Mattia Torre, l'omaggio di Sky a un anno dalla morte è un palinsesto di opere da riassaporare

Mattia Torre moriva un anno fa. Sky Cinema lo ricorda con uno speciale e alcune delle sue opere.

Mattia Torre ha segnato con la sua scrittura una stagione inimmaginabile per la narrativa audiovisiva italiana: da Boris, con Vendruscolo e Ciarrapico, a La Linea Verticale, in cui ha raccontato la sua malattia, è riuscito a portare freschezza e profondità a un macrogenere sì pop ma paludato come la fiction generalista. Un anno dopo la sua mancanza si sente tutta. Si sente soprattutto la 'mancanza' di quello che avrebbe potuto ancora fare, insieme alla consapevolezza che una penna così incisiva è un regalo che non è facile trovare nel settore, tanto più nel mainstream.

E così fa piacere vedere che c'è un palinsesto-omaggio nel primo anniversario della sua scomparsa: a proporlo Sky Cinema con una giornata dedicata ad alcune sue opere e a un ricordo speciale in prima serata.

E partiamo proprio dalla puntata speciale di 100X100 Cinema in onda questa sera, domenica 19 luglio, alle 20.45 su Sky Cinema Uno condotto da Francesco Castelnuovo, con i ricordi di alcuni dei suoi amici e dei suoi colleghi più cari, come Valerio Mastandrea, suo complice in tante diverse occasioni, Pietro SermontiPaolo Calabresi, con cui ha condiviso il cult Boris e anche momenti difficili della sua malattia, Valerio Aprea e Geppi Cucciari. Tanti i ricordi anche di altri compagni di avventura, che riemergono dai cellulari di Caterina Guzzanti, Ninni Bruschetta, Giacomo Ciarrapico, giusto per citarne alcuni.

Ma la programmazione dedicata di Sky Cinema Uno inizia già a ora di pranzo: si parte alle 12.25 con i 4 episodi della mini-serie originale Sky Dov’è Mario?, da un’idea di Corrado Guzzanti scritta con Mattia Torre, in cui Guzzanti interpreta Mario Bambea, un intellettuale di sinistra molto glamour caduto in disgrazia, che dopo un incidente d'auto presenta degli strani disturbi di personalità.

Subito dopo, quindi intorno alle 15.25, sono in programma tutte e otto le puntate de La linea verticale, serie tratta dall’omonimo romanzo di Torre  e nata sulla scia dell'esperienza ospedaliera dello stesso autore, il cui 'alter ego' sul piccolo schermo è incarnato da Valerio Mastandrea. Alle 19.00 sempre Mastandrea è il protagonista di Figli, ultimo lavoro di Torre,  arrivato in sala postumo e nato  da un monologo che lo stesso Torre aveva scritto per l'amico attore: il film  racconta la storia di una giovane coppia, Sara (Paola Cortellesi) e Nicola, sposati e innamorati, con una bambina di 6 anni, il cui equilibrio viene sconvolto dall'arrivo del secondo figlio.


A chiudere la serata Boris – Il film, in onda alle alle 21.45. Un modo per celebrare la serie cult che torna disponibile on demand su Sky e NOW TV.  E Boris merita di essere vista e rivista.


  • shares
  • Mail