Samantha De Grenet, professione? Mamma!

Samantha De Grenet è senza ombra di dubbio una delle (presunte) showgirl più miracolate dello star system. Se per anni ci ha ammorbato con la sua presenza in qualità di inutilissima opinionista del superfluo, dopo aver esordito con conduzioni non troppo memorabili, ora rivendica una nuova qualifica professionale per dare un senso al gettone di

samantha de grenetSamantha De Grenet è senza ombra di dubbio una delle (presunte) showgirl più miracolate dello star system. Se per anni ci ha ammorbato con la sua presenza in qualità di inutilissima opinionista del superfluo, dopo aver esordito con conduzioni non troppo memorabili, ora rivendica una nuova qualifica professionale per dare un senso al gettone di presenza.
La De Grenet, infatti, fa la mamma a tempo pieno… stando tutto il tempo a parlarne in tv.
Non importa se a rubarle la scena, contendendole l’esclusiva di aneddoti domestici e consigli pediatrici, siano colleghe altrettanto militanti nel settore come Alessia Merz, Milena Miconi o un’altra reietta in dolce attesa come Justine Mattera. Samantha è sicuramente la mamma più ospitata della categoria. Alla Vita in diretta è ospite una settimana sì e l’altra pure e Cucuzza la presenta come un esempio da emulare per godere a pieno delle gioie della maternità. Ora persino Verissimo l’ha accolta nelle sue grazie, rendendola protagonista di un imbarazzante siparietto ‘cambia il pannolino a tempo di record’.
E lei, stoicamente, ce l’ha fatta in trenta secondi, dimostrandoci che per starne a parlare qualcosa deve pur saperla fare.
Che poi la vita privata non la veda totalmente assorbita da questo ruolo è sicuramente un dato di fatto, visto che l’impegno profuso per recitarlo in tv le toglierà di sicuro il tempo per assolverlo sul serio.
Poi c’è quel prosperoso décolleté , che ormai la De Grenet ostenta come baluardo del suo matrimonio in stato interessante per farsi perdonare qualche scollatura di troppo.
Ma, a chi le rinfaccia di sciacquare i panni sporchi a mezzo stampa, la De Grenet ha pronta la smentita che sa di esilarante (vedete Wikipedia):

“Molto attenta alla privacy, è assai raro vedere la sua vita privata sbattuta sulle prime pagine dei rotocalchi scandalistici. Qualcuno ci ha provato, ma è finito male. Il direttore di Tivù Tabù ha perso la causa intentata dalla show-girl alla rivista, rea di aver pubblicato alcune foto di nudo integrale senza l’autorizzazione dell’interessata”.

Non è contemplata, al contrario, una legge tv che limiti l’abuso mediatico della maternità per scopo di lucro, considerato che per molte starlet cadute in rovina è diventato un mezzo di rilancio per alzare il cachet?
E, soprattutto, quando la smetteranno di farci credere che sono mamme solo loro?

I Video di TvBlog