Concerto per l’Emilia, stasera in diretta su Rai1

L’appuntamento è per questa sera in dalle ore 21:10 in diretta su Rai1 con il Concerto per l’Emilia a favore dei terremotati con la conduzione di Fabrizio Frizzi

di Hit

L’appuntamento è fissato per questa sera a partire dalle ore 21:20 su Rai1 con il Concerto per l’Emilia in diretta dallo stadio Dall’Ara di Bologna, dove sotto ad una delle due curve è stato allestito il palco in cui si esibiranno gli artisti che prenderanno parte a questa iniziativa a favore delle popolazioni che hanno dovuto subire il terremoto del 20 e del 29 maggio scorso.Tutto esaurito stasera il Dall’Ara con 40 mila biglietti staccati ed oltre un milione di euro raccolti, ma la cui cifra definitiva verrà comunicata in diretta stasera al pubblico. Il ricavato sarà devoluto al fondo istituito dalla Regione Emilia Romagna a favore della gente terremotata. Per questo evento non sono stati previsti pass per stampa o per gli addetti ai lavori, che regolarmente pagheranno il biglietto di 30 euro lavorando gratuitamente, inoltre non sono previsti rimborsi spese di nessun tipo per gli artisti che partecipano a questo concerto.

Durante la serata sarà possibile per il pubblico televisivo partecipare alla raccolta inviando al numero 45500 un sms da telefono fisso o mobile, donando 2 euro che andranno alle popolazioni terremotate dell’Emilia Romagna, della Lombardia e del Veneto. Venendo all’evento musicale, condotto da Fabrizio Frizzi, la scaletta dello spettacolo vede un susseguirsi di esibizioni dei cantanti che hanno deciso di partecipare a questa iniziativa benefica, nata da un’idea di Beppe Carletti dei Nomadi, sollecitato dal consigliere regionale dell’Emilia Romagna Marco Barbieri e dall’assessore regionale alla cultura Massimo Mezzetti. Ogni artista canterà due pezzi con l’ausilio della propria band, previsti come sappiamo: Zucchero, Ligabue, un duetto inedito sulla canzone “Per fare un uomo” composto da Francesco Guccini con Caterina Caselli, che torna ad esibirsi live dopo molto tempo a cui seguirà l’esecuzione da parte di Guccini del brano “Il vecchio e il bambino“.

Poi ci saranno Laura Pausini, anch’essa con un accoppiata di canzoni, quindi in ordine sparso Nek, Cesare Cremonini, ovviamente i Nomadi con l’anfitrione della serata Beppe Carletti che canteranno “Io voglio vivere” ed Andrea Mingardi. Ci sarà poi un momento speciale con protagonisti gli Stadio di Gaetano Curreri e Gianni Morandi, che canteranno insieme il bellissimo pezzo “Chiedi chi erano i Beatles” a cui seguirà un omaggio ad un grande emiliano della musica, scomparso recentemente, vale a dire Lucio Dalla. Gli Stadio e Morandi intoneranno insieme dal palco del Dall’Ara di Bologna uno dei brani più belli e celebri che Lucio Dalla ha dedicato alla sua città: Bologna, cioè “Piazza Grande“. Fra gli altri saranno sul palco anche Samuele Bersani, Luca Carboni, i Modena City Ramblers con Cisco, Alessandro Bergonzoni. Prevista inoltre la partecipazione, attorno alle ore 22, di Raffaella Carrà che canterà uno dei suoi celebri pezzi e del comico Paolo Rossi, visto recentemente in uno spettacolo su Sky.

Una serata quindi piena di momenti, forse irripetibili, in cui tutti gli artisti presenti, oltre che tutto il personale addetto a mettere in piedi questo evento, si metteranno totalmente a disposizione, gratuitamente, anzi come detto anch’essi pagando il prezzo del biglietto, per aiutare queste popolazioni che stanno vivendo questo grandissimo disagio dovuto al terremoto del mese scorso. I cancelli dello stadio dall’Ara di Bologna saranno aperti fra le 16 e le 16:30, per permettere al pubblico un’accesso tranquillo, poi dalle 19 all’inizio del concerto vero e proprio ci saranno dei momenti d’intrattenimento per il pubblico presente curati dalle radio locali, in cui oltre alla musica verranno raccontati gli attimi del terremoto e quel che ne è seguito. Il programma è a cura della direzione Rai Intrattenimento di Giancarlo Leone. Capo del team autori Claudio Fasulo, l’allestimento scenografico è a cura di Marco Calzavara e la regia di Sergio Colabona.

Ultime notizie su Fabrizio Frizzi

Tutto su Fabrizio Frizzi →