Le Iene, perché i conduttori 'sono' vicini e senza mascherine?

Ecco perché i tre conduttori delle Iene non indossano le mascherine anti coronavirus

Perché i tre conduttori della puntata di Le Iene di stasera, martedì 21 aprile 2020, sono seduti uno accanto all'altro, senza distanza né dispositivi di sicurezza (mascherine e/o guanti)? È la domanda che in molti si sono fatti guardando il programma tornato in onda oggi su Italia 1, dopo lo stop per l'emergenza coronavirus. La risposta è stata fornita in apertura di puntata proprio da Filippo Roma, Matteo Viviani e Giulio Golia. I tre hanno spiegato (e dimostrato, con una serie di movimenti) di non essere seduti vicini, anzi, di trovarsi in due città diverse. Per la precisione, Viviani è a Milano, mentre gli altri due sono a Roma.

Lo studio visibile in televisione è virtuale ed è stato realizzato grazie ad un avanzato utilizzo della tecnologia.
Forse sarebbe stato più utile - per evitare sospetti e fraintendimenti sui social (e non solo) - prevedere un avviso esplicito in sovrimpressione per rendere chiaro a tutti - anche a chi si fosse sintonizzato su Italia 1 più tardi - il 'trucco'?

  • shares
  • Mail