Domenica In 2019-2020 con Mara Venier: conferenza stampa

La presentazione della nuova edizione dello storico contenitore domenicale di Rai1

  • 11.55

    Sta per iniziare la conferenza. Intanto, ufficializzati gli ospiti della prima puntata: Amadeus, Romina Power, Giulia De Lellis, Arisa, Rocio Munoz Morales, Daniele Liotti e Orietta Berti (opinionista fissa).

  • 12.15

    Inizia la conferenza. Mara Venier vuole accomodarsi tra i giornalisti, ma per problemi tecnici non si può, quindi è sullo sgabello al centro dello studio accanto alla De Santis.

  • 12.20

    De Santis: "Mara è la signora della domenica, lei è il format vivente di Domenica In. Questo è il motivo del grande successo; mi prendo il merito di aver capito questo, che è Mara il centro del successo di Domenica In".

  • 12.21

    De Santis parla di "dati straordinari": "Rispetto alla precedente stagione Domenica In è cresciuta di 4 punti e mezzo".

  • 12.21

    De Santis parla degli ascolti di Rai1 in generale: "Questa stagione estiva per i primi due mesi ha fatto segnare solo risultati in crescita rispetto allo scorso anno". Cita Io e te e Vita in diretta.

  • 12.24

    De Santis replica alle polemiche sui dati di ascolto della nuova stagione: "Si cerca di leggere una stagione di 200 giornate dalle prime 4 giornate: è abbastanza anti-scientifico, ma va bene. Gli ascolti del daytime di quest'anno sono esattamente in linea con quello dello scorso anno, momenti di incertezza sono determinati da nuove conduzioni. Vita in diretta, per esempio, è partita con una incertezza, ma ogni giorno è in crescita, il trend è positivo. Lo stesso vale per La prova del cuoco, che abbiamo rinnovato e che dal 10 è arrivata al 12%".

  • 12.24

    Viene lanciato un filmato, ma è quello sbagliato. Come è accaduto nella scorsa stagione in onda. Una gag, in pratica. Venier: "Che figura di merd@".

  • 12.28

    Venier: "Voglio ringraziare De Santis, Salini e l'azienda che mi hanno riconfermato. Non era nelle mie prospettive lavorative, pensavo di fermarmi dopo un anno di Domenica In o di divertirmi con programmi minori. Teresa e Salini hanno cercato di tenermi. Ho sentito che ci sono stati programmi in cui è stato cambiato tutto, io invece non cambio niente, solo piccoli cambiamenti. Sarebbe stato un errore cambiare dopo tanto gradimento del pubblico. Il gioco nuovo non partirà nella prima puntata per motivi burocratici, ma nella seconda; è una idea nuova, è molto carino, un gioco col pubblico a casa. L'anno scorso abbiamo provato a mantenere vivo il rapporto col pubblico con il cruciverbone ma non carburava. Il gioco di quest'anno si chiama Cassaforte, un gioco semplice che ricorda quelli della Carrà con Boncompagni".

  • 12.29

    Venier: "L'obiettivo è far passare agli italiani tre ore in cui si ride, si commuove e si riflette".

  • 12.29

    Gabriella Germani nel cast.

  • 12.29

    Venier conferma anche la presenza di Bocelli. Mara sarà ospite di I soliti ignoti, ricambiando l'ospitata di Amadeus.

  • 12.31

    Venier: "Non dico che Domenica in è stato un programma di successo, ma un programma che la gente ha gradito. Ho voluto mantenere l'orario delle 17.30, anche se mi era stato proposto di prolungare fino alle 18.40, per non rallentare il ritmo e per avere ospiti sempre di qualità".

  • 12.31

    Nella seconda puntata ci saranno le madri dei gemelli siciliani investiti dal Suv.

  • 12.31

    Venier spiega di avere un milione e 700 mila followers su Instagram: "Tantissimi per una signora della mia età". Ed ancora: "Per il pubblico giovane che mi segue oggi devo ringraziare Mediaset, Maria De Filippi e Alessia Marcuzzi. Sono riuscito a portare quel pubblico qui su Rai1".

  • 12.33

    Mara spiega di aver detto subito no alla prima serata proposta dalla De Santis: "Io, a differenza di altre colleghe, vado per sottrazione. De Santis ha insistito parecchio. Io non mi ritengo da prima serata, io sono per le interviste. Ma dopo aver scoperto il format ho capito che era perfetto per me e ho detto sì in 5 minuti".

  • 12.35

    De Santis su La porta dei sogni: "È un programma perfetto per Maria, che sa farle diventare figure emblematiche di una situazione, di un mondo, di una storia. Ha un tocco magico".

  • 12.36

    Mara Venier: "Anche se ho un personaggio difficile, me la cavo comunque. Ho provato un grande disagio di fronte a Sconsy, non aveva voglia, non era disponibile. Ho provato un profondo disagio, avevo voglia di abbracciarla e dirle grazie di essere qua.".

  • 12.38

    Venier: "Le mie interviste hanno funzionato proprio perché la telecamera è come se non ci fosse; è l'empatia che si crea con chi ho davanti; si è creato con quasi tutti".

  • 12.39

    Saranno tre le puntate, dal 20 dicembre, di La porta dei sogni.

  • 12.40

    Venier: "Io amica di tutti quelli che intervisto? Certo, li ho fatto venì..."

  • 12.40

    Venier precisa: "Non sono mai stata una paracula, sono diretta nel bene e nel male. Nel corso degli anni ho avuto rapporti di grande amicizia con tanti artisti. E comunque c'è riconoscenza nei miei confronti. Renato Zero, per esempio, è un amico. L'ho invitato e mi ha detto 'io vengo, ma non canto'. È venuto gratuitamente. E alla fine con l'orchestra ha cantato; è generoso". Poi cita Renzo Arbore: "È venuto tre volte, è stato un amore importante della mia vita, dopo che ci siamo lasciati non è stato facile diventare amici. Dopo tanti anni ci siamo riparlati e mi ha dimostrato affetto".

  • 12.40

    La Venier, col sorriso sulle labbra: "Siccome la Rai non paga tantissimo, l'amicizia conta tantissimo con gli ospiti..."

  • 12.43

    Venier: "Mio marito è ancora contrario al fatto che io conduca Domenica In. Mi dice di godermi la vita, mentre io lavoro dalla mattina alla notte, io sono il capoprogetto di Domenica In. Mio marito non è felice del tempo che sottraggo a lui, ma se io sono felice, lo è anche lui".

  • 12.45

    Venier: "Non so neanche cosa va in onda dall'altra parte, su Canale 5, mentre ci sarà Domenica In; ti do la mia parola. Io so che Barbara non c'è, anzi inizia alle 17.30".

  • 12.49

    Su Barba d'Urso: "Noi siamo amiche, c'è stata una sana competizione lo scorso anno, ha fatto gioco forse a tutti e due, i nostri rapporti sono rapporti tra persone che si conoscono da 20 anni. Io ho stima di lei".

  • 12.49

    Venier: "Il pubblico ne ha ancora voglia, il Cartellone non andava male come ascolti, ma era difficile tecnicamente con i filmati. Mi permette di avere un rapporto con le persone che mi guardano da tutta Italia, mi piace questo. Chiederle 'cosa hai mangiato oggi' sarà obsoleto, ma a me piace. Io per il pubblico sono la vicina di casa, un'amica. Sono così anche nella vita. Il nuovo gioco è un po' come quello dei fagioli. Il gioco serve anche come cuscinetto per spezzare le varie interviste".

  • 12.50

    Venier: "Orietta Berti non doveva andare da Fazio. Non ha dovuto scegliere tra me o lui. Mi ha chiamato l'agente di Orietta e me lo ha detto; io non avrei mai fatto uno sgarro ad un collega e ad un amico. L'ho presa al volo; non so ancora cosa faremo, ma qualcosa faremo. Orietta è un personaggio fantastico, mi darà allegria".

  • 12.50

    Mara in grande forma: "De Lellis, ospite della prima puntata, ha scritto un libro sulle corna, quindi riguarda tutti".

  • 12.51

    Venier: "Rimpianti per una possibile carriera da attrice? Ho iniziato a fare l'attrice senza crederci troppo, ho avuto anche ruoli bellissimi, nasco come attrice impegnata, incredibile. Non sono mai stata una donna ambiziosa, non ho mai considerato la mia vita in prospettiva di una carriera, tutto è capitato per caso nella mia vita. Fare l'attrice mi piaceva, amo molto il cinema, ma ho dovuto scegliere; quando ho scoperto la televisione ho capito che io volevo fare la televisione, perché in televisione sei quella che sei".

  • 12.54

    Venier ricorda che l'amore per il cinema lo esprime anche intervistando i grandi del cinema.

Sta per iniziare a Roma la conferenza stampa di presentazione di Domenica In, lo storico contenitore di Rai1 condotto da Mara Venier (regia di Roberto Croce). TvBlog seguirà l'incontro in liveblogging.

Presenti anche il direttore di Rai1 Teresa De Santis e l'autore Tonino Quinti. La conferenza si terrà nello studio 3 degli studi televisivi Fabrizio Frizzi in via Ettore Romagnoli, 30, da dove andrà il programma andrà in onda in diretta ogni domenica pomeriggio, dal 15 settembre alle ore 14.

  • shares
  • Mail