• Tv

Nip/Tuck e l’ultima di The O.C. su Mediaset Premium

Si rinnova l’offerta di serie tv del digitale terrestre di Mediaset Premium. Sono due i telefilm che è possibile vedere sul digitale terrestre, ovviamente a pagamento, a partire dai prossimi giorni. Si comincia con Nip/Tuck per il quale è prevista la riproposizione di tutte e 4 le stagioni dal 22 marzo in poi e con

di

The O.C.Si rinnova l’offerta di serie tv del digitale terrestre di Mediaset Premium.
Sono due i telefilm che è possibile vedere sul digitale terrestre, ovviamente a pagamento, a partire dai prossimi giorni. Si comincia con Nip/Tuck per il quale è prevista la riproposizione di tutte e 4 le stagioni dal 22 marzo in poi e con tempi piuttosto lunghi visto che parliamo di 2 episodi ogni giovedì (in replica al sabato). Il costo “a serata” è di 2 euro, quello per stagione di 9.

Non trattandosi di episodi nuovi e vista la programmazione con soli 2 passaggi non sembra un grande investimento. Gli appassionati, senza tener conto delle possibilità “fuori legge“, possono agevolmente procurarsi i cofanetti dvd che specialmente per la prima stagione hanno raggiunto l’abbordabile prezzo di 29 euro su molti siti e anche in alcuni negozi.

Altra novità sono invece gli episodi della quarta ed ultima stagione di The O.C. che prenderanno il via il prossimo 12 aprile. La formula è la stessa, 2 episodi per serata, costo 2 euro per volta. Le differenze sono le due repliche (al sabato e al giovedì pomeriggio successivo) e il prezzo della formula “intera stagione” che è leggermente più alto rispetto a Nip/Tuck, 12 euro in tutto.

Dal 1 marzo scorso sono in corso le repliche della terza stagione, la stessa che Italia 1 fu costretta a posticipare e troncare per via dei bassi ascolti.

Tutto questo andava detto come informazione generale, resta comunque un sostanziale amaro in bocca osservando che fine ha fatto la presunta “rivoluzione digitale” di cui tanto si favoleggiava. Nonostante il numero dei decoder venduti sia ormai considerevolmente alto nel nostro paese quelli che mancano veramente, tolte le partite e il Grande Fratello, sono sempre i loro: i contenuti.