Francesco Colella a Blogo: "Per un attore è impossibile interpretare Palmiro Togliatti" (VIDEO)

Guarda la video intervista di Blogo all'attore che nella docufiction di Rai1 su Nilde Iotti veste i panni del leader del partito comunista

"Sono stato chiamato a interpretare Palmiro Togliatti, ho un profondo rispetto per lui. Ho cercato non di interpretarlo, ma di suggerire qualcosa che si avvicinasse a Togliatti. La sua altezza morale e umana è talmente importante che io non potevo con i miei strumenti di attore modellare il personaggio. Palmiro Togliatti, se avesse voluto e potuto raccontare di sè, lo avrebbe fatto con grande serietà e senso di riservatezza". Francesco Colella spiega così, ai microfoni di Blogo, il suo approccio a Palmiro Togliatti, di cui veste i panni in Storia di Nilde, la docufiction di Rai1, in onda giovedì 5 dicembre in prima serata, sulla figura di Nilde Iotti, la prima donna nella storia d'Italia ad aver ricoperto la carica di Presidente della Camera dei deputati.

Nella docufiction, prodotta da Anele, c'è spazio anche per la storia d'amore vissuta proprio da Nilde Iotti e Palmiro Togliatti:

Di questa storia viene raccontato il necessario, non oltre la soglia della riservatezza. I gesti raccontano la tenerezza. Queste due persone così come erano profondamente serie nella politica, io credo lo fossero anche nella vita.

Colella ha anche difeso la scelta del linguaggio della docufiction preferita alla fiction tradizionale perché con quest'ultima "puoi rischiare di andare verso un arbitrio non corrispondente alla verità, mentre con la docufiction il documento ti porta immediatamente alla realtà".

In apertura di post il video integrale dell'intervista.

  • shares
  • Mail