• Tv

Servizio Pubblico, Vittorio Sgarbi contro uno spettatore: “Pezzo di [email protected], studia, capra e buffone” (VIDEO)

La sfuriata (l’ennesima) del critico d’arte in diretta tv

Chiamato in extremis da Michele Santoro per sopperire alle assenza in studio dei due ospiti più attesi, i parlamentari del Movimento 5 Stelle Alessandro Di Battista (presente comunque in collegamento da Montecitorio) e Carla Ruocco, Vittorio Sgarbi anche ieri sera a Servizio Pubblico è stato protagonista di un’altra, l’ennesima, scenata trash (dopo l’improvvisata a Virus di Nicola Porro e la sequela di offese a Renzi, Alfano e Berlusconi a L’aria che tira, solo per ricordare i casi più recenti).

Tutto è nato dall’intervento di uno spettatore del pubblico in studio (forse indispettito dalle critiche appena rivolte dallo stesso Sgarbi al Movimento 5 Stelle) che, urlando e senza microfono, ha ricordato al critico d’arte che il comune di Salemi, da lui amministrato in qualità di sindaco qualche anno fa, è stato sciolto per infiltrazioni mafiose.

Il polemista, fino a quel momento in grado di contenersi dal punto di vista verbale, non ha apprezzato:

Sì, appunto da uno dell’?ndrangheta, pezzo di merda, vai a vedere. Lo ha sciolto un prefetto dell’?ndrangheta. Lo sapevi? Studia, studia, capra e buffone. Prefetti ladri, che rubano soldi. Fanc*lo. Tecnicamente parlando.

Santoro ha tentato di arginare la furia di Sgarbi, che per fortuna dopo pochi secondo si è placato. Certamente restano i dubbi sulla scelta degli ospiti da parte del conduttore. Evidente anche i big dell’informazione italiana non riescono ancora a rinunciare alla scorciatoia per animare i talk spesso soporiferi.

Sta di fatto che la puntata di ieri è stata vista in media da 2.071.000 telespettatori, per uno share del 9.10%. Risultato sicuramente positivo, anche se non esaltante, nonostante (o a causa del) l’exploit di Sgarbi.