Live Non è la D'Urso, scontro tra Vittorio Sgarbi e Vladimir Luxuria

Lite tra tra Vittorio Sgarbi e Vladimir Luxuria a Live Non è la D'Urso

Vittorio Sgarbi e Vittorio Feltri sono stati protagonisti del "fuoco incrociato" delle cinque sfere, cinque donne presenti in studio pronte a confrontarsi con loro. "Ho molta paura" ha ammesso, sorridendo, la conduttrice, prima di farli entrare in scena, per la diretta di Live Non è la D'Urso.

Cinque donne "sferate" pronte a prenotarsi per parlare con i due. Vladimir Luxuria e Alda D'Eusanio sono state le prima a girarsi. Inizialmente la D'Eusanio ha preso parola:

"Lei ha dimostrato di essere ancora più bravo di Indro Montanelli alla direzione del giornale... Poi passando il tempo, vedo che i giovani impazziscono e ridono per lei ma non hanno letto nessun articolo. Lei è una icona dei giovani, ridono di lei o con lei"

La replica di Feltri:

"Non mi sono mai accorto di essere così seguito dai giovani... e neanche dai vecchi. Faccio una vita solitaria, a volte accetto degli inviti televisivi, io tento di rispondere a una domanda, non riesco nemmeno a cominciare a rispondere che quei c0glioni che stanno nello studio mi interrompono. Io mi irrito e posso accedere al turpiloquio. Dico sempre quello che penso. "

E' stato poi il turno di Luxuria, inizialmente rivolta a Feltri:

"Mi è molto simpatico, una persona che spesso va controcorrente. Come ci sorprese quando prese la tessera Arcigay, dicendo cose anche belle. Era favorevole ai diritti civili, matrimoni, contro le discriminazioni. Volevo dirle che i termini frocio, ricchi0ne, culatt0ne possono suscitare risate o applauso. E' come dire c0glione, come dire tr0ia. Non può cavarsela perché la parola gay è inglese. Le fa male la bocca se dice gay? Lei non deve sottovalutare il peso delle sue parole quanta influenza... non voglio che un ragazzino sente queste parole e le possa dire a scuola. C'è il bullismo..."

"Io credo che fare la guerra al vocabolario sia la cosa più stupida di questo mondo. Preferisco usare dei termini..." ha iniziato a ripetere. All'intervento di Luxuria, Feltri accusa Luxuria di essere maleducata:

"Uso il linguaggio che voglio, quello colloquiale. Pretendo che non si faccia la guerra al dizionario"

"Fr0cio è un termine latino, tu non sai un cazz0" ha continuato Feltri. "Sei una gallina, non fare la oca" ha poi chiosato lui.

E' stato poi il turno di un confronto tra Luxuria e Sgarbi che, in passato, aveva dichiarato di aver visto Vladimir "battere travestita in strada".

"Quando ho sentito questa frase ci sono rimasta... non era nemmeno nell'argomento. Poi me lo sono ricordata. Te la ricordo io come ci siamo conosciuti. Erano gli anni 90, ero uscita da un locale, ero sul ponte Casilino, a due metri da casa. Si ferma questa grande macchina, scende il finestrino, vedo Sgarbi. Mi ha invitata a salire in macchina e, oltre a te, c'era Eleonoire Casalegno (presente in studio, ndr). Ci portò prima su un set cinematografico e ci mostrò Roma notturna. Probabilmente Vittorio non ricorderà bene e chissà cosa facevo per strada..."

Sgarbi spiega a luxuria che si riferiva a un'altra sera, quando era stata ospite del Maurizio Costanzo Show. Ma questa incomprensione ha acceso gli animi.

Vladimir, di fronte alle parole di Sgarbi, ha sottolineato:

"Una persona come me deve avere il diritto di camminare per strada e non essere scambiata per prostituta. Del passato mio ne parlo io..."

Sgarbi ha continuato parlando delle dichiarazioni del passato di Luxuria per poi chiederle se si imbarazza a parlare del suo passato da uomo, prima di essere travestita e trans:

"Ce l'hai il cazz0 o no? Non mi rompere il cazz0"

A quel punto, il microfono è saltato mentre Luxuria osservava, "sconsolata", la scena, spiegando di aver avuto un periodo difficile della sua vita e di averne parlato lei stessa, per prima. Ma che, essendo la sua vita, era un diritto esclusivamente suo.

  • shares
  • Mail