Il tribunale di Madrid ferma fusione Mediaset - Mediaset España

Dal gruppo di Cologno Monzese: "Vivendi non fermerà il nostro progetto di espansione europea"

Il Tribunale di Madrid ha detto stop alla fusione tra MediasetMediaset España, la controllata iberica con la quale avrebbe dato vita alla holding Media for Europe (MfE) con sede ad Amsterdam.

A darne notizia sono state le agenzie di stampa spagnole, seguite da un comunicato di Mediaset España. Da Madrid hanno accolto il ricorso di Vivendi, il socio di minoranza capitanato da Vincent Bollorè che sin da subito si era opposto all'operazione che aveva avuto il via libera lo scorso 4 settembre.

Secondo Il Sole 24 Ore, anche il Tribunale di Milano avrebbe fissato al 30 ottobre l'udienza per la sospensiva in Italia. Per quanto riguarda la Spagna, invece, Mediaset avrà 20 giorni di tempo per fare appello, ma lo stop potrebbe rivelarsi di diversi mesi.

Dura la risposta del Biscione:

"Vivendi non fermerà il progetto di espansione europea di Mediaset. La sentenza verrà immediatamente impugnata con la certezza che nell'appello di merito saranno riconosciuti i vantaggi strategici e operativi ottenibili solo attraverso un'aggregazione societaria guidata da un management unitario e coeso con una visione chiara delle priorità strategiche e del modello di business capace di creare valore per tutti gli azionisti".

Continua il Biscione:

"Ancora una volta la campagna mediatica e giudiziaria di Vivendi ha l'obiettivo di danneggiare gravemente tutti gli azionisti di Mediaset e ancora di più quelli di Mediaset Espana che avevano approvato in larga maggioranza il progetto in entrambi i Paesi. Progetto che già prevede un effetto incrementale sul valore del gruppo pari a circa 800 milioni di euro, un dividendo post-fusione di 100 milioni di euro oltre a un buy-back per un importo fino a 280 milioni di euro".
  • shares
  • Mail