Analisi Auditel – La Finale del Festival di Sanremo 2011: Fotografia di un trionfo

Analisi Auditel – La Finale del Festival di Sanremo 2011: Fotografia di un trionfo

Il Festival di Sanremo ha 61 anni ma vive e lotta ancora fra noi e conferma anche nel 2011 di essere ormai l’unico evento televisivo che riesce a raccogliere davanti ai teleschermi della televisione italiana oltre dieci milioni di telespettatori, tutto questo anche nell’epoca di frammentazione catodica che stiamo vivendo con l’avvento del digitale nel nostro paese. Un risultato quindi che da ancora più valore al successo, indiscutibile numericamente parlando, di questa edizione del Festival di Sanremo targata Gianmarco Mazzi, Gianni Morandi e Lucio Presta, con la benedizione di Rai1 e del suo direttore Mauro Mazza. Anche i dati di ieri sera ci dicono di oltre 12 milioni di telespettatori che han seguito il festival con un dato di copertura nella prima parte (20:39-23:05) di 26.193.000 telespettatori con una permanenza del 47.86% che diventa del 55,58% nella seconda parte e del 83% nella proclamazione di Roberto Vecchioni quale meritato vincitore , in una serata con una media totale di persone davanti ai teleschermi fra le ore 21 e le ore 23 di 27.571.000 telespettatori.

Il picco in valori assoluti si è verificato alle ore 22:56 con 15.353.000 telespettatori, mentre in share alle ore 00:59 con il 78,51%. Ma diamo la parola, anzi alle immagini dei nostri grafici per fotografare il grande successo di ieri sera, partendo dal grafico con le curve dei valori assoluti. Vediamo la curva blu di Rai1 che si inerpica già dall’inizio della serata fino a raggiungere i 12 milioni di telespettatori alle ore 21 circa e dopo il primo nero pubblicitario ecco che riprende la salita della linea blu fino a sfondare alle nove e mezza circa i 14 milioni di telespettatori e a rimanerci sostanzialmente fino alle ore 23 circa e questo è sicuramente il risultato più eclatante. In questo frangente la curva al secondo posto è quella delle pay tv che scorre sulla linea dei 4 milioni, mentre segue, recuperando qualcosa durante i neri di Rai1, la curva arancione di Canale5.

Ci piace sottolineare ancora una volta, come la curva blu di Rai1 consegni agli inserzionisti pubblicitari che han scelto Sanremo, la bellezza di quasi 12 milioni di telespettatori ai loro spot, con un costo contatto assolutamente unico di tutta l’annata televisiva. Vediamo poi come la curva blu del Festival rimanga sopra ai 10 milioni di telespettatori fino alla chiusura dell’una e dieci di notte. Nel grafico delle curve dello share vediamo la curva blu che vola fin verso il 50% in prime time per poi chiudere, come abbiamo accennato, a sfiorare l’80% di share. Passiamo ora ad analizzare le cifre di questo trionfo nei vari target, partendo dall’età dei telespettatori.


Conferma del successo di Sanremo 2011 anche nella serata finale fra i giovani che spingono la curva blu di Rai1 fra il 40 ed il 50% in prime time, con la linea marrone delle pay tv al secondo posto appena sotto alla soglia del 20%. Ulteriore decollo della linea blu nel proseguio della serata fino a sfondare il muro del 70% durante la proclamazione di Roberto Vecchioni quale vincitore di questa edizione. Conferma del successo anche nel target 45-64 anni per Sanremo con la curva blu fra il 40 ed il 50% in prime time e fino a sfiorare l’80% sul finale. Ed ecco ora che la curva di Sanremo sfonda l’80% nel target degli over 65 dopo aver sfilato in prime time fra il 50 ed il 60%. Il cerchio di questo successo indiscutibile è chiuso in questa nostra analisi dalla curva della classe AA che ci dice di una linea blu fra il 40 ed il 50% in prime time, con la linea delle pay tv sul 20% e di una seconda serata con la curva di Sanremo che sfiora sul finale la stratosferica cifra dell’80%.

  • shares
  • Mail
39 commenti Aggiorna
Ordina: