American Horror Story 10 slitta ufficialmente al 2021

Fx ha annunciato che, a causa della chiusura dei set per la pandemia, la decima stagione di American Horror Story è slittata al 2021, ma ha anche annunciato l'arrivo dello spin-off American Horror Stories e rinnovato Better Things e C'è sempre il sole a Philadelphia

La realtà, quest'anno, ha avuto la meglio sugli incubi raccontati ogni autunno da Ryan Murphy: la decima stagione di American Horror Story è ufficialmente slittata al 2021. L'annuncio, fatto nelle ore scorse da Fx, era nell'aria da tempo: le riprese della stagione si sarebbero dovute effettuare in questi mesi per garantire una messa in onda ad ottobre, ma la pandemia ha bloccato tutti i set, compreso quello della serie cult che quest'anno compie dieci anni.

2021 non vuol dire per forza autunno: Murphy ed il suo team potrebbero mettersi al lavoro non appena i set riapriranno e pensare così ad una stagione primaverile o estiva della sua serie, anche se nelle settimane scorse l'autore, regista e produttore aveva spiegato che la storia che aveva in mente per la stagione numero 10 richiedeva che le riprese si effettuassero con determinate condizioni climatiche.

"Non so se daremo la precedenza al tema di un'altra stagione o se aspetteremo l'anno prossimo per girare questa", aveva detto Murphy, che con la conferma da parte di Fx ora potrà iniziare a ragionare sul da farsi. I fan di Ahs, però, possono comunque gioire, dal momento che il network ha anche annunciato l'arrivo, prossimamente, dello spin-off American Horror Stories, anch'esso già anticipato da Murphy e che avrà un modello alla Black Mirror, con ciascun episodio dedicato ad una storia a se stante ed autoconclusiva.

Sempre sul fronte Murphy, vedremo anche il terzo capitolo di American Crime Story, che sarà dedicato all'impeachment di Bill Clinton e, quindi, al sexgate che vide l'allora Presidente degli Stati Uniti coinvolto insieme a Monica Lewinsky. I due saranno interpretati da Clive Owen e Beanie Feldstein: la messa in onda, inizialmente prevista per il 27 settembre 2020, potrebbe però slittare per i motivi che ormai conosciamo.

Fx, infine, nel presentare il suo palinsesto fino al 2021 agli investitori, ha anche rilevato lo slittamento a data da destinarsi di altre sue produzioni attese, come la quarta stagione di Fargo (in cui vedremo anche il nostro Salvatore Esposito), l'undicesima di Archer e le novità A Teacher e Y: The Last Man. Il network ha anche annunciato il rinnovo di Better Things per una quinta stagione e di C'è sempre il sole a Philadelphia per una quindicesima, confermando quest'ultima come la serie tv più longeva del canale via cavo.

  • shares
  • Mail