Stasera Noi Due. Federico Costantini: “Non sono come Claudio Rizzo”

Uno dei personaggi emergenti de I Liceali è senza dubbio Federico Costantini che interpretava il bullo Claudio Rizzo nella serie. Abbiamo intervistato il giovane attore in occasione della messa in onda del tvmovie Noi Due che Raidue trasmetterà questa sera alle 21. (Qui la fotogallery de I Liceali) Nonostante la tua giovane età, hai alle

di share

Federico Costantini (Claudio Rizzo) - I Liceali
Uno dei personaggi emergenti de I Liceali è senza dubbio Federico Costantini che interpretava il bullo Claudio Rizzo nella serie. Abbiamo intervistato il giovane attore in occasione della messa in onda del tvmovie Noi Due che Raidue trasmetterà questa sera alle 21. (Qui la fotogallery de I Liceali)

Nonostante la tua giovane età, hai alle spalle un lungo curriculum che spazia da spot pubblicitari fino ai Liceali, passando per il film Cardiofitness e il film-tv Noi due, stasera in onda su Raidue. A quale sei più affezionato e per quale motivo?

Sono affezionato a tutti ma forse è il primo quello a cui sono legato di più. Il primo è stato quasi un gioco più che un lavoro; l’ho vissuta come un’avventura, non mi rendevo quasi conto di quello che facevo. Ho un bellissimo ricordo di Nicoletta Romanoff che veniva da Ricordati di Me di Muccino. Ho partecipato a cinque lavori e ho avuto la fortuna di trovare in ognuno un set in cui c’era una bella armonia: le esperienze più spensierate sono state quelle di Cardiofitness e Noi Due, senza ovviamente dimenticare I Liceali che mi sta dando la popolarità.”

Come sei arrivato a interpretare Claudio Rizzo nei Liceali, una serie che ti ha fatto conoscere al grande pubblico?

Sono stato chiamato dalla produzione per partecipare ai provini. Sono arrivato ai Liceali proprio grazie a Cardiofitness, l’unico film da me interpretato che Lucio Pellegrini (il regista) aveva visto. Ho partecipato al provino e hanno deciso di prendermi. “


Federico Costantini e Alessandro Sperduti in primo piano - I LicealiLa tua è una famiglia d’arte. Della tua scelta di intraprendere la carriera di attore, quanto hanno contato i tuoi genitori? Sei stato appoggiato da subito?

Non sono mai stato spinto da loro però dal momento in cui ho scelto di fare l’attore mi hanno appoggiato. Hanno sempre fatto così, cercando di dirmi quali fossero le cose più giuste da fare dandomi poi dei consigli, nel momento in cui avessi deciso, per affrontare tutto nel modo migliore“.

E’ cambiata la tua vita da quando per la maggior parte delle ragazze sei identificato come Claudio Rizzo dei Liceali?

Dopo I Liceali un pò è cambiata perchè mi riconoscono per la strada e mi salutano. Certo, ora è diventato molto più problematico andare in discoteca perchè appena mi vedono mi vengono incontro. Diciamo che non passo più inosservato, ma va bene così.”

Quanto c’è di Federico Costantini in Claudio Rizzo?

Intanto tra tutti quelli che ho interpretato è il personaggio che mi affascina di più anche perchè ha molte sfaccettature di carattere. Lui è ambizioso, orgoglioso e fiero e questo rispecchia in parte il mio essere. Di sicuro io non arrivo ai suoi livelli e soprattutto per quanto riguarda l’aggressività e e l’essere odioso con tutti, non sono affatto così“.

CardiofitnessI liceali raccontano una scuola che alcuni hanno definito quasi estrema ed inesistente. Qual è il tuo parere a proposito?

Noi andiamo a raccontare in una sola scuola tutto quello che succede in varie scuole d’Italia. Ovvio quindi che possa sembrare irreale ma se andiamo a leggere le cronache sui giornali non ci inventiamo, purtroppo, niente. Abbiamo raccontato per esempio di corse di macchine e si è letto di morti in tal senso, così come altri argomenti considerati negativi. Fa parte della società e della scuola di oggi: pensiamo ad esempio all’insegnante che si faceva toccare dagli alunni e che forse potrebbe entrare come argomento nella seconda serie dei Liceali. Anche sullo spinello, io stesso ho letto sui giornali che un prof offriva ai ragazzi una canna. Insomma non siamo un college svizzero.”

Sappiamo che hai appena affrontato gli esami. Hai avuto delle difficoltà a tornare a scuola dopo il successo in televisione?

Quest’anno ho frequentanto solo da gennaio a fine maggio e sono tornato appena finito di girare I Liceali. Appena usciti magari c’è stato qualcuno in più che mi fermava per chiedermi notizie sulla serie o retroscena ma bene o male mi conoscevano già quindi non è stato traumatico il rientro in classe“.

Hai riscontrato analogie tra i tuoi professori nella vita reale con quanto accade nei Liceali?

Logicamente anche per quanto riguarda i professori c’è stata una certa estremizzazione anche se qualche prof simile l’ho avuto. Ho per esempio avuto uno che si avvicinava ai metodi di Cicerino nella serie. Così come professori freddi, che non volevano fare niente, e quelli che si interessavano ai ragazzi come appunto faceva lo stesso Cicerino. Persino prof pazzi quasi come quello interpretato da Marescotti“.

Federico CostantiniRizzo nella serie seduce e abbandona Elena Cicerino per fare un dispetto al professore. Federico, tra le donne della serie, chi avrebbe scelto?

Non lo so, in realtà non c’è stata una ragazza che mi abbia particolarmente colpito nella prima serie. Forse nella seconda. Sono belle ragazze ma, a parte che sono fidanzato, non ci sono state ragazze che hanno colpito la mia attenzione“.

Com’è il rapporto con gli altri protagonisti giovani? Vi frequentate anche fuori dal set?

Si, con alcuni addirittura ci conosciamo da una vita tanto che siamo a scuola insieme. E’ il caso di Lorenzo Richelmi (Schifani) ed Emanuele Propizio (Pregoni). Proprio con Lorenzo c’è un’affinità particolare, ci siamo visti anche ieri sera per dire, un pò come avviene tra Schifani e Rizzo. Sono amico anche di Alessandro Sperduti e Daniele De Angelis, quest’ultimo lo conosco dai tempi di Cardiofitness“.

Ricordi una scena sul set che ti è particolarmente piaciuto girare?

Senza dubbio quella in cui Rizzo porta a casa sua Elena Cicerino per portarsela a letto e poi la caccia di casa quando lei non ci sta. E’ stato divertente realizzarla, soprattutto perchè era una scena crudele e cattiva e io preferisco interpretare le scene in cui mi comporto da cattivo.”

Anche se sei agli inizi di una carriera che ti auguriamo lunga e prospera di successi, a quale attore ti ispiri?

In Italia l’attore che preferisco è Kim Rossi Stuart. Tra l’altro anche lui ha lavorato per Valsecchi in Uno Bianca.”

Noi DueStasera va in onda Noi Due, una miniserie che è stata probabilmente anticipata ora dopo il successo nei Liceali. Che ricordi hai dal set di questa fiction?

Innanzitutto è un film vero e proprio visto che va in onda in una sola serata, avevo 17 anni quando l’ho interpretata. L’ho girata un anno e mezzo fa e come in Cardiofitness ancora non lo vedevo con un lavoro vero e proprio ma più un gioco. Mi sono divertito. Dal terzo film in poi ho incominciato a fare le cose con più consapevolezza.”

Qual è la trama di questo film?

Ci sono due ragazzi completamente diversi: lui, Jack, 20 anni frequenta un Istituto Tecnico, è leader tra i suoi amici, gli piacciono le moto. Lei invece è Greta, una ragazza con una malattia al cuore che la rende imprevedibile dall’umore che cambia da un momento all’altro. I due si incontrano quasi per caso e nasce un amore; non saranno rose e fiori perchè questo amore sarà tartassato dalle difficoltà. Non è come qualcuno ha detto un clone di Tre metri sopra al cielo. Questa è più una favola.”

Il tuo ruolo di Jack in “Noi due” (trasposizione televisiva del romanzo “Jack Frusciante è uscito dal gruppo” di Enrico Brizzi) per alcuni tratti ricorda Rizzo dei Liceali… ti trovi bene nel ruolo del ragazzo pieno di problemi in famiglia, a scuola, nell’amore?

Si, anche se a dir la verità non è che i due si assomiglino tanto perchè Rizzo ha problemi in famiglia mentre Jack è un ragazzo come tanti che a volte ha qualche screzio con i genitori. Jack tra l’altro è un personaggio dolce e buono e appena si innamora fa di tutto per lei. Comunque è vero, in questi personaggi particolari e problematici mi trovo bene. Mi piacerebbe magari interpretare anche ruoli drammatici alla Romanzo Criminale“.

Ci puoi anticipare qualcosa dei Liceali 2? Rizzo metterà la testa a posto?

Sto ancora finendo di leggere il copione, posso solo confermare che arriverà una nuova ragazza. Di più non posso dire“.

Se dovessi consigliare ai ragazzi e ai genitori di seguire I Liceali, cosa diresti?

Direi che questo è un prodotto di qualità perchè non è solo una fiction ma trattasi di sei film. Lucio è un regista che viene dal cinema e quello che ha scritto lo ha fatto proprio con un metodo che si avvicina a quello cinematografico più che televisivo. E’ un prodotto che fa ridere, commuovere e racconta ai ragazzi quello che fanno i ragazzi, ai genitori quello che fanno i loro figli e ai professori quello che succede con gli alunni. Può essere un buon metodo anche per gli stessi prof per dare dei consigli ai propri alunni e migliorare la società d’oggi“.

Per finire, oltre ai Liceali, hai altri progetti in ballo, televisivi o cinematografici?

Ne avrei avuti ma visto che gireremo per cinque mesi ho dovuto spostarli più avanti. Sono progetti cinematografici che spero di poter realizzare al termine dei Liceali.”

Grazie per questa intervista e, in attesa dei Liceali 2, seguiremo anche Noi Due. (Share)

I Video di TvBlog