Digitale Terrestre: Numerazione LCN, il Tar annulla la delibera

Il Tar ha accolto il ricorso delle tv locali annullando la delibera sulla numerazione automatica (LCN) del digitale terrestre

di ,

Il parto della numerazione automatica LCN del digitale terrestre non era stato per nulla sereno, ma la decisione odierna del Tar di annullare la delibera dell’AgCom del luglio 2010 non era certamente scontata. Il tribunale amministrativo non ha accolto il ricorso soltanto in uno dei suoi punti formali (la durata della consultazione pubblica di 15 giorni anziché di 30), ma anche in uno dei suoi cardini sostanziali: il criterio che ha stabilito nella graduatoria Corecom un importante riferimento per l’assegnazione dei canali alle reti locali.

Fermo restando comunque che non compete a questo Giudice indicare all’Amministrazione quale strumento tecnico adottare, appare evidente che il disposto della legge imponeva di misurare in concreto l’ascolto maggiore o minore che le singole emittenti locali realizzavano sul territorio, attribuendo numeri più bassi a quelle che appunto riscuotevano le maggiori preferenze degli utenti, e non consentiva di utilizzare strumenti indiretti che avrebbero potuto falsare il dato oggettivo

Il Tar ha dunque riconosciuto la necessità di far prevalere “gli ascolti” e il bacino d’utenza per stabilire correttamente una graduatoria che assegni alle tv locali una numerazione più favorevole a seconda delle zone del paese. Con la decisione odierna di fatto decade la numerazione LCN in vigore con la conseguente “libertà” per gli operatori di tornare al Far West che imperversava fino allo scorso anno, l’AgCom dovrà agire in fretta per ottenere almeno una sospensiva.