• Tv

Amadeus: “Sanremo 2021? Non esistono piani B, piuttosto non lo faremo”

Le dichiarazioni di Amadeus al Festival della TV e dei nuovi media 2020.

Le dichiarazioni che gli appassionati del Festival di Sanremo non avrebbero mai voluto sentire, purtroppo, sono arrivate e non poteva essere altrimenti, tra l’altro.

La possibilità che l’edizione 2021 di Sanremo, che sarà condotta, per il secondo anno consecutivo, da Amadeus, possa essere procrastinata è, purtroppo, seriamente da considerare.

Amadeus, intervenuto oggi al Festival della TV e dei nuovi media 2020 di Dogliani (CN), è stato giustamente trasparente nel parlare dell’argomento.

Stando alle dichiarazioni del conduttore e direttore artistico, non esistono piani B, di conseguenza, o il Festival si fa come sempre o non si fa, o perlomeno si rimanda (dichiarazioni rilasciate da La Stampa):

Non esistono piani B, piuttosto non lo faremo. Perché l’edizione 70+1 va fatta nella normalità. Non riesco a immaginare un Sanremo senza pubblico in sala o senza orchestra.

Dichiarazioni franche che, però, hanno lasciato spazio anche ad un po’ di ottimismo:

Ma voglio essere positivo, nel senso di pensare con positività, e dico che questo sarà il primo grande spettacolo post-COVID.

Amadeus, per la cronaca, ha anche dichiarato che i Big della prossima edizione saranno rivelati durante la finale delle selezioni di Sanremo Giovani, in onda il prossimo 17 dicembre, che si terrà al Teatro del Casinò di Sanremo.

Ovviamente, facile prevederlo, l’hashtag #Sanremo è subito entrato nelle tendenze di Twitter e la prospettiva di un anno senza Sanremo ha spaventato non poche persone.

Lucio Presta, sempre su Twitter, ha provato a tranquillizzare, specificando che Amadeus ha parlato solo di rinvio e non di cancellazione:

Non ha detto così, ha detto piuttosto che senza pubblico meglio spostare in avanti. Per la precisione.