• Tv

Avanti un altro, concorrente ‘squalificato’ dal Var. Il ripescato va al gioco finale e vince (Video)

Ad Avanti un altro il concorrente Christian va al gioco finale, ma viene ‘squalificato’ dal Var. Il ripescato Carlo vince 60 mila euro

Tutto in cinque minuti. Ad Avanti un altro va in scena l’impensabile, con il concorrente prima promosso al gioco finale e in seguito ‘squalificato’ dal Var. Se poi il ripescato trionfa e porta a casa 60 mila euro, allora l’episodio assume contorni davvero clamorosi.

I protagonisti sono Christian e Carlo. Il primo è seduto nella postazione del campione con 50 mila euro in ‘cassa’, mentre il secondo tenta una disperata rincorsa che riesce in extremis, grazie alla ‘pariglia’ estratta dal pidigozzaro.

A porre la domanda ai due è Luca Laurenti e a rispondere correttamente è Christian, nonostante Carlo parrebbe essersi prenotato prima. Il pulsante tuttavia non si attiva e lo sfidante ne approfitta.

Carlo se ne va, Christian viene portato da Paolo Bonolis al centro dello studio. Si sta per cominciare con la lettura delle ultime ventuno domande, quando Marco Salvati dalla regia reclama attenzione.

Come nella grande tradizione dei quiz televisivi accadono dei fatti che lasciano dei dubbi e vanno verificati”, spiega l’autore. “Abbiamo guardato al rallentatore attraverso tutte le camere. E’ stato il signor Carlo in realtà a spingere per primo e per problema elettronico di pulsanti non è stato illuminato. C’è un evidente anticipo di Carlo. Casomai possiamo valutare l’ipotesi di invitare Christian in un’altra puntata. Può venire tranquillamente da noi a vedere le immagini”.

Il volto del ragazzo non lascia spazio ad interpretazioni. “Mi dispiace”, sussurra Bonolis, che riceve da Christian un gelido “anche a me”.

A quel punto Carlo riappare in studio e va a sedersi, mentre il giovane si allontana infastidito. E’ qui però che si inaugura la fase due, con il rientrante che si rende protagonista di una performance esaltante, suggellata dalla vittoria.

L’inedito fuori programma risale al febbraio del 2020, ma la puntata è stata trasmessa con due anni di ritardo.