Quelli che il calcio, Mandelli unico tifoso a San Siro. Ma fa troppo rumore e gli sequestrano la trombetta

A Quelli che il calcio episodio surreale sugli spalti con Francesco Mandelli, unico tifoso presente a San Siro, ripreso dagli addetti alla sicurezza perché troppo rumoroso. L'attore: "Non ha senso". Le sue urla udite anche dagli spettatori di Dazn

Non disturbare. Se il baccano di 50 mila persone non  genera alcun fastidio, può accadere che ad irritare i presenti sia un solo tifoso, l’unico presente domenica pomeriggio a San Siro. Trattasi di Francesco Mandelli, inviato domenica per Quelli che il calcio durante Milan-Genoa.

L’attore si era munito di vuvuzela e trombetta per sostenere la squadra di Pioli. Una gag che avrebbe avuto il compito di far arrivare fino al campo il sostegno di una platea assente.

Sono però bastati tre minuti di gioco per scatenare la reazione stizzita degli addetti alla sicurezza, che hanno prima ripreso verbalmente Mandelli e, subito dopo, chiesto allo stesso di consegnare il materiale.

No, ma perché?”, ha chiesto Mandelli, sostenuto dallo studio incredulo. “Quando ce ne sono 10 mila si può e da solo no? Non ha senso”.

Stando al racconto degli spettatori che seguivano il match in diretta, il caos generato da Mandelli si sarebbe sentito anche su Dazn, generando il disappunto dei telecronisti.

Il siparietto, tuttavia, almeno per chi lo ha osservato dalla prospettiva di Quelli che il calcio, si è rivelato il momento più godibile della domenica pomeriggio. Il programma di Rai 2, privato da due settimane del pubblico, ha saputo ugualmente garantire tre ore di spensieratezza e sorrisi. Non poco, visti i tempi.

  • shares
  • Mail