• Tv

Alberto Matano si sposa, Francesco Benigno tuona: “Con tutti i problemi che ci sono parliamo di lui?”. Sì, per fortuna

L’attore di Mery per sempre contro lo spazio mediatico dedicato all’unione civile del conduttore.

In questi giorni si è parlato molto dell’unione civile di Alberto Matano, conduttore de La vita in diretta, con Riccardo Mannino. A celebrare l’evento l’amica e collega Mara Venier, ma erano presenti tanti volti televisivi. Lo spazio mediatico dedicato alla notizia non è tuttavia andato giù a Francesco Benigno, che se ne è lamentato via social.

L’attore di Mery per sempre e concorrente de La Fattoria di Barbara d’Urso nel 2005 ha dichiarato:

C’è una guerra, una pandemia che ci fa ancora molti morti, un referendum sulla nuova giustizia, 591 Comuni eleggeranno il nuovo sindaco, migliaia di problemi di ogni tipo, gente che muore di fame ed è da ieri che leggo in tutte le testate giornalistiche che esistono in Italia, la notizia in prima pagina più importante che avete saputo dare qual è? Che Alberto Matano si è sposato? Ora, con tutto il rispetto e con tutto l’affetto che posso avere per Matano, secondo voi, la notizia più importante da dare per due giorni consecutivi è questa?”.

L’attore si avventura perfino in ipotesi molto audaci:

“Questo ci fa capire che che voi giornalisti siete schiavi del sistema o che pensate che siamo talmente cretini che la notizia più importante da dare sia che Alberto Matano si è sposato? Non che io sia contrario, io sono per l’amore a 360 gradi. Oggi ricordiamo che si vota, buona domenica, se non si vota le cose non cambieranno mai, questa è la notizia più importante da dare, con tutto il rispetto per Alberto Matano, viva l’amore, viva Alberto Matano, ma su tutte le prime pagine no“.

Premesso che non si è ancora capito quale sia il sistema del quale sarebbero schiavi i giornalisti e che gli stessi tendono ad avere una valutazione serena dei propri lettori, andrebbe ricordato a Benigno che l’unione civile di Alberto Matano rappresenta invece una grande notizia, che peraltro non ha conquistato alcuna prima pagina ma uno spazio mediatico adeguato.

Stiamo parlando di un ex volto del Tg1 ora conduttore di un programma di infontainment sulla rete ammiraglia della Rai che peraltro da due stagioni batte regolarmente la concorrenza. I conduttori della comunità LGBTQIA+ in Italia sono inoltre pochissimi (Pierluigi Diaco, Drusilla Foer) mentre di sicuro sul piccolo schermo sono presenti molti personaggi non eterosessuali relegati però a ruoli non di primissimo piano (Cristiano Malgioglio giudice a Tale e Quale Show, Fabio Canino giudice a Ballando con le Stelle, Vladimir Luxuria opinionista all‘Isola dei Famosi). Quindi sì, con tutti i problemi che ci sono ben venga che si parli dell’unione civile di Alberto Matano.