Limoni, carote, pomodori e cipollotti. Per Sallusti sfondi diversi ad ogni talk

Alessandro Sallusti molla la moda delle librerie e opta per la svolta alimentare. Nei collegamenti serali spuntano limoni, melograni, pomodori, insalata, carote, carciofi e cipollotti. Uno sfondo diverso ad ogni collegamento

Mesi e mesi di librerie esposte alle spalle degli ospiti in collegamento. Metafora di cultura maturata, divorata, ostentata e chissà quanto legata alla realtà. Ma se non ne potete più di scaffali pieni di volumi, saggi ed enciclopedie, ecco pronta la risposta “alimentare” di Alessandro Sallusti.

Il direttore de Il Giornale, da qualche tempo, ha infatti deciso di mettere in mostra alle proprie spalle ortaggi e frutti di ogni tipo, che mutano ad ogni nuova apparizione.

La collocazione è quella di sinistra all’occhio dello spettatore, che non può fare a meno di notare le modifiche quotidiane adottate dal giornalista. Un gioco da parte di quest’ultimo, probabilmente, in una sorta di ‘trova le differenze’ collettivo che sta appassionando il pubblico a casa.

Sallusti cambia set in base agli orari. Di mattina capita spesso di intravederlo in salotto, al pomeriggio e in access prime time lo sfondo è quello della redazione del giornale, mentre la sera – quando la fame sale e le distanze con la cucina sono più ravvicinate – puntuale arriva la svolta in stile Prova del cuoco.

Oltre a una radio antica, un giradischi e ad un amplificatore vintage, a Non è l’Arena spuntano una volta i  limoni e in un’altra puntata finocchi e cipollotti. A Piazzapulita saltano invece fuori delle mega-carote, per passare a carciofi e peperoncini durante lo speciale di Matrix. Si torna da Giletti e stavolta è il turno del melograno. Infine, a Quarta Repubblica si opta per una insalata trocadero abbinata a pomodori e pomodorini.

Buon appetito!

  • shares
  • Mail