Paola Perego a TvBlog: Non disturbare lo farei tutto l'anno. Presto l'incontro con Rai per il contratto, ma oggi per me conta il progetto

L'intervista alla conduttrice di Rai1

Paola Perego a TvBlog: Non disturbare lo farei tutto l'anno. Presto l'incontro con Rai per il contratto, ma oggi per me conta il progetto

Torna da stasera, in seconda serata, sulla prima rete della Rai il programma "Non disturbare". La conduttrice della trasmissione Paola Perego incontra nell'intimità di una camera d'albergo noti personaggi del mondo dello spettacolo per una chiacchierata fatta di racconti senza filtri in un ambiente raccolto e intimo adatto per questo tipo di confessioni.

Il format, prodotto da Stand by me per Rai1 e in onda per 6 puntate, porta allo scoperto le storie di Elena Santarelli, Rita Dalla Chiesa, Sabrina Salerno, Marisela Federici, Serena Grandi e Paola Barale e, per la prima volta, aggiunge anche il punto di vista maschile, con Cristiano Malgioglio, Totò Schillaci, Giancarlo Magalli, Marco Masini, Pierluigi Diaco e Guglielmo Mariotto.

Con la conduttrice Paola Perego abbiamo parlato di questo suo nuovo debutto televisivo, ma anche , come sempre, di altro.

Torni in onda con Non disturbare nella seconda serata della Rete 1, novità cambiamenti, uno è già stato annunciato, incontrerai anche uomini stavolta

La novità è proprio questa cioè che ci saranno anche gli uomini. Poi il format è sempre quello, ovvero una camera d'albergo, io che frugo nelle loro valigie, che sequestro il loro cellulare...

Cosa ti piace di più di questo programma ?

A me piace moltissimo fare questo programma anche perchè non si tratta di interviste, ma di confronti, chiacchierate. Anche io, come i miei ospiti, mi dimentico che ci sono le telecamere, dico pure cose mie personali. Questo programma poi ti permette di metterti a confronto con esperienze di vite altrui.

Come è stato affrontare le novità di questa nuova serie ?

Devo dirti che è stato più difficile con i maschi fare questi tipi di confronti. Questo perchè gli uomini hanno più difficoltà a mostrare le loro emozioni, sono più schermati, sono meno abituati a questo tipo di dialogo. La cosa più divertente al temine di questi miei incontri, è che alla fine vengo a scoprire delle cose che mai avrei pensato di quella persona. Mi è successo per esempio con Magalli, Masini, ma devo dire un po' con tutti.

C'è un ospite la cui reazione ti ha colpito più di tutti ?

La commozione di Diaco, parlando di cose personali e private. Al termine del nostro incontro se n'è andato incredulo dicendomi "non posso credere che sei riuscita a tirarmi fuori questo".

I momenti più divertenti ?

Per esempio quando ho frugato nella valigia di Magalli e sono arrivata alle sue mutande, fino ad allora le uniche mutande che avevo toccato erano quelle di mio marito (ride, ndr). Poi il trolley di Malgioglio, da quello potrebbe uscire qualunque cosa: da un boa di struzzo a una gonna di pailettes, fino ad arrivare ad un libro di poesie.

C'è un ospite "impossibile" che ti piacerebbe tentare di acchiappare per il futuro ?

Sophia Loren. Mi piacerebbe tanto incontrare lei, l'orgoglio italiano nel mondo. Ha attraversato delle epoche straordinarie, una vita ricchissima, sai quante cose avrebbe da raccontare.

Ed un maschietto ?

Non ci ho pensato, sai io penso sempre al femminile.

Magari tuo marito

Ma lui lo intervisto già tutte le sere a casa, povero. Per la verità l'ho intervistato una volta per degli incontri organizzati da Giovanni Terzi a Desenzano del Garda. Ricordo che lui mi chiese di sapere prima le domande e gli risposi "non ci penso proprio!". E' uscita una cosa molto carina e lui alla fine si commosse. Poi sai cosa, io gli farei le domande sapendo già le risposte, inoltre non gli chiederei mai le cose di cui non vorrebbe mai parlare.

Ma lui magari ti potrebbe sorprendere

Non lo so (ride, ndr).

Cosa farai nella prossima stagione, qualcuno parla di un ritorno della Talpa, ti piacerebbe tornare a condurla ?

Si mi piacerebbe rifare la Talpa, me la chiedono in molti continuamente, anche per strada, come mi è capitato anche recentemente. L'ultima edizione è stata 10 anni fa. Tra l'altro ho avuto modo di parlare con Paola Barale che mi ha detto "scusa ma possiamo rifare la Talpa?". Quindi le due Paole, io e la Barale sono già pronte, manca solo qualcuna che la produca. Poi mi piacerebbe rifare "Non disturbare" per me un programma che potrebbe andare tutta la stagione in seconda serata e magari allargare lo spettro degli ospiti a non solo personaggi del mondo dello spettacolo. Una persona per esempio che mi piacerebbe intervistare è Federica Angeli, la giornalista che vive sotto scorta.

A parte i desiderata, c'è qualcosa di concreto professionalmente parlando per la prossima stagione ?

L'unica cosa concreta è che mi scade il contratto con Rai a settembre.

Avete in programma un incontro ?

Certo, prossimamente. Aspetto che loro mi facciano le loro proposte, io farò le mie e vedremo che accadrà.

Il tuo volto è legato molto anche a Mediaset, ci torneresti ?

Mi piacerebbe un progetto che mi entusiasmi, poi se capitasse a Mediaset, La7, 8, la Nove o Rai non importa. Dopo 37 anni di carriera non credo di dover dimostrare più niente, quindi per me conta ora solo il progetto. A Mediaset sono stata benissimo, conosco tutti i dirigenti, con cui ho un ottimo rapporto, se mi chiamassero per un bel progetto ci andrei di corsa.

Cosa ti è piaciuto e cosa no della stagione televisiva appena passata ?

Mi è piaciuto tutto, tutto bellissimo, tutti colleghi straordinari, fantastici!

Se dovessi scegliere, quale programma del passato ti piacerebbe condurre oggi ?

Milleluci, ma con Mina e Raffaella Carrà. Con loro due farei anche la valletta nel caso.

Difficile che si possa fare, nel caso chi vedresti oggi nelle vesti di Mina e Raffaella Carrà in un ipotetico nuovo Milleluci ?

Forse Lorella Cuccarini e Michelle Hunziker.

“Non Disturbare” è un programma prodotto da Stand By Me per Rai1. Condotto da Paola Perego. A cura di Davide Acampora, scritto da Annalisa Giaccari e Fabio Luongo. Delegato Rai Gloria Piazzai. Per Stand by Me: produttore esecutivo Alessandro Grillo. Regia di Giorgio Romano.

  • shares
  • Mail