Zoro, il blogger che entra ed esce dal Gf

diego bianchi zoroQuest'oggi, per rimanere in tema di Grande Fratello, voglio proporvi uno spunto curioso, da rileggere nell'ottica della ricezione internauta. In giorni di web-cronache concorrenziali e reality bloggin' compulsivo, c'è un personaggio della rete che ha deciso di uscire allo scoperto e fare una cosa un po' diversa.
Il suo nome è Zoro, alias Diego Bianchi, e lavora per Excite, uno dei portali più quotati della rete (a me piace definirlo la versione al maschile della Lupini di Kataweb e tra l'altro ho scoperto che sono grandi amici).
L'identità in rete di Zoro, che ha un blog tutto suo di carattere opinionistico, è stata indissolubilmente legata, per diverso tempo, a quella del Gf, che documentava per ragioni professionali.
Lavoro a parte, non ha mai rinunciato all'interesse e alla riflessione su un fenomeno che apre multiformi scenari critici (mi piace ricordare un'espressione di Platinette, che dovrebbe nobilitare tutti noi blogger militanti nel garbage, secondo cui il reality avrà un senso finchè rimarrà un'isola felice per allenare la critica).
Il valore aggiunto di Zoro sta nella sua singolare esperienza da insider: lui è entrato nel tunnel della blog-celebrità arrivando a un passo dalla porta rossa. Insomma, si è trovato catapultato nel sistema intervendo per un paio di puntate della scorsa edizione come opinionista all'addiaccio (nella speranza che la calca acritica delle tifoserie non obnubilasse la qualità superiore dei suoi interventi).
Quando l'ho incontrato a Piùblog, nel dicembre scorso, mi è sembrato disorientato e disilluso dal grande salto che, anzichè arricchirlo, aveva finito per inaridirlo.
Quest'anno, per la prima volta, dice di non aver trovato posto nella conferenza stampa. Dunque, non gli restava che voltare pagina e cancellare il Grande Fratello dalla sua vita da blogger.
E invece no. Ci consegna una video-cronaca sui generis, che a una prima impressione potrebbe risultarvi snob o rosicona. Ma, se la guardate con più attenzione, vi stupirà.
E' il biglietto da visita di un telespettatore più pragmatico di una volta che vede le cose per quello che sono.
E si mette a nudo in prima persona, senza nascondersi dietro le delazioni anonime di un post, consegnando al suo pubblico un documento di cinico realismo vissuto sulla propria pelle.
Nulla a che vedere con chi sputa sul piatto da cui mangia, elencando uno sotto l'altro i partecipanti del reality che ha appena definito immorale e sconsigliato al pubblico (cosa da cui a Tvblog ci guardiamo bene preferendo il basso profilo al falso snobismo).
Anche Diego nel Gf ci aveva creduto sul serio, probabilmente se n'era appassionato come uno di noi.
Ora, con tutta onestà, ha il coraggio di ammettere la propria delusione, per un programma che ha fatto il suo tempo e non ha nulla a che fare con la sua vita.
Un programma che, nonostante tutto, continua a vedere e commentare causticamente per noi, come in ogni odi et amo che si rispetti nella blogosfera.
Il fatto che si sia esposto così platealmente, ma prendendosi talmente poco sul serio, al sottoscritto dice già tante cose. A fare copia e incolla gridando allo scandalo so' bravi tutti.




  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: