Lega Serie A contro pirateria, le iniziative per il prossimo campionato di calcio

Ecco come il calcio italiano prova a contrastare il fenomeno della pirateria

Nel tentativo di contrastare il fenomeno della pirateria, la Lega Serie A ha deciso che nelle prime due giornate del prossimo campionato di calcio in tutti gli stadi saranno esposti sul terreno di gioco striscioni con l’hashtag #stopiracy.

Sul piano più pratico e meno simbolico, sono tante le iniziative adottate dalla Lega negli ultimi tempi, dalla velocizzazione dei tempi di blocco delle IPTV (Internet Protocol Television, ossia il sistema di trasmissione di segnali televisivi su reti informatiche che consente di trasmettere i canali tv su Internet) da parte degli ISP (i provider) e Hosting, alla richiesta alle autorità di prevedere pene più severe a chi arreca un danno all'intera economia italiana.

Sul fronte internazionale la Lega Serie A è impegnata, insieme alle più importanti Federazioni internazionali e ai maggiori campionati europei, nella battaglia contro beoutQ, piattaforma illegale che pirata contenuti sportivi e di intrattenimento.

Gaetano Miccichè, Presidente Lega Serie A, ha spiegato che "dobbiamo difendere il calcio da questo attacco criminale e far capire a chi utilizza i decoder illegali che sta compiendo un reato vero e proprio":

Il problema è globale e danneggia il calcio a tutti i livelli, stiamo rafforzando gli strumenti per individuare e contrastare in tempo reale gli atti di pirateria, ma è fondamentale fare sistema tutti insieme con l'aiuto del Governo e delle Telco.

  • shares
  • Mail