Paura di amare 2, Erica Banchi a TvBlog: “Ho aspettato due anni per tornare ad interpretare Asia”

L’intervista di TvBlog alla protagonista della fiction di Rai1, la cui seconda stagione inizia martedì 17 settembre.

Giovane e bella, Erica Banchi torna in tv con la seconda stagione di Paura di amare, da martedì sera in onda su Rai1. TvBlog ha scambiato qualche chiacchiera con l’attrice che interpreta il ruolo di Asia nella fiction prodotta dalla Titania. Ecco l’intervista.

Si riparte da un lieto fine, non proprio l’ideale per mantenere alta l’attenzione dei telespettatori. Dunque ora si riparte con?

Con un lieto fine (ride, Ndr). Con un lieto inizio che ripropone il lieto fine. Però credo che lo spettatore resti con il dubbio, perché il personaggio cattivo fa credere di sparire e invece tornerà, riproponendosi in maniera ancora più prepotente.

Insieme al ritorno di Elide (Ida Di Benedetto), nel cast c’è anche la new entry di Edoardo Sylos Labini, un medico attraente che creerà caos nella coppia protagonista…

Sì, una serie di situazioni porterà i due protagonisti, Stefano e Asia, a ingelosirsi a vicenda.

Sei molto giovane e sei protagonista di una fiction di Rai1. Questo ti dà più responsabilità, timore o orgoglio?

Io avevo timore nella prima serie perché ero appena uscita dal Centro sperimentale e non mi sarei mai aspettata di esordire in un ruolo così importante. In questi due anni, in cui non ho fatto altre cose, ho aspettato molto di interpretare la seconda serie. Ho indossato con molto piacere il personaggio di Asia, sono molto grata di questo.


La tua pausa durata due anni è stata voluta da te oppure è stata una costrizione?

Beh, sono successi. Sono passati due anni.

Dalla messa in onda della fiction sono invece trascorsi tre anni. Dal punto di vista dell’affezione del pubblico potrebbero pesare secondo te?

No, perché in questi anni io ho fatto di tutto per mantenere viva la mia presenza tra i fan. Con Facebook, Twitter… io la trovo una cosa molto positiva. Un tempo c’erano i divi intoccabili, sul piedistallo. Io invece vengo da lì, poter parlare direttamente con la gente non mi rende che me stessa.

Hai altri progetti in cantiere in futuro?

Ho iniziato a girare la seconda serie de Il restauratore con Lando Buzzanca. Non è il ruolo della protagonista, ma è divertente e diversa da Asia.

Considerati i due anni trascorsi, secondo te, è realistico immaginare che Paura d’amare 2 riparta dai 7 milioni di spettatori con i quali si è chiusa la prima stagione?

Credo che con l’avvento di nuove reti, i numeri, in generale, siano scesi. È matematicamente impossibile ripartire da quella cifra. Però sono convinta che andrà bene anche la seconda serie.

C’è una fiction nel cui cast hai provato ad entrare non riuscendoci e ne sei ancora rammaricata?

Ho fatto il provino per la seconda serie di Una grande famiglia. Non sono stata scelta.

In quali fiction, invece, vorresti recitare?

Mi piacerebbe fare una serie che parli di una musicista. Io ho finito il conservatorio, è la mia passione.

Una sorta di autobiografia?

No, che noia i miei primi 25 anni di vita! (ride, Ndr). Mi piacerebbe interpretare Clara Schumann.