Maltempo in Sardegna: Crozza cancella la copertina a Ballarò, Linea Gialla si collega con Olbia per #allertameteoSAR

Il giorno dopo la devastazione i Tg generalisti e le trasmissioni di approfondimento si accorgono di quanto è successo in Sardegna. Partono le prime sottoscrizioni, mentre il Governo ha proclamato lo stato di emergenza.

LInea Gialla in diretta da Olbia

19.20: anche la puntata di stasera di Linea Gialla (La7, ore 21.10), condotta come di consueto da Salvo Sottile, si occuperà anche del dramma del maltempo in Sardegna.

Sarà l'inviato Martino Villosio in diretta da Olbia a raccogliere testimonianze e proporre aggiornamenti sull'evoluzione di quanto sta accadendo sull'isola devastata dal maltempo.

12.38 Maurizio Crozza annuncia su Facebook che questa sera la sua consueta copertina per Ballarò non andrà in onda. Cancellato per una settimana l'appuntamento con l'approfondimento di Rai 3 condotto da Giovanni Floris per rispetto alla tragedia che la Sardegna sta vivendo in queste ultime ore e delle sue vittime.

"Oggi nessuna voglia di ridere.
Cari tutti, ho deciso che la mia copertina a Ballarò di questa sera non andrà in onda. Di fronte ad una tragedia come quella che ha colpito la Sardegna non si ha tanta voglia di ridere. Almeno, io non ce l'ho. Un abbraccio a tutti gli amici sardi"

si legge sulla bacheca del comico genovese, non nuovo a gesti di questo tenore. Nel giorno dell'alluvione di Genova, la sua città, piegata dall'esondazione di torrenti che causarono la morte di sei persone il 4 novembre 2011, arrivò a cancellare la puntata settimanale di Italialand spiegando al Tg La7 che "lo spettacolo non deve per forza continuare".

Maltempo in Sardegna: diretta Tg La7 dalle 14.30 alle 20, Porta a Porta e Matrix in seconda serata per #allertameteoSAR


11.30 Dopo essersi accorti con un certo ritardo di quanto stava stava succedendo in Sardegna, lasciando solo alle reti All News il compito di raccontare la devastazione causata dal ciclone Cleopatra, i Tg generalisti e le trasmissioni di approfondimento hanno finalmente capito la portata della tragedia sarda. Da questa mattina 'piovono' (è proprio il caso di dirlo) collegamenti in diretta con i sindaci dei centri più interessati, con gli inviati e con i corrispondenti in servizio nelle zone più colpite, con una specie di staffetta che riguarda soprattutto le reti Rai.
Da UnoMattina ad Agorà, da Mi Manda Rai 3 a Elisir, non c'è nessuno che questa mattina non abbia rivolto almeno un pensiero alle vittime del maltempo, mentre persino Michele Mirabella si misura su Rai 3 con le previsioni del tempo per le prossime ore.

Ora che la conta dei morti arriva a quote drammatiche - sarebbero salite a 17 le vittime accertate - si moltiplicano le iniziative fuori e dentro il piccolo schermo.

Il direttore del Tg5, Clemente J. Mimun, annuncia via Twitter l'avvio di una sottoscrizione dei Tg Mediaset.


Scende in campo anche La7, che con il direttore Mentana su FB annuncia non solo una raccolta fondi con Corriere della Sera ma anche una non stop che durerà l'intero pomeriggio.


"Sulla tragedia maltempo in Sardegna attivata la raccolta di fondi "Un aiuto subito" di Corriere della sera e TgLa7. I riferimenti del conto durante la non stop del TgLa7 che aggiornerà sulla situazione - con immagini collegamenti e testimonianze - partire dalle 14.30 e fino alle 20".

In seconda serata, invece, ci pensa Vespa a seguire in diretta gli eventi sardi, con una puntata di Porta a Porta tutta dedicata all'emergenza in Sardegna.

Non è l'unico: anche Matrix interviene con una puntata in diretta che si occuperà dell'alluvione in Sardegna con collegamenti, immagini esclusive e ospiti in studio.

Peccato che ieri sera non se ne sia occupato praticamente nessuno se non in tarda serata, prima con l'edizione straordinaria del Tg3 Linea Notte, che ha interrotto intorno alle 23.40 la puntata di Sfide, seguito a ruota dalle finestre informative del Tg2 e anche di Tg La7 Night Desk.

Maltempo in Sardegna: morti e dispersi, la tv generalista arranca #allertameteoSAR

Maltempo Sardegna Ciclone Penelope Il maltempo in Sardegna si manifesta nella maniera più tragica che si potesse immaginare. Il Ciclone Cleopatra fa morti, feriti, dispersi. I numeri sono ancora provvisori, i bilanci sono impossibili.

Quel che è certo è che ormai la tv generalista arranca. Anzi, abdica del tutto di fronte alle all news e al web. Gli unici che sono in diretta sono Formigli, con Piazzapulita (che non può certo improvvisare collegamenti "live", e quindi non se ne fa nulla: il giornalista si limita a dare la notizia e a lanciare l'hashtag per i soccorsi. Poi nient'altro), e Del Debbio su Rete4: se ne parla anche qui. Ma le scalette di questi programmi di "approfondimento" sono scritte e non possono essere rivoluzionate.

Il Tg3 ci arriva in apertura di Linea Notte, poi tocca al Tg2, che torna a colle Le generaliste di Mediaset vanno per la loro strada. E così, il telespettatore che volesse conoscere la situazione in Sardegna deve dirottarsi, per forza di cose, sulle all news. SkyTg24, RaiNews, TgCom24. Oppure al web, appunto, prendendo con le molle tutte le fonti possibili e immaginabili.

Su Twitter, per esempio, se si dribblano le manifestazioni di cordoglio, di vicinanza et similia, si riesce ad avere anche informazioni utili, come, per esempio, i numeri di emergenza (quelli tradizionali sono, ovviamente, intasati). Con il passare dei minuti, Linea Notte riscatta un po' le generaliste tutte, con una serie di collegamenti telefonici che si alternano agli altri argomenti del programma (su tutti, le Primarie del Pd).

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: