Flavio Insinna a Blogo: "Felice per ascolti L'Eredità, Auditel non mi fa dormire" (VIDEO)

Guarda la video intervista di Blogo a Flavio Insinna: "Non mi hanno proposto ritorno in Don Matteo 12. Il cantante mascherato? Se Milly Carlucci chiama..."

A margine della conferenza stampa di presentazione della quarta edizione di Prodigi - La musica è vita, in onda su Rai1 mercoledì prossimo, Blogo ha rivolto alcune domande a Flavio Insinna. È stata l'occasione per chiedere conferma delle indiscrezioni che lo vorrebbero nel cast del nuovo programma di Milly Carlucci Il Cantante Mascherato in veste di giudice:

Se chiama Milly, uno va sempre.

Interpellato su L'Eredità e sugli ascolti che premiano la sua conduzione nel quiz che fu di Fabrizio Frizzi:

Guardate gli ascolti. Il pubblico di Rai1 mi vuole bene, io mi ammazzo di fatica per piacergli. E fine della fiera. Sono felice, sono un uomo felice, sono un uomo felice. (...) L'Eredità è di Carlo e di Fabrizio. Il mio camerino è quello di Fabrizio (...) Che a settembre 2018 avessi la certezza che sarebbe andata bene, no, non posso affermarlo. Non ho neanche la certezza che l'ascolto di domani sia buono, ma è il bello di questo mestiere, altrimenti sai che noia? Non dormirò dopo Prodigi, perché che ne so come va? Ci aspettiamo risultati fortissimi. (...) Ma è un bel non dormire, ti dà la voglia di fare sempre meglio. (...) Io non sono un conduttore, io sono un attore. A L'Eredità recito la parte del conduttore, fingo.

Ed ancora:

Io sono un uomo dal grandissimo senso del dovere, io gioco per la squadra, voglio che vinca l'Eredità, la Rai e Rai1. La prima cosa che guardo la mattina, sai qual è? L'ascolto del Tg1 delle ore 20. Perché se il Tg1 va bene, vuol dire che noi stiamo facendo un bel traino. Quest'anno L'Eredità va bene, mentre il Tg1 no? Vabbè, ci trainiamo (ride, Ndr).

Sulla possibilità che Prodigi diventi un programma seriale:

Bisognerebbe chiedere alla Rai. Prodigi come l'Amici di Flavio Insinna? Se lo abbiniamo al numero solidale dell'Unicef, serve tutti i giorni, visto che a distanza di un anno ci ritroviamo con più guerre, fame, malattie, dolore e bambini abbandonati. Da questo punto di vista, anche tre volte al giorno. Per il resto, bisogna parlare con la Rai. Certamente, alla mia età, stare con i giovani di talento mi ridà entusiasmo.

Infine, in merito alla sua assenza in quella che potrebbe essere l'ultima stagione di Don Matteo (la dodicesima):

Non ci sarò. Sono amico di Nino Frassica, che mi dà sempre una mano in serate come Prodigi. Sono fan di Don Matteo da sempre, lo guardo, se fanno un'altra stagione e mi chiamano io ci vado, anche a piedi, sono amico della Lux Vide (la società che produce la serie, Ndr). Sono un soldato. Privilegiato, ma soldato.

In apertura di post il video integrale dell'intervista.

  • shares
  • Mail