Grande Amore e Todo Cambia: la conferenza stampa del 9 aprile 2019

La conferenza stampa di Grande Amore e di Todo Cambia.

  • 12:15

    Inizio conferenza. Stefano Coletta: "Durante le riunioni, pensavo all'emozione per la nascita di questi 2 titoli. Abbiamo avuto chiaro, fin dall'inizio, l'idea di voler figliare, di voler fare tanti figli. Per ogni nuovo marchio che nasce, ogni volta è una grande emozione. Quando sono arrivato a Rai 3, insieme al mio gruppo, abbiamo raccolto le ceneri di una rete che aveva perduto la propria identità editoriale. Abbiamo lavorato per restituire a Rai 3 un'identità netta. Come avete notato, tutti i nuovi titolo di Rai 3 sono caratterizzato dallo stesso mood. Oggi siamo qui con due titoli, diversi che però si attraversano, due materie e campi d'azione diversi che però corrispondono allo stesso criterio: il racconto del pubblico, del bene comune, e il racconto del privato, delle vite normali. Rsi 3 vuole dare voce anche agli ultimi, anche a chi non è protagonista. C'è un paese e c'è un versante narrativo che racconta ancora tante cose belle di questo paese. Questi 2 titoli rappresentano il continuo di un lavoro narrativo che sottende ad un obiettivo. Grande Amore eredita la domenica sera da Grazie dei Fior. In Grande Amore, le grandi storie d'amore fanno da filtro alle storie d'amore odierne. L'amore mette insieme le verità di ogni persona, le fragilità, la forza e l'impegno. L'amore rappresenta l'universo con il quale il paese può essere raccontato. Rileggeremo storie d'amore celebri e famose insieme agli amori del nostro tempo. Torna l'ostacolo manzoniano anche se nelle coppie comuni che abbiamo scelto, l'happy end esiste. Tra queste storie, ci saranno molte analogie e punti di contatto. Quando abbiamo pensato a questo programma, abbiamo ritenuto necessario che ci fosse qualcuno che prendesse in mano la missioni di accompagnarci dentro questi meandri sentimentali. Abbiamo pensato a Carla Signoris: mi è sembrata da subito giusta per questo storytelling. Conosciamo Carla per il suo registro ironico ma quando l'ho vista registrare il programma, ho potuto notare il suo allure quasi british. La tv che stiamo costruendo a Rai 3 vuole anche far fantasticare il pubblico. Carla era necessaria per restituirci l'urgenza di questi ostacoli amorosi".

  • 12:35

    Viene trasmessa un'anticipazioni di Grande Amore. Carla Signoris: "Sarò una narratrice coinvolta. La cosa bella di queste storie è raccontarle, prima di tutto. C'è la necessità di raccontare storie, soprattutto a lieto fine. Le storie dei comuni mortali che raccontiamo hanno un lieto fine e l'abbiamo quasi cercate apposta. Sono storie tenere e molto vere. In questo momento dove siamo tutti un po' disperati, avevo voglia di raccontare storie d'amore che finiscono bene. Ho letto il progetto e ho accettato subito. A me piace molto parlare d'amore. Io sono molto mielosa! Ogni storia, ogni raffronto tra la coppia famosa e la coppia comune, ha un ostacolo che la coppia ha dovuto superare. E' più facile essere una coppia reale piuttosto che essere una coppia con una vita esibita. Ora faccio una sviolinata al direttore: finalmente Rai 3 ha di nuovo un'identità e questa cosa mi fa molto piacere".

  • 12:40

    Stefano Coletta: "Parliamo ora di Todo Cambia che sbarca su Rai 3 in una serata molto difficile. Lunetta si sta spaventando.... E' una serata che un direttore deve cercare di illuminare. Dopo il cinema italiano, andiamo avanti con un prodotto molto italiano come questo. Todo Cambia è un canto che non può far riflettere in un modo sorridente. E' un canto mantra. Todo Cambia era un'idea che avevo in testa da tantissimi anni. Una volta mi ero imbattuto in un piccolo saggio in una libreria, con un titolo fantastico, "Le scelte che non hai fatto". Avrei voluto raccontare la realtà delle scelte non fatte ma ogni volta che tentavo di scrivere l'idea, mi restava tanta amarezza, Ho pensato che fosse un messaggio troppo rinunciatario. Allora, ho voluto restituire il cambiamento positivo della scelta. Grande Amore e Todo Cambia aiutano a raccontare il reale che viviamo. Dalle scelte che non abbiamo fatto, quindi, sono passato al mood della Serendipity. Così è nato Todo Cambia, un prodotto di storie normali. La digressione narrativa non è legata per forza a volta pagina drammatici. Alcune storie mi hanno colpito molto come la storia di un non vedente che ci rimetterà a posto tutti. La tv deve essere didattica nel senso pedagogico. In qualunque messaggio che consegniamo a questa rete, io voglio che non sia mai turbativo. La tv deve anche consolare e dare a volte una spinta".

  • 12:50

    Viene trasmessa un'anticipazione di Todo Cambia. Coletta: "Per Lunetta, è proprio un debutto televisivo. Lunetta, a me, ha sempre colpito, al teatro e al cinema. Lunetta ha una grande capacità di semplificazione. E' la persona giusta per veicolare la giusta quota di speranza della quale ne abbiamo bisogno tutti. Io credo molto che la tv generalista debba affidarsi a chi veicola questi messaggi. C'è bisogno di portare energia nuova. La mia ambizione è portare una quota nuova in televisione. Ho letto la storia di Lunetta: questa donna, ad un certo punto della sua vita, ha abbandonato le scene per essere una donna normale, moglie e madre. Le cose non sono andate bene e Lunetta decise di tornare sulle scene con un monologo quasi osé. Lunetta è la persona giusta per comunicare che, per una persona, c'è sempre un'altra possibilità". Lunetta Savino: "Queste persone raccontano, nell'ordinario, qualcosa di straordinario. Davanti a questo programma, ho detto "Sì, non posso non farlo". Il mettersi in gioco fa parte del mestiere di attore. Quasi tutti i personaggi che si racconteranno in Todo Cambia hanno vissuto un momento di crisi causato dal desiderio di cambiare vita. Se non desideri, non vivi. Ovviamente, ti si deve presentare l'occasione giusta e tu devi saperlo riconoscere questo treno. Questa sensazione, l'ho vissuta in prima persona. Queste storie mi hanno colpito per la loro eccezionalità. Sono storie che ti emozionano, storie che magari vediamo nelle fiction ma in questo caso, c'è un reale riscatto. Todo Cambia è pieno di piccole cose che a me hanno colpito e spero che colpiscano anche i telespettatori. Anche il deposito dell'Atac dove abbiamo registrato il programma mi è sembrato un luogo perfetto. In quel luogo, si sentiva la vita che scorreva".

  • 13:00

    Signoris: "Le coppie che raccontiamo sono coppie vere esattamente come sono state vere le coppie vip. Noi analizziamo una difficoltà ma abbiamo cercato coppie che ce l'hanno fatta, che sono riuscite a portare avanti la loro relazione e la loro vita. E' stato molto interessante raccontarle. Ogni coppia potrà riconoscersi in queste storie. Tutte le coppie ci raccontano un aspetto diverso. Spero che il pubblico si ritrovi in questo. E' un bel programma, me lo dico da sola, mi è piaciuto un sacco! E mi piace anche quello di Lunetta!".

  • 13:05

    Coletta: "Il lavoro certosino sulle storie si deve ad un lavoro redazione molto capillare, come facciamo sempre a Rai 3. A Rai 3, non produciamo programmi per "targettizzazione". Non scegliamo nord o sud... A Todo Cambia, nel caso del ragazzo di Scampia affascinato dalla Camorra, questo ragazzo finisce in carcere, scopre le parole, la poesia e la letteratura e decide di tornare a Scampia per occuparsi dei bambini di Scampia grazie alla sua sensibilità". Savino: "Questo ragazzo dice chiaramente di non essere mai stato bambino e ha capito che doveva ripartire proprio dai bambini. Per quanto riguarda il mio di cambiamento, ho vissuto un momento di grande crisi perché avevo smesso di fare l'attrice per crescere mio figlio. Le cose non andavano benissimo, non c'erano le soddisfazioni che speravo. Ho provato a fare altro, ho fatto lavori e lavoretti a Napoli. A Napoli! Finito il mio matrimonio, ho ricominciato a fare l'attrice con un monologo rischiosissimo che recitavo nei locali. Mi facevo 2 gin tonic prima di esibirmi. Facevo anche lezioni sulla fellatio! Da lì, venne la Rai e Un medico in famiglia. La grande svolta...".

  • 13:10

    Coletta: "Grande Amore è stato registrato nell'ex cinema Alcazar mentre Todo Cambio è stato registrato nel deposito Atac di Prati District. I programmi non si fanno da soli e quindi ringrazio tutti i gruppi". Fine conferenza.

Oggi, martedì 9 aprile 2019, a partire dalle ore 12, si terrà la conferenza stampa di presentazione di Grande Amore e di Todo Cambia, programmi in onda su Rai 3, rispettivamente condotti da Carla Signoris e da Lunetta Savino.

Grande Amore e Todo Cambia: i programmi

Oggi, si terrà la conferenza stampa di presentazione di due nuovi programmi di Rai 3: Grande Amore e Todo Cambia.

Grande Amore è programma di Angelo Bozzolini, Federica De Paolis e Sara Lorenzini, con la regia di Angelo Bozzolini, condotto da Carla Signoris, che andrà in onda da domenica 14 aprile 2019, alle ore 20.25.

Todo Cambia, invece, è un programma scritto da Maria Cristina Cecilia, Luciano Palmerino e Federica Petruccioli, con la regia di Alessandro Torraca, condotto da Lunetta Savino, che andrà in onda da venerdì 19 aprile 2019, in seconda serata.

In Grande Amore, si parlerà delle storie d'amore con personaggi famosi in tutto il mondo come Grace Kelly, Maria Callas, Elizabeth Taylor, Yoko Ono o Dalida, associate con le storie d'amore di coppie di persone comuni. La particolarità che accomunerà le due coppie sarà l'impossibilità ad amarsi liberamente.

In Todo Cambia, invece, si parlerà di storie di persone comuni che hanno deciso di cambiare radicalmente le proprie vite.

Grande Amore e Todo Cambia: la conferenza stampa

TvBlog, magazine di Blogo, seguirà in tempo reale la conferenza stampa di presentazione di Grande Amore e di Todo Cambia, a partire dalle ore 12.

Durante la conferenza stampa, interverranno il direttore di Rai 3 Stefano Coletta e le conduttrici dei due programmi, Carla Signoris e Lunetta Savino.

  • shares
  • Mail