Arena ’60 ’70 ’80: gli ospiti, le canzoni e quando va in onda

Arena ’60 ’70 ’80, tutte le informazioni: il conduttore, gli ospiti, le canzoni, le puntate, la location e quando andrà in onda.

Arena ’60 ’70 ’80 saranno due serate-evento che andranno in onda su Rai 1, condotte da Amadeus, completamente dedicate alle canzoni che hanno maggiormente segnato gli anni ’60, gli anni ’70 e gli anni ’80. L’evento sarà prodotto da Arcobaleno Tre.

Arena Suzuki ’60 ’70 ’80: quando va in onda?

Le puntate andranno in onda su Rai 1, in prima serata, sabato 25 settembre e sabato 2 ottobre 2021, come anticipato da TvBlog. Lo show sarà visibile anche in streaming su Rai Play. Radio 2 sarà la radio ufficiale.

Arena ’60 ’70 ’80: puntate

Lo show consisterà in due serate-evento che si svolgeranno all’Arena di Verona domenica 12 e martedì 14 settembre 2021.

Arena ’60 ’70 ’80: canzoni

Durante lo show condotto da Amadeus, verranno omaggiate le canzoni iconiche che hanno segnato trent’anni di musica.

Riascolteremo, quindi, hit prodotte in Italia, che sono diventate successi in tutto il mondo, canzoni d’autore e brani internazionali che hanno fatto ballare l’Italia e il mondo intero.

Tra le canzoni che verranno omaggiate nel corso delle due serate, le prime che sono state citate nel corso della conferenza stampa di presentazione sono state The Final Countdown, I Like Chopin, Masterpiece e Ti Amo. Altri brani, oltre quelli già annunciati e raccolti nel promo, sono YMCA, Forever Young, Live is life, Figli delle stelle, Touch Me (I Want Your Body), People from Ibiza.

Arena Suzuki ’60 ’70 ’80: cantanti

I primi nomi confermati per l’evento, durante la conferenza stampa di presentazione, sono stati i seguenti: gli Europe, Gazebo, Loredana Bertè, Patty Pravo, Umberto Tozzi e Raf.

Amadeus aveva dichiarato che l’obiettivo sarà quello di avere tutti i più grandi protagonisti musicali di ogni decennio.

Come anticipato da TvBlog il 6 agosto 2021, tra gli ospiti, ci saranno anche Orietta Berti, Sabrina Salerno, Sandy Marton, Samantha Fox e Alan Sorrenti.

A loro si aggiungono i Village People, Alphaville, Opus, Tony Hadley degli Spandau Ballet, Tracy Spencer; per la ‘compagine italiana’ Gianna Nannini, Roberto Vecchioni, Rettore, Alan Sorrenti, Gazebo, Edoardo Vianello, Righeira, Marcella Bella, Spagna, Fausto Leali, Sergio Caputo, Peppino di Capri, Maurizio Vandelli dell’Equipe 84.

Chi conduce le due serate evento?

In questo show, Amadeus tornerà a ricoprire il ruolo di dj. Le canzoni che verranno omaggiate nel corso delle due serate, infatti, sono le stesse che Amadeus proponeva nelle serate in discoteca, durante gli inizi della sua carriera, e quando iniziò a farsi strada nel mondo delle radio.

Uno dei nuclei fondamentali della scena sarà una consolle, dietro la quale Amadeus farà ascoltare la sua playlist, intervistando anche i cantanti che animeranno le due serate.

Dove si tiene lo show condotto da Amadeus?

Le due serate verranno registrate all’Arena di Verona, il 12 e il 14 settembre 2021, come detto. Amadeus condurrà un evento sul palco dell’Arena di Verona per la prima volta nella sua carriera. L’Arena di Verona sarà “vestita” con i simboli e le icone di quel periodo.

Dove si acquistano i biglietti?

I biglietti per assistere alle due serate sono disponibili sul circuito Ticketone. Il prezzo va dai 25 euro della seconda categoria Gradianata ai 49 euro della prima categoria Platea. Nell’Arena di Verona, saranno presenti 6mila spettatori. 

Arena Suzuki 60 70 80, il promo e le canzoni usate

Ecco il promo di Arena Suzuki 60 70 80. Come si può facilmente intuire, al titolo è stato aggiunto il nome della famosa marca automobilistica, che quindi sarà il main sponsor del programma. Nel promo, si può vedere Amadeus muoversi all’interno di una scenografia animata che include degli strumenti musicali ed alcuni riferimenti al centro di Verona, città in cui si terrà lo spettacolo.

Inoltre, si possono sentire alcune canzoni che, probabilmente, saranno anche all’interno delle due serate: “Le Freak” degli Chic, “Eye of the tiger” dei Survivor, “I will survive” di Gloria Gaynor, “I’m your Boogie Man” di KC and The Sunshine Band, “Good Times” degli Chic, “Another one bites the dust” dei Queen e “Kiss” di Prince and The Revolution.