Raphael Gualazzi vince Sanremo Giovani

Raphael Gualazzi vince Sanremo giovani 2011 con “Follia d’amore“. Melodie jazz per un diplomato al Conservatorio che ha sorpreso tutti conquistandosi le simpatie del televoto, dell’orchestra e delle radio accreditate. Suoi anche i premi della Sala Stampa e il Premio per la Critica, un trionfo assoluto. La sua biografia rende molto più chiaro il carattere

di


Raphael Gualazzi vince Sanremo giovani 2011 con “Follia d’amore“. Melodie jazz per un diplomato al Conservatorio che ha sorpreso tutti conquistandosi le simpatie del televoto, dell’orchestra e delle radio accreditate. Suoi anche i premi della Sala Stampa e il Premio per la Critica, un trionfo assoluto. La sua biografia rende molto più chiaro il carattere introverso e “differente” rispetto a quanto si vede di solito al Festival di Sanremo.

Raphael Gualazzi nasce ad Urbino l’11 novembre 1981. Dopo aver intrapreso gli studi di pianoforte al Conservatorio Rossini di Pesaro, dove è stato avviato all’apprendimento degli autori classici, estende la sua ricerca musicale anche nel campo del Jazz, Blues e della Fusion, collaborando con qualificati artisti del settore e distinguendosi per le sue peculiari qualità vocali e strumentali.

La sua musica nasce dalla fusione della tecnica Rag-time dei primi anni del ‘900 con la liricità del Blues, del Soul e del Jazz nella sua forma più tradizionale. Le sonorità tipiche del pre-jazz e dello stride-piano di Scott Joplin, Jelly Roll Morton, Fats Waller, Art Tatum e Mary Lou Williams, e il blues di Ray Charles e Roosevelt Sykes vengono attualizzate da Raphael Gualazzi con uno stile personalissimo dove la tradizione convive con le influenze più innovative di artisti eclettici come Jamiroquai e Ben Harper.

Giunto all’attenzione del grande pubblico grazie alla cover di ‘Don’t stop’, il celebre successo degli anni ’70 della storica band Fleetwood Mac, scelta come colonna sonora dello spot televisivo di eni, nell’estate 2010 Raphael Gualazzi si esibisce all’ Heineken Jammin Festival, al prestigioso Pistoia Blues Festival e al Giffoni Film Festival per poi debuttare in settembre al Blue Note Milano dove presenta il suo primo omonimo ep digitale contenente 4 brani con il quale giunge alla vetta della classifica di iTunes.

Un successo meritato, anche se i quattro finalisti dei giovani hanno tutti mostrato una qualità delle canzoni (e delle esecuzioni) qualcosa di originale e di molto più gradevole di quanto mostrato dai big.

Raphael Gualazzi – Vince Sanremo Giovani

Raphael Gualazzi - Vince Sanremo Giovani
Raphael Gualazzi - Vince Sanremo Giovani
Raphael Gualazzi - Vince Sanremo Giovani
Raphael Gualazzi - Vince Sanremo Giovani


Raphael Gualazzi - Vince Sanremo Giovani

Raphael Gualazzi – Vince Sanremo Giovani
Raphael Gualazzi - Vince Sanremo Giovani
Raphael Gualazzi - Vince Sanremo Giovani
Raphael Gualazzi - Vince Sanremo Giovani
Raphael Gualazzi - Vince Sanremo Giovani
Raphael Gualazzi - Vince Sanremo Giovani
Raphael Gualazzi - Vince Sanremo Giovani
Raphael Gualazzi - Vince Sanremo Giovani
Raphael Gualazzi - Vince Sanremo Giovani
Raphael Gualazzi - Vince Sanremo Giovani
Raphael Gualazzi - Vince Sanremo Giovani
Raphael Gualazzi - Vince Sanremo Giovani
Raphael Gualazzi - Vince Sanremo Giovani
Raphael Gualazzi - Vince Sanremo Giovani
Raphael Gualazzi - Vince Sanremo Giovani

Ultime notizie su Festival di Sanremo

Tutto su Festival di Sanremo →