creare hype in vista di una operazione imprenditoriale? Nulla di tutto questo.

Secondo il sito Giornalettismo, “alla base dell’addio ai social c’è una causa legale con Mediaset che ha portato allo stop immediato, urgente, velocissimo, di tutte le attività del profilo in pochissime ore“.

A scriverlo, nello specifico, è Gabriele Parpiglia, autore tv (anche) di programmi Mediaset come il Maurizio Costanzo Show e L’Isola dei famosi.

TvBlog ha contattato i diretti interessati della vicenda. Mediaset ci fa sapere che per una questione di rispetto della privacy non rende mai pubbliche le cause legali in cui è coinvolta. Marco D’Annolfi, nome di battesimo del fondatore di Trash Italiano, invece, preferisce non rilasciare dichiarazioni.

La sua ultima uscita pubblica risale alla settimana scorsa, quando su Twitter (dopo che il suo account Instagram era già stato disattivato) scrisse:

Una giornata un po’ no. Per un po’ Trash Italiano non sarà disponibile. A presto. Marco.

Al netto della vicenda specifica (peraltro, non si sa se gli account social di Trash Italiano siano stati temporaneamente disattivati o cancellati definitivamente, di sicuro al momento non sono raggiungibili), il tema della tutela dei contenuti audiovisivi protetti da copyright è quanto mai attuale. È di pochi giorni fa, non a caso, la notizia del tribunale di Roma che ha ordinato a Twitch di rimuovere tutte le reaction ai programmi Mediaset come Amici e L’isola dei famosi.