Le Iene, puntata domenica 17 marzo 2013: Tutti i servizi

Il live della nuova puntata de Le Iene con Ilary Blasi, Teo Mammucari e la Gialappa’s su TvBlog

di grazias

La puntata de Le Iene di questa sera ci ha regalato inchieste su sprechi di denaro pubblico, storie toccanti e servizi divertenti. I servizi che più si fanno ricordare a diretta conclusa sono senza dubbio quelli di Pablo Trincia in Russia per indagare su una nuova droga dagli effetti davvero devastanti, il Kokodril e Giulio Golia che è tornato a parlarci della storia di Sofia, la bimba affetta da Sma1 in attesa di cure con il controverso metodo Stamina. Lo stesso Golia questa sera ci ha portato anche in Congo per mostrarci un ospedale costruito grazie ad una raccolta fondi promossa anche da Le Iene due anni fa. La struttura ora è perfettamente funzionante anche se i problemi in quella zona africana sono moltissimi: dall’estrema povertà della popolazione all’estesa diffusione dell’Aids. Sabrina Nobile ci ha portati poi in Parlamento per interrogare i nuovi politici con domande di cultura generale: vi posso anticipare che nessuno di loro è riuscito a dare una definizione di Vatileaks, una è riuscita perfino a sostenere che si trattasse di un termine latino. Anche Enrico Lucci ci ha portato a conoscere i nuovi volti della politica italiana con un’intervista a tre deputati del Movimento Cinque Stelle che, fortunatamente, non hanno fatto alcun accenno a microchip sottocutanei o simili amenità. Mentre Mauro Casciari si è occupato di una misteriosa compagnia telefonica, la OkCom, che ha lasciato senza telefono ventiduemila clienti paganti, gli Ultras Pio e Amedeo hanno fatto sentire i loro cori a vip come Fabrizio Frizzi, Carlo Conti e Luisa Corna. Imperdibile anche l’intervista a Mario Balotelli, nel mirino del gossip “organizzato”. Per saperne di più e per scoprire tutti gli altri servizi di questa sera, qui, subito dopo il salto, troverete il nostro consueto e dettagliatissimo live. A domenica prossima!

00.38 “Possiamo chiudere che è Pasqua??” così i Gialappi arginano Ilary Blasi e Teo Mammucari che danno l’appuntamento a domenica prossima per una nuova puntata de Le Iene. Buonanotte!

Le Iene, 17 marzo 2013: Staccano il telefono anche se paghi

00.33 Settimo blocco pubblicitario

00.32 Casciari a questo punto va a fare una chiacchierata con il dirigente di Okcom ricordandogli, oltre ai ventiduemila telefoni bloccati, tutte le persone che aspettano dei soldi dalla sua azienda: la ditta delle pulizie ad esempio, ma anche quella che gli riforniva le fotocopiatrici.

00.30 Una dipendente (in realtà anche più di una) che vuole restare anonima, spiega che, in due anni, i proprietari della OkCom non hanno mai pagato nessuno (al di fuori dei propri dipendenti fino al mese scorso).

00.25 Mauro Casciari ci fa scoprire una storia che ha dei contorni piuttosto fumosi: una nuova compagnia telefonica, la OkCom, ha pensato bene di staccare il telefono ai propri clienti. Risultato: ventiduemila telefoni bloccati in tutta Italia.

Le Iene, 17 marzo 2013: Teo Mammucari leader del Movimento Due Palle

00.20 Sesto blocco pubblicitario

00.19 Dopo averci fatto sentire l’inno “Menomale che Teo c’è”, Mammucari dice di voler chiamare nel suo partito niente meno che Flavia Vento: “Il suo motto è: libertè, egalitè, Loredana Bertè!”.

00.17 Fondato la scorsa settimana, Teo dice che il Movimento sta riscuotendo un grande successo, anzi sta crescendo sempre più in fretta: “Si chiama orchite” replicano i Gialappi.

00.15 Si torna in studio con Ilary da sola per la gioia della Gialappa’s. Il gaudio del malefico trio però viene interrotto velocemente dal ritorno in scena di Teo Mammucari nei panni di leader di una nuovo soggetto politico: il Movimento Due Palle.

Le Iene, 17 marzo 2013: Spreco di denaro pubblico

00.11 La Iena si mette a parlare con i personaggi andati a Dubai a spese pubbliche e gli manifesta tutte le irregolarità che ha riscontrato: “Perché siete andati a fare questa boiata spendendo un sacco di soldi dalle casse della Regione??”.

00.07 Luigi Pelazza ci porta dalla Calabria a Dubai per seguire un giro di soldi (tanti soldi) uscite dalle casse della regione per spesare un viaggio proprio a Dubai dove si terrà la premiazione di un festival internazionale per l’olio d’oliva. Peccato che sia tutto pilotato e che la premiazione in sé duri molto meno della permanenza (in un hotel a quattro stelle) dei personaggi calabresi chiamati a votare durante il concorso.

Le Iene, 17 marzo 2013: Lello, lo stalker dei calciatori a caccia di autografi

00.03 Vittime di oggi, tra gli altri, Di Natale, Borriello e Palombo. Lello sopravvive anche questa volta. Il difetto del servizio è sempre lo stesso: dura troppo poco!

00.02 Torna Lello, il coraggioso inviato de Le Iene che va a molestare i calciatori chiedendo loro di autografargli fotomontaggi imbarazzanti che li ritraggono in pose erotiche e non prettamente eterosessuali.

Le Iene, 17 marzo 2013: Stefania Nobile interroga i nuovi parlamentari

00.00 Draghi e la BCE…questi sconosciuti!

23.58 Purtroppo non è cambiato molto anche se le mancate risposte sono sempre piuttosto divertenti: nessuno sembra sapere che cosa sia lo scandalo Vatileaks “ma forse è una parola latina”.

23.56 Si riprende un po’ di respiro (e ce n’è veramente bisogno) con un servizio di Stefania Nobile che va ad interrogare i nuovi parlamentari al “primo giorno di scuola”. Sarà cambiato qualcosa rispetto alle volte precedenti?

Le Iene, 17 marzo 2013: Krokodil – La droga che ti mangia

23.52 Vi risparmio gli screenshot che mostrano come sono ridotte le gambe di questa sfortunata donna. In ogni caso, vi basti vedere che lei due anni fa (cioè prima di iniziare a farsi) era così:

23.50 Lei è la vicina di casa dei tossici, ha quarantun anni ma ne dimostra settanta perchè dipendente dalla stessa sostanza anche se da poco tempo. Assurdo:

23.46 Trincia fa la conoscenza di due tossici dipendenti dal Krokodil e va in casa con loro per vedere tutti i passaggi dalla produzione della sostanza al momento dell’iniezione. I due sono perfettamente consapevoli dei danni atroci che questa droga farà loro ma non se ne preoccupano “perché è meravigliosa, proprio una bella botta”.

23.41 Va ora in onda un servizio sconvolgente: il tema è la droga anzi una droga, il Krokodil, che se scorrettamente iniettata (e farlo nel modo “corretto” è praticamente impossibile), “mangia” tutti gli organi interni, la carne e le ossa. Questa sostanza è particolarmente diffusa in Russia, dove si trova Pablo Trincia per la sua inchiesta, perché pare che costi molto meno dell’eroina e sia fattibile in casa con sostanze di uso comune.

Le Iene, 17 marzo 2013: Qualcuno spia nel tuo computer

23.38 Zaira, questo il nome della fanciulla, gira cinque centri di assistenza per la preparazione del pc. Quattro tecnici su cinque sbirciano le foto, due addirittura scaricano i dati personali della ragazza, password comprese.

23.35 La iena trova il modo di controllare gli spostamenti del tecnico davanti al computer per vedere dove va e cosa apre nel pc di un’esca. La ragazza che porta il computer a riparare per conto di Viviani non è esattamente il ritratto della sobrietà: altissima, bellissima e particolarmente formosa. Nel pc mette un sacco di foto provocanti, nonché documenti, password e dati personali.

23.30 Ma quando andate a far riparare il vostro pc, siete sicuri che i tecnici controllino solo le cose utili per risolvere il problema? Matteo Viviani non ne è convinto e vuole dimostrarcelo.

23.25 Mammucari dichiara: “Io non ho mai fatto il valletto per nessuno, a differenza di Ilary!”. Ah sì? Ne siamo proprio sicuri? Guardate un po’ chi faceva il “portamicrofono” a Forum di Sera con Paola Perego qualche (ma proprio qualche) annetto fa…

Le Iene, 17 marzo 2013: Riapre il Parlamento

23.20 Quinto blocco pubblicitario

23.17 Ma la iena ne ha anche per i grillini (e le grilline): ai nuovi volti maschili della politica chiede se si concederebbero a Grillo, mentre alle fanciulle chiede se si metterebbero nude davanti al Parlamento su richiesta del loro leader.

23.13 Riapre il Parlamento ed Enrico Lucci va a far rosicare i politici “vecchi” parlando loro dei grillini e del fatto che tutti ora vogliano intervistare solo loro.

Le Iene, 17 marzo 2013: La storia di Sofia, si può salvarle la vita con le staminali?

23.09 Quarto blocco pubblicitario

23.06 Golia va a parlare con Marino Andolina, vicepresidente della fondazione Stamina. Il professore dice che chi si oppone a questa terapia è “un gruppetto di piccole persone ignoranti” che non accetterebbero di vedere messo in discussione il loro parere sull’incurabilità della Sma1 perché ciò farebbe vacillare il loro status di grandi luminari della medicina. Ah, poi ci sono le case farmaceutiche che, con l’arrivo delle staminali, dovrebbero rinunciare alla messa in commercio di moltissimi medicinali.

23.02 Anche personaggi in vista del mondo dello spettacolo, oltre che milioni di persone comuni, hanno espresso il proprio supporto alla causa di Sofia. In prima fila Adriano Celentano. Purtroppo però anche molti medici hanno scritto sui giornali contro il metodo Stamina. A loro la mamma della piccola ricorda che questa terapia, approvata o meno, sta facendo migliorare la sua bambina che, altrimenti, sarebbe una condannata a morte.

23.00 La mamma di Sofia lancia un appello al ministro della salute Valduzzi per chiedergli di salvare la vita alla sua bimba: “La vita di mia figlia vale più delle loro scartoffie”, afferma il professor Vannoni, ideatore della cura.

22.56 La cura purtroppo viene bloccata per ragioni burocratiche e per la diffidenza dell’ambiente medico nei confronti di questa terapia. Il punto è che la cura con le staminali sembra sortire effetti positivi per quanto riguarda le condizioni di vita della piccola.

22.51 Giulio Golia torna a parlarci della storia di Sofia, bimba di tre anni e mezzo affetta da una grave malattia degenerativa: la Sma1. L’unica speranza della piccola sembra essere il metodo Stamina, una terapia che si basa sull’uso delle cellule staminali ideata dal professor Vannoni.

Le Iene, 17 marzo 2013: I cori degli Ultras Pio e Amedeo

22.46 Terzo blocco pubblicitario

22.44 Ultimi due presi di mira dal malefico duo urlante de le Iene sono Fabrizio Frizzi a cui fanno notare le occhiaie uscite fuori sulla sua faccia da quando presenta Miss Italia e Carlo Conti: “Cresce il mistero: sarà lui il Papa nero?”.

22.42 Gli ultras Pio e Amedeo tornano a far danni coi loro cori. Vittime del servizio di oggi sono Beppe Carletti dei Nomadi a cui urlano “Sono anni che canti le stesse canzoni ma non ti levi mai dai cogli*ni” passando poi per Luisa Corna che “raddrizzerebbe pure la torre di Pisa”.

Le Iene, 17 marzo 2013: Parlano i deputati grillini

22.39 I tre affermano di aver “parlato al massimo cinque minuti con Grillo” in tutta la loro vita. Comunque tengono a precisare che hanno completa libertà di pensiero e di azione in Parlamento: “Grillo dice fate quello che volete ed è davvero così”.

22.37 “Perché non vi fate chiamare Onorevoli?” “Perché Onorevoli sono i cittadini che ci hanno votato”.

22.34 Enrico Lucci va a fare due chiacchiere con tre deputati grillini, l’intento sarebbe quello della classica intervista ironica. In realtà questi tre rispondono con totale pacatezza (e non parlano di microchip sottopelle, per dire).

Le Iene, 17 marzo 2013: I costosi uffici fantasma del Senato

22.29 Filippo Roma tenta di parlare con gli operai del cantiere. E’ la seconda volta che la iena si presenta in questi luoghi. La prima, nel 2005, era tornato a casa con la garanzia che gli uffici sarebbero stati pronti entro il 2012. Il problema è che l’affitto di queste strutture non ancora ultimate, costano già cinquecentomila euro al mese di soldi pubblici.

22.25 Si torna in diretta per parlare di calcio e della batosta milanista in Champion’s League. Subito dopo Ilary lancia un servizio di Filippo Roma sugli uffici fantasma del Senato.

Le Iene, 17 marzo 2013: Nascere in Congo


22.20 Secondo blocco pubblicitario

22.19 Nel frattempo, a distanza di un mese, Golia riceve un filmato di Carla che è tornata in piena salute e gioca felice con i suoi coetanei.

22.17 Il giorno dopo la religiosa parla di nuovo con Golia e sottolinea l’importanza di dover cambiare le cose per quanto riguarda il divieto della chiesa in merito all’uso del preservativo quantomeno in Africa. La suora dice di aver dato risposte negative il giorno precedente perché l’abito che indossa non le permette di sponsorizzare l’uso del preservativo ma si augura che le cose cambino presto.

22.14 La suora missionaria che ha salvato la vita a Carla e a chissà quante altre persone, dà a Golia delle risposte raggelanti: in Africa le ragazze restano incinta a tredici anni e una volta raggiunti i venticinque hanno in media sette figli. Inoltre più della metà della popolazione ha l’Aids “Però non si può usare il preservativo perché il Papa non gradisce”, afferma la suora settantaquattrenne.

22.12 Golia è tornato in Congo per vedere come procede l’ospedale (fortunatamente molto bene) e, già che c’è, va a trovare Carla, la bimba che ha visto nascere due anni fa in circostanze piuttosto complicate. La bimba, purtroppo, ha la malaria e i genitori non possono permettersi i farmaci per curarla: costano diciotto euro, cioè l’equivalente di due settimane di lavoro del padre. Golia va in farmacia a comprare le medicine per Carla.

22.10 La bella notizia è che oggi, grazie ad una raccolta fondi supportata anche da le Iene, è stato costruito un ospedale molto più attrezzato e funzionante:

22.07 Giulio Golia ci mostra un servizio da lui realizzato due anni fa in un ospedale del Congo. Passano le immagini di un parto: la bambina, purtroppo, sembra essere nata morta ma la suora e la dottoressa di turno non si danno per vinte e tramite una disperata respirazione bocca a bocca riescono praticamente a riportarla in vita.

Le Iene, 17 marzo 2013: I tagli valgono anche per Monti?


22.04 Purtroppo Roma non riesce ad ottenere risposta da parte del premier e anzi, viene allontanato dalla sicurezza.

22.02 Mario Monti ha scelto due vicesegretari generali per la presidenza del consiglio, quando ne sarebbe bastato uno. Ma la spending review per lui non vale? Questo è ciò che si chiede Filippo Roma andando a porre l’interrogativo allo stesso Monti.

Le Iene, 17 marzo 2013: Se il medico ci guadagna (prescrivendo farmaci non necessari)

21.58 Nella lettera non ci sono abbastanza dettagli per poter capire a quale medico si stia riferendo la mittente della missiva. Detto questo, Nadia Toffa indaga e scopre un giro di soldi davvero avvilente dati dalle cause farmaceutiche a medici che si prestassero a provare farmaci come l’ormone della crescita su ignari (e tendenzialmente molto piccoli) pazienti. “Un medico che fa una cosa del genere, dovrebbe cambiare lavoro” chiosa la Toffa. E come darle torto?

21.53 Una lettera anonima raggiunge la redazione de Le Iene: una mamma rivela di aver sottoposto la figlia ad una cura inutile per anni. Ovviamente a prescrivere il farmaco erano dei medici che, anni dopo, hanno rivelato alla mamma in questione che “stavano facendo una prova” sulla pelle della figlia.

21.49 Teo e Ilary tornano in onda parlando di Papa Francesco. Mammucari non ha dubbi: “Il nuovo pontefice sta già innovando: ora in chiesa al posto del vino c’è il Pampero!”. Così il conduttore si immagina il Papa (soprannominato “Er Papone”) subito dopo il conclave, leggete il messaggio per gli altri cardinali. Chi vi ricorda?

Le Iene, 17 marzo 2013: Mario Balotelli nel mirino del gossip

21.44 Primo blocco pubblicitario

21.42 Balotelli, dopo aver ascoltato le registrazioni, chiede di poter avere trenta minuti da solo e a telecamere spente col paparazzo perché secondo lui sta avendo un atteggiamento criminale. L’avvocato che segue il calciatore impedisce alla iena di fargli domande su Raffaella Fico e la loro bimba Pia. Balo chiosa coì: “Il gossip non conta niente, ci sono cose più importanti”:

21.40 La fanciulla decide di registrare tutto e di mandare l’audio a Le Iene. Loro fanno sentire l’audio al diretto interessato:

21.38 La ragazza che vedete in foto ha scattato una fan da fan con Mario Balotelli: nell’immagine lei gli dà semplicemente un bacio sulla guancia. Ciò attira l’attenzione di un branco di paparazzi che contattano la fanciulla per farle dire di aver avuto una storia col calciatore.

Le Iene, 17 marzo 2013: Angelo Duro, il cantante senza pubblico sul palco di Fiorello

21.34 Breve incursione del cantante senza pubblico sul palco di uno show di Fiorello. Il mattatore lo minaccia di non farlo più uscire di scena: “Hai scelto la persona sbagliata, Duro. Adesso ti tengo due ore qui sopra, evviva Le Iene!”.

Le Iene, 17 marzo 2013: La palestra fantasma di Lucca

21.31 Lui è il genio: socio del proprietario della palestra, dice di essere venuto a sapere della chiusura della struttura solo tramite i giornali:

21.28 Pare che i proprietari della palestra siano piuttosto avvezzi a questo tipo di “business”. Anzi, stanno tentando di rifare la stessa cosa in un altra città toscana. Ma questa volta le Iene interverranno. Anche perché la modalità della truffa è sempre identica: da un giorno all’altro, i clienti si trovano la palestra vuota come se non ci fosse mai stata:

21.25 Si comincia subito con la prima storia: la misteriosa chiusura (con annessa sparizione dei dirigenti) di una palestra di Lucca a tre mesi dalla sua apertura. Nessuno dei clienti è stato rimborsato.

21.20 Le Iene tornano puntualissime nella domenica sera di ItaliaUno. Ilary e Teo cominciano subito a parlare in latino per onorare il nuovo Papa Francesco. Peccato che la moglie di Totti esordisca volutamente, con “Habemus Papas!”.

Manca pochissimo all’inizio della nuova puntata de Le Iene. Ilary Blasi, Teo Mammucari e la Gialappa’s vi aspettano dalle 21.20 su ItaliaUno per lanciare i nuovi servizi di stasera. Giulio Golia continuerà l’inchiesta sulla piccola Sofia, la bimba di tre anni e mezzo affetta da una patologia neurodegerativa molto rara e la cui unica speranza sembra risiedere nel metodo Stamina, osteggiato però dalla diffidenza dei medici e dalla burocrazia. Filippo Roma indagherà poi su una storia di sprechi che riguarda anche il Senato mentre Enrico Lucci ci porterà a fare la conoscenza di un gruppo di deputati grillini. Andranno avanti anche le testimonianze sul tema della droga, argomento principale di un libro appena uscito che racchiude tutte le storie delle persone con problemi di dipendenza intervistate nel corso degli anni all’interno del format di ItaliaUno. L’appuntamento è fra una decina di minuti sulla rete giovane di Mediaset ma anche qui su TvBlog per il nostro dettagliatissimo live. A fra poco!

Le Iene, domenica 17 marzo 2013: Anticipazioni e live su TvBlog

Torna questa sera l’appuntamento con Le Iene dalle 21.20 su ItaliaUno. Ilary Blasi e Teo Mammucari, disturbati dal temibile trio della Gialappa’s, daranno il là ad una serie di servizi dei loro inviati in giacca e cravatta. Durante la puntata, come ormai consuetudine dello show, si cercherà di approfondire varie tematiche dalla politica agli sprechi (della stessa politica) portando avanti inchieste (anche) di pubblica utilità. Qui di seguito trovate qualche anticipazione più dettagliata:

Si parte con Enrico Lucci intenzionato a spiegarci chi siano e cosa facciano i deputati del Movimento Cinque Stelle. La iena è riuscita ad intervistarne tre ponendo loro delle domande mirate a farci conoscere meglio aspetti della loro vita pubblica e privata alla luce del grande successo elettorale. Grazie al dissacrante Lucci scopriremo quali siano i loro libri preferiti, le località in cui prediligono svernare e l’identità dei loro personaggi storici di riferimento.

Tutto ciò mentre Filippo Roma tornerà ad indagare sul palazzo di Santa Maria in Aquiro, l’ex orfanotrofio affittato nel 2003 dal Senato (a soli cinquecentomila euro) con lo scopo di risolvere l’annoso problema della mancanza di uffici per i senatori. La consegna della struttura era prevista per il 2005 ma nel 2011, quando la iena vi si recò per la prima volta, i lavori erano ancora in alto mare. Stasera scopriremo come, purtroppo, il palazzo si presenti tuttora come un cantiere a cielo aperto.

Infine Giulio Golia tornerà a parlarci del caso che più ha commosso l’opinione pubblica durante l’attuale stagione del format: la sorte della piccola Sofia, affetta da una grave (e rarissima) patologia neurodegenerativa, la cui unica speranza terapeutica pare risiedere nel metodo Stamina, ideato dal professor Vannoni ma ancora in fase di sperimentazione. La bimba, di tre anni e mezzo, si trova al momento impossibilitata a proseguire la cura a meno che non intervenga un’imposizione giuridica. Golia approfondirà il tema della terapia tramite cellule staminali intervistando la mente della cura, il professor Davide Vannoni, nonché il Direttore Sanitario dell’Ospedale dei Bambini di Brescia Raffaele Spiazzi e il Dottor Marino Andolina della Stamina Foundation.

Tutto questo e molto altro vedremo stasera nel corso della nuova puntata de Le Iene. Ilary Blasi, Teo Mammucari e la Gialappa’s vi aspettano a partire dalle 21.20 su ItaliaUno. Ci sarete? In caso contrario, o se decideste di commentare la puntata insieme a me, qui su TvBlog troverete il nostro consueto e dettagliatissimo live. A stasera!

Ultime notizie su Le Iene

Le Iene è un programma di intrattenimento e di informazione che va in onda su Italia 1 dal 22 settembre 1997.

Tutto su Le Iene →