Il Processo, Vittoria Puccini a Blogo: "Essere credibile come PM è stata la sfida. Recitare con la toga è un sogno che si realizza!" (Video)

L'intervista di TvBlog a Vittoria Puccini, protagonista de Il Processo.

Vittoria Puccini sarà la protagonista de Il Processo, la nuova serie di Canale 5 che andrà in onda a partire da venerdì 29 novembre 2019, in prima serata.

L'attrice fiorentina interpreterà la parte del pubblico ministero Elena Guerra a cui viene assegnata l'indagine sull'omicidio di Angelica Petroni, una 17enne ritrovata morta in un fiume. Procedendo con le indagini, Elena Guerra scoprirà di avere un legame con la vittima.

Intervistata da noi di TvBlog in occasione della conferenza stampa di presentazione della serie, Vittoria Puccini ha descritto il proprio personaggio nei dettagli:

Elena Guerra è una donna forte, combattiva, la sua durezza è dovuta ad un trauma che lei ha congelato dentro di sé, che non ha mai avuto la forza di affrontare e che affronterà grazie a questo processo. E' come se avesse un'apparente freddezza ma dentro le si muove un mondo, è mossa da mille emozioni, diverse e contrastanti. Spero di essere riuscita a rendere questa sua interiorità così ricca di sentimenti ed emozioni diverse. E' stato interessante interpretare questo personaggio proprio per questo contrasto. E' una donna imperfetta, che ha commesso errori in passato ma che crede fermamente nella giustizia e nel suo lavoro, per il quale ha anche sacrificato il suo matrimonio. Non può fare a meno di continuare ad indagare in questo processo perché scoprirà di essere intimamente legata a questa ragazzina di 17 anni che è stata brutalmente uccisa.

Interpretando il personaggio di un pubblico ministero, Vittoria Puccini ha realizzato un suo particolare sogno:

Momenti difficili nella preparazione del personaggio, ci sono stati tutti i giorni. Essere credibile come pm è stata una sfida, avere una credibilità durante il processo e i dibattimenti in aula. Ci siamo preparati, parlando con chi realmente svolge questa professione, guardando documentari... E' stato un lavoro di ricerca molto interessante. La legge è qualcosa che mi ha interessato fin da quando ero piccola. Ero anche iscritta a giurisprudenza ma ho fatto tutt'altro! Ritrovarmi con la toga è stato anche un sogno che si è realizzato! Mi sono molto divertita. Il prossimo sogno? Mi piacerebbe interpretare un action, qualcosa di molto fisico! O un fantasy anche... Un personaggio fantastico totalmente inventato.

In conferenza, la Puccini ha dichiarato di essere affascinata dai personaggi imperfetti:

Sono affascinata dai personaggi imperfetti perché sono i più credibili, le donne con le loro fragilità, le loro debolezze, che commettono degli errori, come siamo noi nella vita, questo è il particolare che mi fa empatizzare di più con il personaggio. Se sono più facili da interpretare? No, facile è una parola che non esiste in questo lavoro!

Nel video, ci sono le dichiarazioni integrali di Vittoria Puccini.

  • shares
  • Mail