Canale5 ci ripensa sui Camorristi domani. Otto prime time consecutivi di film in replica

La direzione di Canale5 dovrebbe nascondere il logo sottoterra per la pessima offerta di prima serata dell’intera settimana, in cui è sì fuori garanzia per via del Festival ma in pieno inverno, con la gente in casa per il freddo. Preparatevi a otto sere di film, peraltro neanche in prima tv, una roba che neanche

La direzione di Canale5 dovrebbe nascondere il logo sottoterra per la pessima offerta di prima serata dell’intera settimana, in cui è sì fuori garanzia per via del Festival ma in pieno inverno, con la gente in casa per il freddo. Preparatevi a otto sere di film, peraltro neanche in prima tv, una roba che neanche Iris.

Accade che Canale5 (o Pietro Valsecchi?) ci ha ripensato sulla collocazione della quarta puntata de Il clan dei camorristi di domani sera. La messa in onda della fiction TaoDue era stata inizialmente anticipata al lunedì per non scontrarsi venerdì prossimo con il Festival di Sanremo. Tuttavia si sarebbe scontrata con Tutta la musica del cuore, fiction Rai scadente che viaggia su più di 5 milioni e mezzo di spettatori e il 20% di share (lunedì scorso ha distaccato Zelig di 5 punti percentuali).

Al contrario Il clan dei camorristi ha deluso le aspettative, rispetto a chi la riteneva erede di Squadra antimafia, fermandosi a poco meno di 5 milioni e spettatori e il 17%. Il tutto in una collocazione pur difficile come il venerdì, ma anche priva di concorrenza su RaiUno visti gli ascolti flop di Riusciranno i nostri eroi.

All’ultimo momento, insomma, Mediaset ha voluto preservare i Camorristi da un tracollo annunciato, preferendo far ripartire la fiction tra due settimane, venerdì 22 febbraio (contro la prima puntata di Red or Black). Intanto, però, il gruppo di Zelig – che aveva rinunciato ad andare in onda per lasciare il lunedì ai Camorristi – non ha potuto garantire la registrazione della puntata di domani. Risultato? Canale5 ritrasmette Giù al nord, il film francese da cui è stato partorito Benvenuti al sud.

E’ solo il primo film al trito e ritrito passaggio che propone Canale5 questa settimana (dopo Alexander di stasera, si intende). Martedì, infatti, c’è In questo mondo di ladri del 2004 targato Vanzina (roba da domenica estiva), mercoledì Matrimonio a 4 mani (con Kirstie Alley del 1995), giovedì Colazione da Tiffany e Ufficiale e gentiluomo (evergreen d’annata più che da ammiraglia), venerdì Vip (orrido film tv dei Vanzina del 2008), sabato contro la finale di Sanremo Il principe e il pirata di Pieraccioni (2001), domenica Troy.

Insomma, ci aspettano film prima, durante e dopo Sanremo. Roba che in qualsiasi serata risulta più decente la programmazione di La5 o di Mediaset Extra. Se non fosse per Avanti un altro, Italia’s got talent e Maria De Filippi, Canale5 avrebbe già dichiarato fallimento questa stagione.

I Video di TvBlog