Bruno Arena dei Fichi d’India è morto

A darne la notizia sui social il figlio Gianluca Arena

Un lutto colpisce oggi il mondo dell’intrattenimento e della comicità italiana. È infatti morto, all’età di 65 anni, Bruno Arena, attore comico che deve la sua popolarità al duo dei Fichi d’India, formato insieme a Max Cavallari e diventato uno dei componenti fissi di numerose stagioni di Zelig, per poi partecipare a tanti altri programmi tv e non solo.

A dare la notizia della scomparsa è stato il figlio Gianluca che, come il padre, ha deciso di seguire la carriera del cabaret. “Non ero pronto, ma tanto non lo sarei mai stati”, scrive Gianluca in una storia su Instagram, “buon viaggio papà… lasci un vuoto immenso”.

Nato a Milano nel 1957, Arena prima di calcare i palcoscenici aveva insegnato Educazione fisica in alcune scuole della provincia di Varese, da grande appassionato di sport quale era. Negli anni Ottanta, però, inizia ad avvicinarsi al mondo dello spettacolo, cominciando a lavorare anche come animatore turistico.

Nel 1988 l’incontro che cambia la sua vita artistica, quello con Max Cavallari, con cui forma il sodalizio dei Fichi d’India, duo comico che inizia a farsi conoscere prima nei locali della provincia di Varese, poi in vari spettacoli ed in Radio, su Deejay, dove diventa presenza fissa del programma “Tutti per l’una” con Marco Baldini, fino all’approdo in tv.

La svolta arriva quando entrano nel cast di Zelig, a cui partecipano già nelle edizioni ai tempi trasmesse da Italia 1. A renderli popolari i vari personaggi che interpretano ed i relativi tormentoni. In primi, i due televenditori ed il loro “Ararara”, da una parte parodia della categoria ma anche, nello specifico, di Roberto Da Crema, uno dei televenditori più in voga in quegli anni.

I Fichi d’India sono anche gli artefici di un’altra parodia, quella dei Nero per Caso, in cui, a cappella, cantavano strofe che in realtà erano delle freddure. Tra gli altri personaggi che il duo ha interpretato, il pescivendolo e la signora, le mamme, Shrek e Fiona, che hanno portato anche sul palco di Colorado, di cui hanno fatto parte del cast.

Il 17 gennaio 2013, durante una registrazione di una puntata di Zelig, Arena ha un aneurisma, per cui viene portato d’urgenza in ospedale e sottoposto ad alcuni interventi. Le sue condizioni sono tali per cui Arena non riesce più a proseguire la sua attività artistica, tanto che Cavallari negli ultimi anni si è esibito da solo. Nonostante questo, il mondo dello spettacolo e della comicità è sempre stato a fianco di Bruno, che insieme allo stesso Max gli hanno riservato tanti messaggi di affetto e di sostegno in questi anni. Tanti quanto i messaggi di cordoglio che in queste ore stanno giungendo alla famiglia di Bruno Arena ed al suo compagno e amico di una vita.