Mediaset, via libera alla nascita di MediaforEurope

Piersilvio Berlusconi: "Siamo convinti che Vivendi non abbia intenzione di recedere".

Nella giornata di ieri l'assemblea di Mediaset ha detto sì alla fusione con la controllata spagnola che inizia il processo di costituzione della holding olandese MediaforEurope (Mfe), il primo progetto di tv paneuropea. I voti favorevoli sostenuti dal Biscione sono stati pari al 78% dei presenti, i contrari con Vivendi il 21%.

All’assemblea di Mediaset, convocata allo scopo di votare sul riassetto del gruppo, è presente il 62,58% del capitale. Fininvest possiede - secondo quanto emerso dalla lettura del libro soci - il 44,175% e Vivendi il 28,80%, di cui il 9,61% posseduto in maniera diretta e il rimanente 19,19% attraverso Simon Fiduciaria, che comunque è stata esclusa dal voto.

Mediaset, dopo il voto, è scattata in Borsa. Il titolo è salito fino al 2,5% a 2,84 euro. Bene anche Mediaset Espana (+2,75% a 6,05 euro).

Ecco cosa ha detto Piersilvio Berlusconi, ad di Mediaset:

“Sono ovviamente soddisfatto ma aspettiamo l’assemblea della Spagna (la dichiarazione è antecedente rispetto al voto iberico, dove anche lì è stato dato il via libera alla fusione, ndB). Il mercato comunque ha votato più con noi. “Non sono per nulla preoccupato di possibili ingenti recessi dall’operazione MediaforEurope anche perché siamo convinti che Vivendi non abbia alcuna intenzione di recedere” prosegue l’ad. Nel caso comunque i francesi recedano, “siamo tranquilli in quanto ci sono altri investitori pronti a entrare in campo”.
  • shares
  • Mail