Ti Spedisco in Convento: chi erano le protagoniste del reality in Inghilterra?

Ecco chi erano le protagoniste della prima stagione del reality, in Inghilterra. Dovremo aspettarci un cast simile per l’Italia?

Si intitolerà Ti Spedisco in Convento il nuovo reality annunciato proprio ieri da casa Discovery per la prossima stagione televisiva, già conosciuto come uno dei format di punta di tutta la Gran Bretagna dove la prima stagione uscì in esclusiva su Channel 5 con il titolo Bad Habits, Holy Orders nell’ottobre del 2017. E se certo sappiamo che la sua versione italiana approderà su Real Time soltanto nel palinsesto 2021 (i casting sarebbero in partenza proprio in questi giorni) possiamo però raccontarvi oggi di quanto successo abbia riscontrato lo show in Inghilterra, dove il programma è stato prodotto per ben due stagioni consecutive. Come infatti vi abbiamo raccontato ieri, Ti Spedisco in Convento coinvolgerà cinque ragazze maggiorenni, d’età compresa tra i 18 e i 23 anni, che a causa della loro vita sregolata dovranno sottoporsi ad un vero e proprio rehab in convento, dovendo rinunciare a non poche comodità tra le quali gli smartphone. Nella versione anglosassone del programma, le protagoniste del reality show avevano inoltre l’obbligo di sopravvivere con soltanto 25 sterline a settimana, ma ancora non sappiamo se la regola varrà anche per il programma italiano.

Certo è che il successo dello show, anche qui da noi, dipenderà soprattutto dal casting – e in Inghilterra era davvero molto forte. Le protagoniste della prima stagione di Bad Habits, Holy Orders hanno fatto molto parlare di sé, e anche per questo ve le presentiamo ufficialmente oggi. Si chiamavano rispettivamente Gabbi, Paige, Tyla, Sarah e Rebecca ed erano tutte ragazze molto attraenti, con anche pochi freni inibitori.

Gabbi, 20 anni alla sua partecipazione al programma, era una modella di lingerie. Originaria di Londra, aveva anche vinto il premio di Miss Teenager Gran Bretagna, e sosteneva di essere arrivata in finale perché era l’unica a non aver mai fumato né bevuto alcolici in vita sua. In compenso, però, dichiarava di trascorrere al computer o al telefonino almeno 10 ore al giorno. “Tutto dipende da quante ore dormo” spiegava, aggiungendo: “Se dormo soltanto 3 o 4 ore la notte, è probabile che le restanti 20 le abbia passate su Instagram”.

Poi c’era Paige, 23 anni, di lavoro segretaria, originaria del West Country. Le sue particolarità? Un enorme ritratto di Nicki Minaj sulla coscia destra, e una vita sentimentale piuttosto… turbolenta. Paige infatti raccontava di non riuscire più a tenere il conto di quanti uomini avesse avuto: “Onestamente non ricordo quanti uomini abbiano condiviso il letto con me fino ad oggi, perché ad un certo punto ho perso il conto e non ho più provato a recuperarlo” dichiarava al The Sun pochi giorni prima che Bad Habits, Holy Orders approdasse sulla tv britannica.

Tyla, 22 anni, era invece una party-girl. Originaria di Leeds, raccontava di non essere mai tornata a casa sobria la sera, e di essere anche una make-up addicted: “Non rinuncio mai al trucco, sono sempre truccata anche quando rimango in casa da sola. Le uniche volte in cui potreste trovarmi senza make-up è quando rientro a casa la sera, perché sono sempre ubriaca e quindi la mia faccia potrebbe essere distrutta”.

Anche Sarah, 19 anni, di professione accompagnatrice in un night-club era dipendente dai social network, e si presentava al programma come una grande appassionata di tecnologia: “Per me nella vita conta solo Instagram onestamente. Se perdo followers online allora che senso ha?”.

In ultimo, Rebecca, 22 anni, di Newcastle. Anche lei party-girl, al The Sun dichiarava di fare festa almeno 5 notti su 6, e di avere il vizio di rincasare sempre con un uomo diverso. Oltre a Paige, quindi, anche Rebecca spiegava di aver ormai perso il conto di quanti uomini avessero diviso il letto con lei.

Altra particolarità per la versione britannica di Ti Spedisco in Convento, il fatto che in realtà la vita in convento fosse mostrata in modo assolutamente parziale all’interno del programma. Nel corso della prima stagione di Bad Habits, Holy Orders, infatti, le cinque protagoniste avrebbero trascorso le loro quattro settimane di rehab nel convento delle Sorelle della Divina Carità, ordine religioso fondato in Austria nel 1868. Tuttavia, nel programma soltanto quattro suore avrebbero interagito attivamente con le giovani, e più precisamente Sorella Thomas More, Sorella Francis, Suor Anna e Suor Michaela. Tutto il programma, in realtà, si sarebbe soprattutto basato sui pasticci combinati dalle ragazze al di fuori dal convento prima di entrare. Non ci resta quindi che attendere per scoprire come si evolveranno le cose anche per Ti Spedisco in Convento Italia.

I Video di TvBlog